Rubava carte di credito per fare piccoli acquisti: arrestato 19enne residente a Certaldo, incastrato dalle telecamere. I carabinieri della stazione di Certaldo hanno arrestato S.J., 19enne residente in paese, per ricettazione, furto e utilizzo indebito di carte di credito, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal gip di Firenze su richiesta della Procura della Repubblica di Firenze.

In centro a Certaldo

Le indagini svolte dai militari della stazione, a seguito di alcuni furti avvenuti su autovettura nel centro abitato di Certaldo nel periodo ottobre – dicembre 2018, hanno permesso di individuare l’autore. Il giovane, in almeno 4 occasioni, approfittando della distrazione dei proprietari, aveva sottratto da autovetture portafogli e carte di credito. Le vittime preferite erano corrieri o comunque persone che utilizzavano l’auto per motivi di lavoro e che talvolta, nella fretta, lasciavano il mezzo aperto e gli effetti personali sui sedili o sul cruscotto.
Il ragazzo, dopo i furti o dopo essere entrato in possesso delle carte di credito, si recava presso alcuni negozi della zona utilizzando i bancomat per scontrini inferiori ai 25 euro, avvalendosi del sistema contactless (che non richiede in quei casi la digitazione del pin). In alcune circostanze, la carta veniva utilizzata più volte in poche ore raggiungendo cifre che si aggiravano sui 200 euro. In un’occasione, siccome la vittima aveva lasciato il codice pin nel portafoglio, il ragazzo aveva addirittura tentato di effettuare un prelievo, non andato a buon fine per l’immediato blocco della carta.
Sempre nello stesso periodo il giovane aveva sottratto anche un cellulare (di proprietà di un dipendente) all’interno di un negozio di abbigliamento, grazie ad un complice che aveva distratto la cassiera facendosi assistere mentre provava dei vestiti.

Leggi anche:  Coronavirus, ecco come comportarsi negli autobus

Incastrato dai video

Il tutto è stato ricostruito grazie alle riprese video dei negozi dove erano state utilizzate le carte di credito, ai sistemi di videosorveglianza presenti nei luoghi di commissione dei furti e alle testimonianze dei negozianti.
Questa mattina quindi il 19enne è stato rintracciato ed arrestato presso la propria abitazione dove dovrà rimanere in stato di arresti domiciliari per le accuse di furto, ricettazione e indebito utilizzo di carte di credito.