Il Comune di Carmignano, con uno stand dedicato al Museo Archeologico di Artimino Francesco Nicosia, per il quarto anno consecutivo sarà presente a TourismA, il Salone dell’archeologia e del turismo culturale promosso da Archeologia Viva (Giunti Editore).

Carmignano a TourismA

TourismA è un’occasione rilevante di visibilità e di promozione su scala nazionale per i musei e le istituzioni culturali che operano nel settore. Saranno un centinaio circa gli espositori presenti, sia italiani che stranieri; duecentocinquanta i relatori, numerosi gli ospiti che prenderanno parte alla tre giorni (solo per citarne alcuni: Alberto Angela, lo storico dell’arte Philippe Daverio, l’archeologo e scrittore Valerio Massimo Manfredi, il critico d’arte Vittorio Sgarbi, il soprintendente di Pompei Massimo Osanna, il direttore della Galleria degli Uffizi Eike  Schmidt, l’archeologo Andrea Carandini), tantissimi i laboratori didattici e gli eventi organizzati. Una manifestazione, giunta alla quinta edizione, che punta a coinvolgere tutte le realtà culturali ed economiche attive nel settore archeologico, artistico e monumentale: dalle istituzioni di ricerca pubbliche a quelle private, dai parchi ai musei, dagli enti di promozione agli operatori turistici, fino alle categorie professionali.

L’appuntamento con uno degli eventi fieristici congressuali più importanti e partecipati a livello europeo è da domani, venerdì 22, a domenica 24 febbraio, al Palazzo dei Congressi di Firenze (piazza Adua 1).

Leggi anche:  Sabato 23 marzo si chiude la stagione di prosa del teatro Manzoni di Pistoia

Un’importante vetrina dunque per il Comune di Carmignano, che per l’occasione potrà far conoscere ancora di più e al più vasto pubblico il ricco patrimonio conservato all’interno del Museo Archeologico di Artimino, i suoi allestimenti, i reperti, i manufatti e tutte le attività per adulti e bambini che quotidianamente vengono svolte al suo interno.

L’ingresso a TourismA è libero e gratuito, l’esposizione è aperta agli addetti ai lavori, ma anche a tutti gli appassionati di archeologia. Per avere altre informazioni e scoprire il programma della tre giorni è possibile visitare il sito www.tourisma.it/home.