Trasportava droga nascosta all’interno del suo scooter, ma i Carabinieri lo hanno fermato ed è finito in manette. Nel corso della serata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Oltrarno hanno arrestato A.E.C.A., cittadino marocchino di 41 anni, operaio in possesso di valido permesso di soggiorno. I carabinieri hanno fermato l’uomo mentre viaggiava a bordo del suo scooter nella zona di confine tra il comune di Impruneta e la località di Galluzzo e lo hanno trovato in possesso di un chilo di hashish, nascosto nel sottosella del ciclomotore. I militari dopo aver acquisito la notizia di strani e ripetuti passaggi, fatti principalmente nelle ore serali in stradine secondarie che collegano Galluzzo al comune di Impruneta, di un individuo sospetto a bordo di uno scooter hanno deciso di effettuare una serie di servizi che hanno portato all’arresto dell’uomo.

Il tentativo di fuga

Ieri, verso le ore 19, i militari dell’Arma hanno notato lo scooter sospetto nella zona indicata e si sono messi all’inseguimento per identificarlo. I carabinieri hanno intimato anche l’alt all’uomo che, vedendosi seguito, ha reagito accennando la fuga, prima con il mezzo poi, abbandonato quest’ultimo lungo la strada, a piedi. L’umo ha quindi iniziato la sua corsa all’interno di un campo limitrofo alla carreggiata. La corsa è comunque durata giusto qualche decina di metri.

Infatti, uno dei militari postosi all’inseguimento, dopo aver raggiunto l’uomo, è riuscito a bloccarlo. I successivi accertamenti hanno permesso di rinvenire nel bauletto sottosella del ciclomotore dieci panetti di hashish da 100 grammi l’uno, per un totale di un chilo di sostanza, in una tasca dei pantaloni inoltre aveva 75 euro, ritenuti il provento dell’attività di spaccio dalle Forze dell’ordine. Dopo l’arresto, il 41enne è stato tradotto presso il carcere di Sollicciano