Staffetta per Giulio Regeni: cade il presidente del circolo di Vernio.

Staffetta per Giulio Regeni: cade il presidente del circolo

E’ in corso questa settimana la staffetta per Giulio Regeni partita da Duino. I genitori del giovane ricercatore morto in Egitto nel 2016.

Una staffetta che si concluderà a Roma il prossimo 3 ottobre nata e voluta per chiedere a gran voce che si faccia luce e si arrivi alla verità sulla morte di Giulio Regeni.

Questo pomeriggio la staffetta ha fatto tappa a Vernio e poi doveva arrivare a Vaiano dove ha subito un piccolo ritardo a causa di un incidente. Alla Pusignara infatti sembra sia caduto dalla bici il presidente del circolo Arci di Vernio. E’ stato soccorso dalla Misericordia di Vaiano e portato all’ospedale.

Intanto la “corsa” è ripresa e in questi momenti la staffetta sta arrivando a Vaiano davanti alla Casa del Popolo passando lungo via Giulio Braga dove nei giorni scorsi sono apparsi i primi striscioni gialli simbolo della richiesta di verità per Giulio Regeni.

Leggi anche:  Sei ordigni bellici ritrovati vicino alle case

Tanto l’entusiasmo che ha accolto i genitori di Regeni e gli altri staffettisti in Val di Bisenzio.

L’obbiettivo principale della ciclo-staffetta è quello di arrivare a Roma, davanti al Parlamento, e consegnare ai parlamentari una lettera della famiglia Regeni che spiega ciò che sarebbe necessario fare per ottenere la verità su ciò che è realmente successo nel gennaio di due anni fa in Egitto.