Con “Pesce e Pasta” rinasce l’area dell’ex supermercato Colzi di Oste. Dopo l’apertura la scorsa estate del supermercato Conad, al posto dell’ex self – service due imprenditori di Monsummano aprono un ristorante che serve solo specialità di mare “espresse”. Assunti sei giovani della zona di Montemurlo – Montale e Prato.

Con “Pesce e Pasta” rinasce l’area

In via della Viaccia, angolo via Pistoiese, a Oste torna a vivere il grande immobile dove si trovava l’ex supermercato Colzi, chiuso un anno. Dopo l’inaugurazione lo scorso 30 agosto del supermercato Conad, ora, al posto del vecchio self-service, apre i battenti un’alta attività: il ristorante“Pesce e pasta” che propone specialità di mare “espresse” e a prezzi contenuti; inoltre nello stesso locale si trova anche il bar Mocambo. L’idea d’investire nella zona è di due imprenditori quarantenni di Monsummano, Karina Monteverdi e del marito Maxim Santoni, insieme al padre Giuseppe che li ha supportati in questa avventura:

«La scelta di venire a Montemurlo non è casuale – dicono – L’amministrazione comunale di Mo ha investito tantissime risorse nella riqualificazione della zona industriale e sul rilancio del lavoro. Questi elementi, uniti alle ricerche di mercato, ci hanno convinti a puntare su questa zona che ha moltissime potenzialità e nella quale crediamo con forza. Il nostro ristorante, infatti, vuole essere principalmente a servizio dei lavoratori della zona produttiva con piatti di grande qualità ma a prezzi contenuti e con un servizio rapido e puntuale».

“Pesce e pasta”, inoltre, è attento, fin dalla filiera della pesca, all’ecosostenibilità e per il proprio locale utilizza solo stoviglie compostabili e dunque al 100% riciclabili. Il locale che ha aperto, senza troppa pubblicità lunedì 10 dicembre, inoltre, ha fatto la scelta di assumere solo personale della zona:

Leggi anche:  Nuovo centro cittadino, la previsione dell'area commerciale sarà soggetta a un percorso partecipativo

«Abbiamo sei dipendenti, l’età media è sotto i 30 anni e arrivano tutti da Montemurlo, Montale e Prato», spiegano Karina e Maxim.

«Non posso che salutare con favore l’apertura di questo nuovo ristorante che va a incrementare e completare il tessuto economico della zona. Un ‘attività giovane e di qualità, che investe sui giovani e dà loro un importante opportunità di lavoro. Non posso che ringraziare la famiglia Santoni per aver scelto Montemurlo per il rilancio di questa attività che, sicuramente, sarà apprezzata dai lavoratori della zona e non solo» conclude il sindaco del Comune di Montemurlo, Mauro Lorenzini che ieri ha visitato il ristorante.

INCENDIO A MONTEMURLO: L’OSPITALITA’ DEI VICINI CHE OSPITANO GLI ANZIANI