Il premio, intitolato ad Angelo Betti, ideatore di Vinitaly, viene assegnato fin dal 1973

Vinitaly, premio benemerito della viticoltura toscana al conte Ferdinando Guicciardini

 

È stato assegnato al conte Ferdinando Guicciardini il premio di Benemerito della Viticoltura 2019 per la Toscana. La consegna del riconoscimento è avvenuta a Verona, nella giornata di apertura del Vinitaly (7-10 aprile).

Il premio, intitolato ad Angelo Betti, ideatore di Vinitaly, viene assegnato fin dal 1973 ai grandi interpreti del mondo enologico italiano, su segnalazione degli assessorati regionali all’agricoltura. A loro spetta infatti il compito di indicare coloro che, con la propria attività professionale o imprenditoriale, hanno contribuito e sostenuto il progresso qualitativo della produzione viticola ed enologica della propria regione e del proprio Paese.

La scelta, per il 2019, è andata al conte Guicciardini, un nome che si lega a una delle più antiche famiglie fiorentine e che, nella viticoltura, si connette a un marchio prestigioso come quello del Castello di Poppiano.

Leggi anche:  Per i funerali di Zeffirelli duomo e cupola chiusi

Nato nel 1937, dopo aver a lungo operato come economista e agroeconomista, da quasi quarant’anni Ferdinando Guicciardini svolge l’attività di imprenditore agricolo a tempo pieno nelle proprie aziende: il Castello di Poppiano, l’azienda storica, i Massi di Mandorlaia, e Belvedere Campoli.

Il conte Guicciardini è sempre stato molto impegnato anche nella partecipazione a consorzi e associazioni: è stato co-fondatore e presidente per 12 anni del Consorzio Chianti Colli Fiorentini, membro del CDA del Consorzio Morellino di Scansano e socio dal 2005 del Consorzio Vino Chianti Classico.