Il Comune di Carmignano, con uno stand dedicato al Museo Archeologico di Artimino Francesco Nicosia, per il quarto anno consecutivo sarà presente a TourismA, il Salone dell’archeologia e del turismo culturale promosso da Archeologia Viva (Giunti Editore).

Carmignano a TourismA

TourismA è un’occasione rilevante di visibilità e di promozione su scala nazionale per i musei e le istituzioni culturali che operano nel settore. Saranno un centinaio circa gli espositori presenti, sia italiani che stranieri; duecentocinquanta i relatori, numerosi gli ospiti che prenderanno parte alla tre giorni (solo per citarne alcuni: Alberto Angela, lo storico dell’arte Philippe Daverio, l’archeologo e scrittore Valerio Massimo Manfredi, il critico d’arte Vittorio Sgarbi, il soprintendente di Pompei Massimo Osanna, il direttore della Galleria degli Uffizi Eike  Schmidt, l’archeologo Andrea Carandini), tantissimi i laboratori didattici e gli eventi organizzati. Una manifestazione, giunta alla quinta edizione, che punta a coinvolgere tutte le realtà culturali ed economiche attive nel settore archeologico, artistico e monumentale: dalle istituzioni di ricerca pubbliche a quelle private, dai parchi ai musei, dagli enti di promozione agli operatori turistici, fino alle categorie professionali.

L’appuntamento con uno degli eventi fieristici congressuali più importanti e partecipati a livello europeo è da domani, venerdì 22, a domenica 24 febbraio, al Palazzo dei Congressi di Firenze (piazza Adua 1).

Leggi anche:  "Nel giardino di Odile": la presentazione stasera in Provincia

Un’importante vetrina dunque per il Comune di Carmignano, che per l’occasione potrà far conoscere ancora di più e al più vasto pubblico il ricco patrimonio conservato all’interno del Museo Archeologico di Artimino, i suoi allestimenti, i reperti, i manufatti e tutte le attività per adulti e bambini che quotidianamente vengono svolte al suo interno.

L’ingresso a TourismA è libero e gratuito, l’esposizione è aperta agli addetti ai lavori, ma anche a tutti gli appassionati di archeologia. Per avere altre informazioni e scoprire il programma della tre giorni è possibile visitare il sito www.tourisma.it/home.