Poliziotti uccisi a Trieste: nella giornata di ieri è arrivato l’omaggio da parte di un anonimo cittadino poggibonsese dopo la morte dei due agenti.

Poliziotti uccisi a Trieste: una storia commovente

“Oggi vogliamo raccontarvi una storia che ci ha commossi – si legge sulla pagina Facebook della Questura di Siena – Francesco voleva passare inosservato, in silenzio e, quasi di nascosto, voleva dimostrarci la sua vicinanza e l’affetto che nutre per la Polizia di Stato, con un gesto che, forse potrebbe sembrare poco importante, ma che, per noi, è stato colmo di significato.

L’omaggio

Senza dire nulla si è recato davanti al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Poggibonsi e ha lasciato sul parabrezza di ogni Volante in sosta una rosa bianca, con un nastro tricolore. I poliziotti lo hanno però notato dall’interno visionando le telecamere e subito sono usciti nel piazzale.

Un forte abbraccio

Lui si stava allontanando ma l’hanno rincorso fino a raggiungerlo, ringraziandolo con gli occhi lucidi e stringendosi in un emozionante e lungo abbraccio. Noi vogliamo unirci ai colleghi del Commissariato e dire a Francesco “grazie!”, per l”affetto che con questo bellissimo gesto hai voluto dimostrare, nostro tramite, a tutta la Polizia di Stato in un momento di profondo dolore.

Leggi anche:  Terremoto in Albania, la Misericordia di Poggibonsi organizza una raccolta di beni

LEGGI ANCHE:Ospedale di Campostaggia: un nuovo Pronto Soccorso

LEGGI ANCHE:Morso da un animale giovane abitante del Bangladesh

TORNA ALLA HOME