Curzio Malaparte: 62 anni fa moriva l’autore di “Maledetti Toscani”. Il ricordo nelle parole del Cpap (Comitato Provinciale Area Pratese).

Curzio Malaparte

Il 19 luglio 1957 moriva Curzio Malaparte, il pratesaccio per eccellenza, il fine intellettuale, pratese di nascita, che di Prato aveva fatto il centro del mondo.

Il ricordo

In questa occasione voglio, a nome di tutto il Comitato Provinciale Area Pratese, lanciare un messaggio alla città che da sempre si è vista  in prima fila nella storia, in tema di accoglienza: accogliamo gli stranieri insegnando loro le nostre tradizioni, insegnando loro l’amore che Malaparte aveva per Prato e la sua terra, delle vere e proprie lezioni di Prato ai nuovi pratesi. Curzio Malaparte non era totalmente pratese eppure, facendo sue le tradizioni pratesi e lo spirito dell’a città, lui stesso è diventato parte di esse.

Il nostro auspicio è che il “metodo malapartiano” sia applicato per far si che l’accoglienza diventi vera integrazione ed in questo potrebbero giocare un ruolo fondamentalmente positivo proprio i nostri consiglieri comunali neoeletti di origine cinese, Teresa Lin e Marco Wong, tramite i quali iniettare un pò di aria malapartiana alla nostra grande comunità cinese, che ancora della nostra Prato poco sa.

Fabio NESTI, Presidente Comitato Provinciale Area Pratese

Leggi anche:  Co(op)comerata di Ferragosto

LEGGI ANCHE: MUORE NEL BAGNO DELL’AZIENDA