Nella serata di ieri i Carabinieri della Stazione di Firenze, in collaborazione con gli agenti della Polizia municipale di Firenze – Nucleo antidegrado, hanno tratto in arresto per furto aggravato un cittadino georgiano 35enne, in Italia senza fissa dimora, bloccato subito dopo aver rubato uno smartphone, «prelevato» dalla borsetta di una turista sul Ponte Vecchio di Firenze. L’andatura sospetta del soggetto è stata notata dagli agenti del Nucleo antidegrado, che sono intervenuti per bloccare l’uomo, grazie alla collaborazione del fidanzato della turista, un maresciallo allievo presso la Scuola Allievi Marescialli dei Carabinieri di Firenze, e poco dopo, dai Carabinieri della Stazione di Firenze che hanno condotto il georgiano presso le camere di sicurezza della Caserma di Borgo Ognissanti, in attesa del rito direttissimo che si svolgerà nella giornata di domani. Lo smartphone, recuperato, è stato restituito alla legittima proprietaria.

Denunciato 20enne

Sempre a Firenze, in via Ponte alle Mosse, è stato denunciato uno studente 20enne per aver danneggiato lo specchietto retrovisore a tre automobili parcheggiate lungo la strada.
Nel pomeriggio di ieri, su richiesta pervenuta sul numero di emergenza 112, un equipaggio del Nucleo Radiomobile di Firenze si è portato in via Ponte alle Mosse dove un residente aveva segnalato la presenza di un ragazzo che, in stato di alterazione psicofisica, danneggiava gli specchietti retrovisori delle automobili in sosta.
Dopo aver rintracciato il responsabile dell’atto di vandalismo, uno studente 20enne di origini del Marocco, incensurato e regolare sul territorio nazionale, i militari hanno constatato che erano stati danneggiati tre veicoli avvisando i relativi proprietari.
Il ragazzo, denunciato per danneggiamento aggravato, è stato affidato alle cure del personale del 118 e ricoverato presso il reparto di Psichiatria dell’Ospedale Santa Maria Nuova di Firenze.