Si è svolto qualche giorno fa alla scuola media “Salvemini – La Pira” di Montemurlo il laboratorio di cittadinanza attiva, promosso da Regione Toscana in collaborazione con Oxfam Italia intercultura e il Comune di Montemurlo. Un percorso che si inserisce all’interno del progetto europeo Walk the Global Walk, che vede coinvolti gli studenti di dieci Paesi europei impegnati a organizzare progetti di sensibilizzazione dei cittadini verso lo sviluppo sostenibile delle città. La scuola media, infatti, da anni è impegnata nel dare ai suoi studenti competenze legate anche alla cittadinanza attiva grazie all’impegno delle docenti Elena Romanelli, Francesca Rosi e Nadia Vinciprova.

Dopo una mattinata intensa passata a lavorare in gruppo, gli studenti hanno individuato tre ambiti su cui poter far sentire la loro voce all’amministrazione comunale: maggiori momenti di partecipazione giovanile, animando luoghi già esistenti, dove fare doposcuola e avere l’opportunità di incontrarsi e dialogare; un miglioramento delle piste ciclabili della città; la sensibilizzazione dei cittadini rispetto alla protezione dell’area della Rocca di Montemurlo, vittima troppo spesso della maleducazione e di vandalismi.

“È stato davvero bello incontrare i ragazzi e ascoltare le loro richieste, che sono frutto di consapevolezza civica e di una riflessione sul territorio.- spiega l’assessora alla pubblica istruzione, Rossella De Masi – Ho dato ai ragazzi la disponibilità ad un incontro con i tecnici del settore lavori pubblici del Comune e con l’assessore competente per esporre le criticità individuate e recepire suggerimenti ed esigenze, ed ho proposto loro di creare di una mappa, dove raccogliere tutte le proposte. Inoltre mi è molto piaciuta l’idea dei ragazzi che vogliono organizzare una camminata alla Rocca per sensibilizzare i cittadini verso l’importanza di questo luogo, scrigno di arte, storia e bellezza”.

Da questa esperienza, inoltre, i ragazzi vogliono trarre un video per spingere i cittadini ad avere maggiore cura dell’ambiente e lottare contro l’inciviltà di chi abbandona rifiuti e deturpa la natura. Al confronto con gli studenti della scuola media “Salvemini- la Pira” ha partecipato anche la rappresentante del Parlamento degli Studenti della Toscana, Camilla Arcangioli.

Leggi anche:  Infortunio sul lavoro: trauma cranico per un 38enne

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Gli alunni della don Bosco di Mezzana “insegnano” l’inclusione