Parziale soddisfazione dei sindacati dopo l’ufficialità della rimozione del contributo da 10€ per le visite specialistiche diagnostiche per immagini (esempio ecografia, tac, rx). Se da una parte è stata approvata la richiesta da tempo avanzata proprio da Cgil, Cisl e Uil dall’altra vi sono ancora molte cose da rivedere e abolire all’interno del sistema; al contempo si chiede maggiore trasparenza e confronto.

Qui le dichiarazioni dell’Assessore Stefania Saccardi sul tema

I sindacati chiedono trasparenza e confronto alla Regione

È stata ufficializzata ieri la scelta della Regione Toscana di abolire il ticket di 10 euro per le prestazioni specialistiche di diagnostica per immagini. Trattandosi di una richiesta avanzata da tempo da Cgil, Cisl e Uil Toscana non possiamo che essere soddisfatti. Questo intervento sui ticket, tuttavia, non è sufficiente: occorre rivedere l’intero sistema, anche abolendo gli altri balzelli sulle visite diagnostiche e specialistiche che, associati spesso ai lunghi tempi di attesa, rendono complicato e difficile l’accesso al servizio pubblico e spingono i cittadini a rivolgersi altrove o a rinunciare alle cure. Per questo motivo Cgil, Cisl e Uil Toscana chiedono alla Regione un confronto chiaro e trasparente, mai avvenuto sul merito, sull’efficientamento e sul futuro del sistema sanitario regionale e sul recupero delle risorse economiche a copertura degli interventi sui ticket.

Leggi anche:  Maltempo e pioggia: via Tosca Fiesoli a Campi allagata VIDEO