Terremoto a Colle di Val d’Elsa nella notte fra il 28 e 29 giugno fortunatamente non ha provocato danni. Il sindaco Alessandro Donati afferma: «Il meccanismo della protezione Civile si è subito messo in azione, ma attualmente non ci sono situazioni che ne determinino l’attività».

Le parole del sindaco dopo il terremoto a Colle Val d’Elsa

Queste le parole del primo cittadino di Colle Val d’Elsa, Alessandro Donati, dopo il sisma che nella notte ha fatto preoccupare e non poco gli abitanti della zona.

 

LEGGI ANCHE – Scosse di terremoto in Val d’Elsa nella notte fra 28 e 29 giugno

«Stanotte ci sono state due scosse di terremoto a Colle che abbiamo tutti distintamente sentito. La prima di magnitudo 2.6, la seconda di 3.2. L’epicentro è stato individuato nel triangolo Colle-Borgatello-Bibbiano. Il meccanismo della protezione Civile si è subito messo in azione, ma anche attualmente non ci sono situazioni che ne determinino l’attività. Ho contattato i Carabinieri e sono stato contattato dalla Protezione Civile e dai Vigili del Fuoco. Non si registrano danni a cose o persone. Nel corso della notte appena trascorsa ho verificato personalmente che tutti fossero rientrati in casa, oltre che in Piazza Arnolfo ed area circostante, anche a Borgatello, Campiglia, Le Grazie, Borgo Nuovo che sono state le zone più prossime all’epicentro».