La notte scorsa, i carabinieri della Stazione di Montelupo Fiorentino hanno tratto in arresto, per il reato di rissa, 7 giovani (6 italiani e 1 albanese), 5 dei quali già noti alle forze dell’ordine. Cinque di essi sono di Montelupo Fiorentino, uno di Empoli ed uno di Capraia e Limite, età compresa tra i 19 ed i 27 anni.

Scoppiata alle 1 in via Rovai e terminata in piazza 8 marzo

Una rissa in piena regola, scoppiata alle ore 01.00 circa in via Rovai e terminata nella vicina piazza 8 marzo, scatenata dai 7 che si sono affrontati per futili motivi, attualmente in corso di verifica.
Dai primi accertamenti è emerso che due dei soggetti si sarebbero affrontati per motivi di gelosia a causa di una ragazza, già compagna di uno di questi, l’albanese G.K. 22enne di Montelupo, poi dell’altro G.L. 20enne di Capraia e Limite.
Dalle parole ai fatti e i gruppi dei giovani contendenti si sono azzuffati prima davanti al circolo ricreativo Arci di via Rovai e poi all’interno giardini di piazza 8 marzo.
A finire in ospedale un giovane di Montelupo, E.P. 20enne, che ha riportato la distorsione della caviglia sinistra con prognosi di 8 giorni, curato e subito dimesso, mentre altri tre ragazzi, pur presentando escoriazioni varie, non hanno comunque inteso ricorrere alle cure dei sanitari.
I Carabinieri di Montelupo, con l’ausilio di altre due pattuglie della Compagnia di Empoli, sono riusciti a fermare gli scontri ed arrestare i 7 giovani che sono stati poi tradotti presso il carcere di Sollicciano.

Leggi anche:  Capotreno aggredito a Vaiano, denunciati tre ragazzi

Bloccate due borseggiatrici all’Ipercoop di Lastra a Signa

Nella mattinata di ieri, i Carabinieri di Lastra a Signa sono intervenuti presso il centro commerciale Ipercoop poiché era stato segnalato un furto ed hanno denunciato in stato di libertà per il reato di tentato furto due bulgare, rispettivamente di 21 e 29 anni, in Italia senza fissa dimora e già note alle forze dell’ordine. Nella circostanza, le due, approfittando della presenza di numerosi clienti che affollavano il negozio, con destrezza asportavano il portafogli della vittima designata, una 65enne catanese. Grazie all’immediato intervento del personale addetto alla sicurezza e dei Carabinieri, le due bulgare sono state bloccate e la refurtiva restituita alla vittima.

Leggi anche: Scoppia la rissa e devastano la gelateria Desideri a Montecatini: cinque arresti