Nel Teatrino della Villa torna a suonare l’antico organo del 1703. L’appuntamento è per giovedì 20 dicembre con il maestro Francesco Giannoni e musiche del 700′ e 800′ italiano.

Nel Teatrino della Villa torna a suonare l’antico organo

Nel Teatrino della Villa torna a suonare l’antico organo di Lorenzo Testa del 1703. Giovedì prossimo, 20 dicembre, nel Teatrino di Corte della Villa, il maestro Francesco Giannoni eseguirà un concerto d’organo con musiche del ‘700 e dell’800 italiano utilizzando questo strumento caro al Gran Principe Ferdinando, anche lui cembalista di un certo livello. Promosso dal Comune di Poggio a Caiano insieme al Polo Museale della Toscana all’interno delle iniziative natalizie poggesi, il concerto è stato fortemente voluto per valorizzare uno dei pochi strumenti musicali di origine medicea sopravvissuti, perfettamente funzionante. Dopo la morte del Gran Principe Ferdinando del 1713, l’organo di Lorenzo Testa fu impiegato esclusivamente per accompagnare il servizio liturgico inizialmente nella cappella della Villa di Lappeggi (1732) e, almeno dal 1786, in quella della Villa di Poggio. Successivamente, intorno agli anni Ottanta, fu oggetto di importanti interventi di restauro prima di essere esposto a Palazzo Pitti dove è rimasto fino a metà degli anni Novanta: nel 1996 l’organo fu riportato a Poggio e collocato nella suggestiva cornice del Teatrino della Villa Medicea dove è conservato tutt’oggi e dove giovedì prossimo, alle 21.15, tornerà a suonare grazie all’esperta guida del maestro Giannoni. Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria presso l’ufficio Turistico Pro Loco: 055 8798779 – info@prolocopoggioacaiano.it.

CONTINUA L’ALLERTA METEO