Firenze Settegiorni https://firenzesettegiorni.it Fri, 16 Nov 2018 10:53:35 +0000 it-IT hourly 1 Maria Drovandi: “Voglio mettere la mia conoscenza a disposizione degli altri” https://firenzesettegiorni.it/attualita/maria-drovandi-conoscenza-a-disposizione-degli-altri/ https://firenzesettegiorni.it/attualita/maria-drovandi-conoscenza-a-disposizione-degli-altri/#respond Fri, 16 Nov 2018 10:53:34 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6190 “Ad un certo punto della mia vita, soddisfatta del mio sapere e del mio saper fare, mi sono accorta che un traguardo ancora mancava per sentirmi completa e realizzata: mettere la mia conoscenza ed esperienza a disposizione di altre estetiste. Ciò che volevo era uscire dai confini del Centro nel quale ero cresciuta, maturata ma […]

Continua la lettura di Maria Drovandi: “Voglio mettere la mia conoscenza a disposizione degli altri” su Firenze Settegiorni.

]]>
“Ad un certo punto della mia vita, soddisfatta del mio sapere e del mio saper fare, mi sono accorta che un traguardo ancora mancava per sentirmi completa e realizzata: mettere la mia conoscenza ed esperienza a disposizione di altre estetiste. Ciò che volevo era uscire dai confini del Centro nel quale ero cresciuta, maturata ma che a quel punto della carriera non mi bastava più. Ma…Non sapevo bene da dove iniziare”. Si racconta così Maria Drovandi, 59 anni, portati meravigliosamente, sestese doc, tutta energia, organizzazione e flessibilità.

Maria Drovandi

“Per soddisfare un obiettivo, qualunque esso sia – prosegue – ti servono competenze, strategie e flessibilità. Raggiungere traguardi non è mai semplice, ecco la ragione per cui pochi o non tutti ci riescono”.

Per riuscirci Maria si è rimessa in gioco a un’età, dato non trascurabile, dove la maggior parte delle persone vorrebbe solo rallentare, e si è iscritta a un master. Qui Maria ha seguito un percorso preciso e molto impegnativo per ottenere dei risultati importanti. Si è sottoposta a prove dure che le hanno fatto conoscere i propri limiti ma anche le capacità e la forza di superarli. Maria gestisce da oltre 30 anni un salone di bellezza, un punto di riferimento importante per chi vuole prendersi cura del proprio corpo partendo da un approccio integrato e studiato specificamente sulla persona.

“Io nasco come estetista – ha detto Maria – e, nei primi anni della carriera, mi sono cimentata in questo lavoro in maniera tradizionale poi, quando ho sentito l’esigenza di cambiare, di dare una svolta alla mia vita, ho ripreso a studiare, ad approfondire nuove tecniche che tenessero conto del benessere partendo da uno stile di vita sano e soprattutto dell’importanza dell’individuo come persona con le sue unicità e peculiarità”.

Non trattamenti in serie, dunque, ma studiati per e con la persona. Un po’ come un abito sartoriale. Il vero traguardo che Maria si è portata a casa è però un altro.

“Credo che non ci si debba fermare mai – ha ribadito – Non si smette mai d’imparare e per questo ho deciso di mettere le mie conoscenze a disposizione di altre estetiste ma per farlo al meglio diventare coach nel settore bellezza è stato un passaggio obbligato. Così ho affrontato e superato le selezioni per entrare a far parte del Micap (Master Internazionale in coaching ad alte prestazioni) del dottor Roberto Cerè (Executive coach di grandi organizzazioni quali Scuderia Ferrari, Gucci, Banca Intesa, Mattel, Benetton)”.

Maria Drovandi

Un master che prevede molte prove. Fra queste un corso di sopravvivenza di sette giorni e sette notti sul monte Faito.

“E’ stata un’esperienza che mi ha insegnato – ha spiegato ancora Maria – a gestire situazioni particolari e difficili riuscendo a esercitare un controllo importante sull’ansia, a non perdersi a d’animo e a fronteggiare gli imprevisti. E’ stata un’esperienza meravigliosamente difficile”.

Non certo l’unica. Infatti il percorso per raggiungere l’obiettivo prevede anche la partecipazione alla maratona di New York. E Maria nel 2016 è riuscita a portare a termine con successo entrambe le prove.

“Una grande soddisfazione – ha commentato Maria Drovandi – Un traguardo che sono riuscita a raggiungere mettendo in campo tutto quello che ho appreso durante il corso. Prima della maratona mi ero sottoposta a esami medici che avevano evidenziato la presenza di un’anca incrinata e due versamenti. Tutti i medici mi hanno detto che non ce l’avrei fatta a superare la maratona ma io ho deciso di partecipare lo stesso. Quella decisione e quel traguardo ancora oggi mi fa dire: “Maria ce la fai” perché sono io che lo voglio. Una prova importante che richiede tenacia e determinazione ma soprattutto insegna che non si deve mai perdere di vista l’obbiettivo”.

Adesso Maria sta completando tutti gli step necessari per certificarsi coach.

