Oltre all’arresto del 55enne imprenditore, nei guai anche un 37enne grossetano pizzicato dai Carabinieri di Quarrata in un bar del centro dopo che aveva rubato il portafoglio di un agricoltore con dentro 1000 euro: per lui obbligo di dimora.

Le operazioni dei Carabinieri di Quarrata

Nei giorni scorsi, i Carabinieri di Quarrata traevano in arresto, e accompagnavamo presso il locale carcere, un 55enne imprenditore edile del luogo, perché colpito da un provvedimento di carcerazione, dovendo espiare la pena di anni 4 e mesi sei di reclusione, a seguito di una condanna passata in giudicato, per il reato di bancarotta fraudolenta. L’imprenditore, infatti, avrebbe sottratto fraudolentemente dall’attivo della ditta di cui era amministratore la somma di circa 800mila euro.

Sempre lo scorso sabato, 17 agosto, i Carabinieri della medesima stazione eseguivano un’ordinanza di obbligo di dimora emessa, dal Tribunale di Pistoia nei confronti di un pregiudicato 37enne originario del grossetano, sul conto del quale erano stati raccolti numerosi elementi probatori in ordine alle responsabilità del furto di un portafogli, contenente la somma di mille euro, da lui commesso introducendosi con scasso nella roulotte utilizzata da un agricoltore come spogliatoio per l’attività agricola svolta nei campi di sua proprietà.
I Carabinieri sono riusciti a risalire all’autore del furto mettendo a frutto la descrizione che il derubato aveva fornito della persona vista allontanare dal suo terreno in tutta fretta. Infatti durante la perlustrazione delle vie cittadine nel notare, tra gli avventori di un bar cittadino, una persona corrispondente alla suddetta descrizione lo sottoponevano a controllo, rinvenendo la somma di denaro prelevata poco prima. I successivi accertamenti permettevano di suffragare l’ipotesi investigativa.

Leggi anche:  Invece della dieta prescriveva ansiolitici: arrestato medico torinese che esercitava a Pistoia

LEGGI ANCHE: Turista inglese operata d’urgenza al San Jacopo