Si fingeva un corriere, era un ladro di grandi firme. Martedì pomeriggio, i militari della stazione dei carabinieri di Grassina, dopo mirata attività di indagine, hanno messo  fine all’attività truffaldina di un giovane campano che, fingendosi un corriere di volta in volta di una società diversa Tnt, Bartolini, Ups), prendeva preliminarmente accordi con la direzione della società Fendi per il ritiro di numerosi capi griffati per poi riciclare la merce sul mercato nero.

Incastrato dai carabinieri

Questa volta, però, il truffatore camaleonte, ha trovato ad attenderlo i militari di Grassina che, fingendosi artigiani della azienda, inizialmente facevano il suo gioco, consegnandogli il materiale da spedire, ma poi lo bloccavano subito dopo.

Denunciato

Per il giovane è scattata una denuncia a piede ibero. La successiva perquisizione permetteva di rinvenire un documento falso e sul mezzo usato, anch’esso con targa contraffatta, diversi capi di abbigliamento da lavoro con i loghi di società di trasporti e spedizioni. Ulteriori indagini sono tuttora in corso per scoprire altre truffe messe al segno con lo stesso modus-operandi.  La merce da spedire, invece, è stata riconsegnata al legittimo proprietario.