Il progetto educativo nel 500° anniversario della morte s’intitola “Siamo con Leo”. E Leonardo da Vinci stesso  “compare” nelle scuole poggesi.

Leonardo da Vinci fa visita alle scuole di Poggio a Caiano

Un Leonardo redivivo nelle vesti (originali) di Cesare Berni, storica anima della Pro loco di Vinci, è apparso, in questi giorni, nelle scuole poggesi, per raccontare, dai luoghi della sua gioventù, anche in cinque videomessaggi inviati ai ragazzi, «la sua incredibile storia» (copyright Gabriele Zeloni curatore dell’iniziativa), ripercorrendo passo dopo passo i percorsi, attraverso borghi, città e paesi, che lo hanno visto protagonista, da Vinci a Firenze, passando per Poggio a Caiano. E’, in sintesi, il progetto “Stiamo con Leo”, pensato per gli studenti delle scuole poggesi, in occasione del 500esimo anniversario dalla scomparsa di Leonardo da Vinci, presentato stamani nel Palazzo comunale di Poggio a Caiano.

«Tutto nasce – spiega Zeloni – dopo un colloquio con la mia vecchia maestra di Poggetto, Laura Merli, da lì si è messo in moto un meccanismo, che ha portato alla definizione del progetto».

Un meccanismo avviato dal Consiglio dell’istituto comprensivo “Filippo Mazzei” di Poggio a Caiano, che ha ricevuto il timbro della dirigente Mariagrazia Ciambellotti («c’è stata subito un’entusiastica adesione di genitori e insegnanti. E’ l’esempio più lampante di comunità educante, di interazione tra territorio e scuola»), ha messo insieme le Pro Loco di Vinci («A Vinci – dice la presidente Stefania Galletti – sono state girate le clip, e abbiamo il costume di Leonardo, indossato dal nostro storico vice presidente Berni, che lo ha portato nelle scuole poggesi») e di Poggio a Caiano («con le Pro loco del Montalbano – afferma il presidente Francesco Ricciarelli – è da tempo che lavoriamo insieme per dare valore al nostro territorio»), è passato attraverso il comitato Assedio alla Villa («il progetto – annuncia la presidente Francesca Faggi – si concluderà a settembre, con la mostra nella prossima edizione della nostra rievocazione storica e culturale»), per incontrare il Comune di Poggio, gli assessorati alla Cultura e alla Pubblica istruzione, che con gli assessori Giacomo MariFabiola Ganucci si sono prodigati per promuovere “Stiamo con Leo”.

Leggi anche:  Azione anti-zanzare: lunedì 15 aprile assemblea pubblica alle Scuderie Medicee

«L’intuizione fondamentale – chiosa il sindaco Francesco Puggelli – è aver presentato l’affascinante storia di Leonardo con strumenti moderni, con un linguaggio visivo verso cui i nostri giovani sono particolarmente sensibili». Clip che, nelle parole della dirigente Ciambellotti, «stupiscono per la loro qualità».

Lo stesso stupore che descrive l’assessore Ganucci:

«I ragazzi sono rimasti letteralmente a bocca aperta quando si sono visti entrare in classe Leonardo. Un progetto che non si conclude qui, perché a settembre le scuole presenteranno elaborati, messi in mostra alle Scuderie medicee».

Il progetto è già iniziato, e sono circa mille gli studenti delle scuole poggesi – infanzia, elementari e media – all’opera già da novembre, a cui sono stati destinati i cinque videomessaggi (on-line fino al 2 maggio, data esatta della scomparsa di Leonardo) insieme ai quali ripercorreranno nei prossimi 50 giorni la vita di Leonardo, per poi lavorare insieme agli insegnanti ad elaborati in grado di descrivere e declinare le diverse intelligenze del Genio di Vinci.
L’idea, la regia e il montaggio sono stati curati da Gabriele Zeloni, i testi da Riccardo Palandri, con la collaborazione di Cesare Berni e con il supporto della storica dell’arte Giulia Ballerini. L’iniziativa è patrocinata dall’associazione italiana Le vie di Leonardo da Vinci – Insieme da Vinci per Itinerario culturale europeo su Leonardo.

LEGGI ANCHE: MUORE IN VIAGGIO DI NOZZE NEO SPOSINA DELLA PIANA FIORENTINA