Complice uno scenario incantevole e la bellezza delle dolci serate settembrine il Castello di Signa ha vissuto una delle più belle e riuscite edizioni della sua Festa Medioevale.

Ovviamente la cosa più bella non sono stati gli accattivanti allestimenti, con banchi che hanno suscitato curiosità e interesse, o l’alta qualità di una gastronomia diffusa in più di un’osteria. Un bilancio sicuramente positivo quello fatto a conclusione dell’evento dall’assessore alla cultura Giampiero Fossi 

“Non è stata neppure la grande quantità di mostre d’arte o la presenza di una rinnovata cena medioevale a far considerare indimenticabile un fine settimana che ha visto il Castello di Signa invaso da migliaia di presenze. La grande bellezza che abbiamo vissuto in questi giorni è la forza di tante realtà che si uniscono e che insieme riescono a realizzare un qualcosa di grande. La sinergia fra forze vive che all’occorrenza sanno lavorare bene insieme costituisce il valore aggiunto di Signa. La Pro Loco, il Corteo Storico, la parrocchia di Santa Maria, il circolo Stella Rossa, l’Associazione Vivere Castello, insieme all’Amministrazione Comunale e ad altre associazioni del territorio, hanno rappresentato il vero “miracolo” di queste serate”.

Una cronaca di quanto avvenuto sarebbe sicuramente riduttiva e le centinaia di persone che hanno contribuito a questa riuscita si spengono nella bellezza di un grande risultato collettivo che ha visto Castello e Signa come indiscussi protagonisti.

Un lavoro di squadra

Viuzzi e piazzette completamente trasformati dai bellissimi allestimenti hanno fatto da cornice alle suggestioni che si sono provate ogni sera entrando nel giardino dell’Edera dove con il Palio, vinto da San Miniato, di venerdì e “Convivium”, la grande cena medioevale del sabato sono stati vissuti momenti di passione, di storia, di arte.

“L’incendio della torre ha concluso anche la rievocazione dell’assedio del 1397 – dice ancora l’assessore – che, attraverso la narrazione di Alessandro Calonaci e i balletti curati dalla Dance Connection e dall’associazione Shaolin Quan Fa, ha raccontato la vittoriosa difesa del Castello da parte delle sue donne. La cena, curata da Qualità e Servizi e distribuita ai tavoli dai volontari della Pro Loco che, sotto la guida di Elisabetta Marchetti, hanno dato prova di competenza ed eleganza è stata considerata da tutti i presenti all’altezza delle più rosee aspettative.

L’Amministrazione Comunale, presente in forze all’iniziativa, ha ringraziato ufficialmente, tramite le parole del sindaco Alberto Cristianini, Laura Mannori e la Pro Loco, senza dimenticare l’associazionismo castellano e signese, per l’ottima riuscita della Festa medioevale e della Fiera stessa.

Un forte ringraziamento da parte di tutti alle forze di Polizia Municipale, ai Carabinieri e alla Protezione Civile, oltre naturalmente a Pubblica Assistenza e Misericordia, per la professionalità con cui è stato gestito un evento così importante”.