Giornata di manifestazione degli studenti in piazza a Pistoia, venerdì 11 gennaio, per le vie del centro storico: circa 400 i ragazzi scesi in strada contro le ultime vicende che hanno riguardato il mancato funzionamento del riscaldamento all’interno delle aule.

Studenti in piazza a Pistoia

Annunciata da giorni, nella mattinata di venerdì 11 gennaio Pistoia ha ospitato una partecipata manifestazione degli studenti. Ritrovo e partenza alle ore 9.30 da piazza San Francesco, il corteo ha percorso corso Gramsci passando di fronte al liceo “Forteguerri”, al “Pacini” ed al “Pacinotti” per poi concludere il proprio percorso in piazza San Leone di fronte alla sede della Provincia di Pistoia. Erano circa 400 i ragazzi presenti.

Lì hanno preso la parola i rappresentanti d’istituto delle varie scuole superiori cittadine e Dario Baldassarri, presidente della consulta provinciale degli studenti, che hanno usato toni accesi sul problema: gli studenti pistoiesi, infatti, da lunedì scorso al momento di rientrare a scuola dopo le vacanze, si sono ritrovati con le aule fredde per lo spegnimento degli impianti di riscaldamento. E’ stato testimoniato che alcune aule avevano una temperatura di poco inferiore ai 10°C con i ragazzi costretti a stare in classe col giacchetto, sciarpa e cappello.

La delegazione è salita poi all’interno del palazzo della Provincia e ricevuta da Marzia Niccoli, delegato provinciale per l’edilizia scolastica. Dopo che i toni si sono abbassati, Niccoli – che è sindaco di Massa e Cozzile – ha confermato: “E’ stato il massimo – ha detto di fronte agli studenti – e la Provincia sta lavorando per far tornare la situazione alla normalità e che, almeno nelle segreterie delle scuole, il riscaldamento ha funzionato anche durante le vacanze di Natale”. Già nella giornata del 10 gennaio, fra l’altro, la Provincia aveva emesso un comunicato dove si parla di situazione tornata alla normalità e che sono serviti alcuni giorni per ripristinare alcuni guasti, o idraulici o elettrici, a vari impianti e che la criticità rimane esclusivamente al Liceo Artistico “Petrocchi”.

Leggi anche:  Allerta meteo per vento, i primi danni a Pistoia

A nome degli studenti ha riparlato lo stesso Baldassarri che ha chiesto una “maggiore organizzazione del servizio da parte della Provincia, non sarebbe stato troppo complicato da effettuare”.

A questo proposito si sono espressi anche i giovani di Forza Italia. “I giovani di Forza Italia di Pistoia – ha scritto il coordinatore provinciale, Matteo Vitale – comprendono e condividono la protesta degli studenti contro il freddo nei plessi scolastici. Reputiamo questa situazione inaccettabile, restando disponibili ad incontri per risolvere il problema. Ovviamente risulta impossibile svolgere la normale attività didattica in queste condizioni, a partire dalla concentrazione degli studenti, ma anche dei docenti, che non puo essere ottimale. Auspichiamo un rapido intervento, nel frattempo rivolgiamo agli altri movimenti giovanili della provincia, un invito al dialogo per cercare una soluzione efficace e duratura”.