Dopo la già conclusa partita tra la rappresentativa U18 di Pescia e i pari età di San Miniato disputatasi il 12 gennaio scorso al PalaBorrelli di Pescia, due tifosi ospiti si erano introdotti aggressivamente nello spogliatoio di casa minacciando e aggredendo allenatore, medico sociale e un tifoso di soli 17 anni. I due uomini rispettivamente di 47 e 54 anni entrambi residenti nel comune pisano sono stati denunciati.

 

Daspo in vista per i due aggressori

 

I militari della locale stazione, al termine di una rapida indagine hanno identificato e denunciato per minacce gravi e lesioni personali, due persone ritenute responsabili dell’aggressione avvenuta al termine della partita di basket under 18 giocata nel PalaBorrelli di Pescia fra una compagine locale ed una di San Miniato (PI) il 12 gennaio scorso. I due, un operaio 54enne con alcuni precedenti di polizia a suo carico ed un impiegato 47enne incensurato, entrambi residenti nel comune del pisano, al termine dell’incontro si sarebbero introdotti arbitrariamente negli spogliatoi minacciando e aggredendo per futili motivi, legati sostanzialmente allo sfavorevole risultato ottenuto dalla squadra ospite, un tifoso 17enne della squadra pesciatina, il medico sociale 53enne e l’allenatore 46enne della stessa compagine. I primi due, rimasti feriti nell’aggressione erano ricorsi alle cure dei sanitari del locale pronto soccorso per contusioni varie con prognosi rispettivamente di sette e cinque giorni, mentre l’allenatore non si era fatto refertare. Ovviamente per i due denunciati sarà avanzata la proposta di Daspo.