Primo giorno di scuola: a Carmignano ultimi lavori alle scuole.

Primo giorno di scuola

Primo giorno di scuola: a Carmignano ultimi lavori alle scuole. Tra pochi giorni suonerà la prima campanella in tutti gli istituti del territorio. In attesa del rientro degli studenti sui banchi di scuola sono in via di ultimazione gli interventi di manutenzione nei plessi scolastici. Stamani il sopralluogo del sindaco Edoardo Prestanti e dell’assessore all’Ambiente Federico Migaldi alla scuola primaria Nazario Sauro di Comeana per monitorare lo stato dei lavori.

piazzale scuola

“Lunedì i nostri studenti torneranno in classe, stiamo quindi completando gli ultimi interventi in tutti i plessi scolastici per renderli sempre più sicuri, fruibili e a misura di studente – spiega il Sindaco Prestanti -. Insieme agli assessori Migaldi, Ceccarelli e Cecconi stiamo monitorando di giorno in giorno lo stato dei lavori, che stanno procedendo come da cronoprogramma. Entro lunedì 17 saranno, infatti, completate tutte le opere di manutenzione ordinaria e straordinaria di tutti gli istituti presenti nel nostro territorio. La cura e il miglioramento dei nostri poli scolastici sono fondamentali per garantire ai ragazzi una scuola sicura e vivibile”.

Nello specifico alla Nazario Sauro di Comeana è stato rifatto il piazzale di entrata ed è stata sostituita la pavimentazione autobloccante; è stata ritinteggiata la palestra, così come è stato imbiancato il tunnel di collegamento tra la parte vecchia e nuova dell’istituto. Sono in fase di ultimazione gli interventi all’interno della palestra, dove è già stata sostituita la pavimentazione con una nuova in pvc sportivo e sono state installate nuove attrezzature; entro domani saranno poste anche le barre paracolpi agli spigoli.

Leggi anche:  Lavoro sicuro: sigilli per un laboratorio cinese a Carmignano

Operai a lavoro anche nel giardino della scuola, dove si sta procedendo all’abbattimento di nove pini domestici a rischio caduta. Una decisione resa necessaria dopo un sopralluogo e la successiva indagine fitostatica effettuata dagli agronomi su tutte le alberature presenti in quell’area. Il tutto è scaturito dopo la caduta improvvisa di un pino domestico avvenuta lo scorso 30 agosto. Da qui l’intervento urgente dell’amministrazione, che si è subito attivata ed ha commissionato uno studio su tutti i pini presenti nell’area, per monitorarne lo stato di salute. Dall’indagine eseguita è emersa la necessità di abbattere i nove pini domestici presenti nel giardino in quanto presentano tutte difettosità insanabili al colletto o al fusto, con il conseguente rischio crollo.

 

“Tagliare le piante non fa mai piacere, ma in questo caso è stato reso necessario per garantire la tutela, la sicurezza e l’incolumità dei bambini e di tutto il personale che frequenta la scuola  – aggiunge l’assessore all’Ambiente Migaldi -. La perizia che avevamo richiesto ha, infatti, evidenziato la necessità di procedere al taglio dei nove pini, così ci siamo subito attivati. Il Comune sta comunque lavorando ad un piano biennale che prevederà la piantumazione di numerosi alberi in giardini, spazi pubblici e aree urbane”.