“Sto completando la stesura del libro – ha concluso Maria – sulla mia vita, sulle mie diverse esperienze per far capire che con l’impegno e la determinazione è possibile cambiare e migliorarsi. Io ho attraversato tante fasi nella mia vita ma la volontà mi ha spinto a cimentarmi in qualcosa di più grande che è stato difficile raggiungere perché ha comportato un cambiamento profondo, quasi una rinascita. Raccontare la mia esperienza e il mio percorso formativo in un libro è anche un modo per aiutare gli altri, dando loro la spinta necessaria per trovare il coraggio di cambiare. Il libro, infatti, è una sorta di manuale ed è rivolto agli imprenditori della bellezza, lavoro che oggi posso svolgere con serenità e soddisfazione grazie a quella resilienza che la vita e questo ultimo master mi hanno sviluppato. Ovviamente il mio biglietto da visita è il centro di bellezza, quello che insegno oggi è il frutto della mia esperienza. Il master mi ha dato gli strumenti per potermi rivolgere con credibilità e autorevolezza ai professionisti”.

E questo, se un po’ abbiamo conosciuto Maria, è solo uno dei tanti traguardi che ancora l’aspettano.

Continua la lettura di Maria Drovandi: “Voglio mettere la mia conoscenza a disposizione degli altri” su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/attualita/maria-drovandi-conoscenza-a-disposizione-degli-altri/feed/ 0
Scontro tra auto e un furgone per il trasporto dell’ossigeno https://firenzesettegiorni.it/cronaca/scontro-auto-furgone-trasporto-dellossigeno/ https://firenzesettegiorni.it/cronaca/scontro-auto-furgone-trasporto-dellossigeno/#respond Fri, 16 Nov 2018 10:14:41 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6193 Incidente tra cinque auto e un furgone per il trasporto dell’ossigeno questa mattina. I vigili del fuoco del comando di Firenze, distaccamento di Firenze-Ovest, sono intervenuti nel comune di Campi Bisenzio in Viale Leonardo da Vinci, per un incidente stradale tra cinque autovetture e un furgone adibito al trasporto di bombole di ossigeno sanitario. Il […]

Continua la lettura di Scontro tra auto e un furgone per il trasporto dell’ossigeno su Firenze Settegiorni.

]]>
Incidente tra cinque auto e un furgone per il trasporto dell’ossigeno questa mattina.

I vigili del fuoco del comando di Firenze, distaccamento di Firenze-Ovest, sono intervenuti nel comune di Campi Bisenzio in Viale Leonardo da Vinci, per un incidente stradale tra cinque autovetture e un furgone adibito al trasporto di bombole di ossigeno sanitario.

Il personale dei Vigili del fuoco, giunto sul posto, dal momento che non vi erano persone rimaste incastrate nelle autovetture, ha garantito la sicurezza dello scenario ed è rimasta in via precauzionale a presidio delle bombole presenti sul furgone.

Continua la lettura di Scontro tra auto e un furgone per il trasporto dell’ossigeno su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/cronaca/scontro-auto-furgone-trasporto-dellossigeno/feed/ 0
Coppia arrestata per rapina impropria e tentato furto https://firenzesettegiorni.it/cronaca/coppia-arrestata-per-rapina-impropria-e-tentato-furto/ https://firenzesettegiorni.it/cronaca/coppia-arrestata-per-rapina-impropria-e-tentato-furto/#respond Fri, 16 Nov 2018 09:10:47 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6187 Coppia arrestata per rapina impropria e tentato furto. Gli articoli trafugati sono stati restituiti all’avente diritto. Coppia arrestata per rapina impropria e tentato furto Quando si è accorto di essere stato scoperto ha scaraventato addosso agli addetti alla sicurezza la merce che aveva trafugato poco prima ed il complice all’esterno ha usato violenza contro l’addetto alla […]

Continua la lettura di Coppia arrestata per rapina impropria e tentato furto su Firenze Settegiorni.

]]>
Coppia arrestata per rapina impropria e tentato furto. Gli articoli trafugati sono stati restituiti all’avente diritto.

Coppia arrestata per rapina impropria e tentato furto

Quando si è accorto di essere stato scoperto ha scaraventato addosso agli addetti alla sicurezza la merce che aveva trafugato poco prima ed il complice all’esterno ha usato violenza contro l’addetto alla sicurezza. Nella serata di ieri, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Prato hanno tratto in arresto una donna e un uomo di origini rumene poiché responsabili del reato di “rapina impropria”. Infatti, poco prima, al supermercato “Pam” di via Ferrucci, la donna era stato fermata dagli addetti alla sicurezza in quanto sorpresa con alcuni articoli occultatati sulla propria persona. Erano stati quindi allertati i carabinieri, ma la donna, vistasi scoperta, ha tentato di scappare e appena fuori il suo complice, per garantirle la fuga, ha ingaggiato una colluttazione con l’addetto alla sicurezza, colpendolo con pugni al volto e scaraventando contro di lui la merce. Nel frattempo i militari dell’Arma, prontamente intervenuti, sono riusciti a bloccare gli autore del reato intenti a scappare. Gli articoli trafugati sono stati restituiti all’avente diritto, mentre gli arrestati sono stati associati alla casa circondariale della Dogaia e quella femminile di Firenze Sollicciano.

