Si fingono carabinieri: truffato un giovane vaianese che ha acquistato un cellulare sul web senza mai riceverlo.

Si fingono carabinieri: truffato un giovane vaianese

Al termine di un’analitica attività investigativa, i Carabinieri della Stazione di Vaiano hanno identificato due pregiudicati di Taranto denunciandoli per truffa in concorso e sostituzione di persona in quanto avevano incassato i soldi di una vendita online senza consegnare la merce venduta. Un ragazzo di Vaiano, dopo aver visto un annuncio su un noto sito internet di compravendita tra privati, decideva di procedere all’acquisto di un telefono cellulare pattuendo con il venditore la somma di 150 euro. Definita la trattativa, l’acquirente, tratto in inganno e fidandosi del venditore il quale, per carpirne la fiducia, nel corso del colloquio telefonico aveva detto di essere un Brigadiere dei Carabinieri, versava sulla carta postepay di quest’ultimo l’intera somma pattuita. Il truffatore, che aveva utilizzato per la trattativa telefonica il telefono intestato ad un complice, trattenendo i soldi ricevuti e concordando la consegna della merce senza mai consegnargliela, si rendeva irreperibile. A quel punto il ragazzo, dopo tanti e vani tentativi di contattare il venditore per ricevere la merce, si rivolgeva al Comandante della Stazione di Vaiano raccontandogli i dettagli di ciò che gli era accaduto. Dopo i necessari approfondimenti investigativi, i militari dell’Arma hanno raccolto inconfutabili elementi di reità a carico del venditore e del complice, denunciandoli alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Prato per truffa aggravata attraverso internet e sostituzione di persona.

Truffe informatiche

Negli ultimi tempi dietro la diffusione di internet si celano i rischi di cadere vittima di truffe informatiche. Proprio per fornire ai cittadini indicazioni per acquistare on line con sicurezza, sul sito dei Carabinieri, nell’area internet “il cittadino”, sono raccolti alcuni suggerimenti “Per non rimanere intrappolati nella rete…” molto utili per tutti coloro che per la prima volta si avvicinano all’e-commerce.

Leggi anche:  Terna: la risposta ufficiale alla realizzazione della nuova centrale a Vaiano

Questa denuncia pochi giorni dopo un altro intervento dei carabinieri alla stazione di Prato su un tedesco.