Partita di calcio: si è svolta mercoledì 5 giugno, presso la casa circondariale di Ranza, nel comune di San Gimignano, organizzata dall’area educativa del carcere in collaborazione con l’IIS Roncalli di Poggibonsi.

Partita di calcio: protagonisti gli studenti

Protagonisti gli studenti dell’IIS Roncalli: quelli detenuti che frequentano il corso Turismo della scuola carceraria dell’IIS Roncalli e gli studenti della VAFM dell’Istituto valdelsano, accompagnati dalla docente Angela Ferretti e dal referente della scuola carceraria professor Luigi Zonno.  L’incontro si è svolto in tre tempi di 50’ ciascuno, il terzo dei quali ha visto confrontarsi due squadre miste di giovani studenti e detenuti. Un momento formativo importante che ha lasciato tutti soddisfatti.

“Una bella esperienza”

È stata una bella esperienza – dichiara Niccolò Cibecchini della VAFM- All’inizio avevo un po’ di ansia ed ero un po’ disorientato, ma poi abbiamo trovato un ambiente accogliente e ci siamo divertiti”.

Parla il Dirigente scolastico Marini

Ho partecipato personalmente all’incontro che ha rappresentato un momento importante per tutti gli studenti del nostro istituto coinvolti: – commenta il Dirigente scolastico Gabriele Marini- per gli studenti della V AFM che hanno avuto l’opportunità di fare un’esperienza didattica significativa, che si inserisce in un più ampio percorso di Educazione alla cittadinanza attiva e partecipata, e di confrontarsi con la complessità della vita carceraria; per gli studenti detenuti, che hanno avuto l’opportunità di un contatto e di un confronto con la realtà esterna, in un’ottica anche riabilitativa della pena. La sezione carceraria si inserisce nell’ambito della nostra offerta formativa dedicata agli adulti e siamo contenti di poter svolgere una funzione così importante come quella educativa e culturale all’interno del carcere di Ranza.”

LEGGI ANCHE: INCIDENTE 429: GRAVE UN MOTOCICLISTA

Leggi anche:  Will to MotivatEu: le delegazioni europee ospiti al Roncalli

LEGGI ANCHE: RUMORI MOLESTI NEL PIAZZALE: LA PROTESTA DI UN CITTADINO