Per vedere la prima pagina di Bisenziosette in edicola da oggi, cliccare qui.

Continua la lettura di Coppia arrestata per rapina impropria e tentato furto su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/cronaca/coppia-arrestata-per-rapina-impropria-e-tentato-furto/feed/ 0
Tenta di strangolare la moglie incinta di sei mesi https://firenzesettegiorni.it/cronaca/tenta-di-strangolare-la-moglie-incinta-di-sei-mesi/ https://firenzesettegiorni.it/cronaca/tenta-di-strangolare-la-moglie-incinta-di-sei-mesi/#respond Fri, 16 Nov 2018 09:01:16 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6184 Tenta di strangolare la moglie incinta di sei mesi: è successo a Sesto Fiorentino e su Bisenziosette oggi un ampio resoconto con i commenti dei locali vicini ancora aperti a quell’ora e cosa hanno sentito. Tenta di strangolare la moglie incinta di sei mesi C’è il resoconto sull’uomo 30enne che ha tentato di strangolare la […]

Continua la lettura di Tenta di strangolare la moglie incinta di sei mesi su Firenze Settegiorni.

]]>
Tenta di strangolare la moglie incinta di sei mesi: è successo a Sesto Fiorentino e su Bisenziosette oggi un ampio resoconto con i commenti dei locali vicini ancora aperti a quell’ora e cosa hanno sentito.

Tenta di strangolare la moglie incinta di sei mesi

C’è il resoconto sull’uomo 30enne che ha tentato di strangolare la moglie incinta di sei mesi a Sesto Fiorentino su Bisenziosette in edicola da oggi. Ma anche la condanna in primo grado dell’imprenditore calenzanese che per sua stessa ammissione negli ultimi anni della sua cooperativa e poi consorzio, preferiva pagare i suoi lavoratori con i soldi che aveva invece che pagare le tasse.

Ma c’è anche l’addio a un pezzo di storia di Campi con la chiusura di un negozio aperto da due secoli: i proprietari spiegano perché a fine anno chiuderanno il bandone.

Cosa sono le truffe sentimentali, truffe d’amore online in cui alla fine la persona di cui ci si è innamorati inizia a chiedere soldi per poi scomparire nel nulla: i nostri casi e come difendersi.

La Rsa abusiva a Montepiano (Vernio) con la donna che ci ricasca dopo essere stata “pizzicata” già due volte, ma i suoi compaesani la “assolvono”.

La storia curiosa della scommessa tra i due giovani poggesi con il loro Sindaco: un patto per riuscire a creare un campetto da basket in paese.

Questo e tanto altro su Bisenziosette in edicola da oggi, venerdì 16 novembre.

 

 

Continua la lettura di Tenta di strangolare la moglie incinta di sei mesi su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/cronaca/tenta-di-strangolare-la-moglie-incinta-di-sei-mesi/feed/ 0
Auto si ribalta in mezzo di strada a Buggiano (Pistoia) https://firenzesettegiorni.it/cronaca/auto-si-ribalta-in-mezzo-di-strada-a-buggiano-pistoia/ https://firenzesettegiorni.it/cronaca/auto-si-ribalta-in-mezzo-di-strada-a-buggiano-pistoia/#respond Thu, 15 Nov 2018 17:56:31 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6180 Auto si ribalta in mezzo di strada a Buggiano (Pistoia). Le due persone che erano dentro sono riuscite a uscire dalla macchina da soli. Auto si ribalta in mezzo di strada a Buggiano (Pistoia) I vigili del fuoco del comando di Pistoia, distaccamento di Montecatini,  sono intervenuti nel comune di Buggiano in via Livornese di […]

Continua la lettura di Auto si ribalta in mezzo di strada a Buggiano (Pistoia) su Firenze Settegiorni.

]]>
Auto si ribalta in mezzo di strada a Buggiano (Pistoia). Le due persone che erano dentro sono riuscite a uscire dalla macchina da soli.

Auto si ribalta in mezzo di strada a Buggiano (Pistoia)

I vigili del fuoco del comando di Pistoia, distaccamento di Montecatini,  sono intervenuti nel comune di Buggiano in via Livornese di sopra. Un’autovettura per cause in corso di accertamento, si è ribaltata.

Le due le persone coinvolte sono state in grado di uscire da sole dalla autovettura. Pertanto il personale dei vigili del fuoco si è adoperato per la messa in sicurezza dell’autovettura. Sul posto personale sanitario del 118 polizia locale.

Cliccare qui per le altre notizie sulla provincia di Pistoia.

Continua la lettura di Auto si ribalta in mezzo di strada a Buggiano (Pistoia) su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/cronaca/auto-si-ribalta-in-mezzo-di-strada-a-buggiano-pistoia/feed/ 0
Volley, la Savino del Bene al Mandela Forum per le gare di Champions League https://firenzesettegiorni.it/sport/volley-la-savino-del-bene-al-mandela/ https://firenzesettegiorni.it/sport/volley-la-savino-del-bene-al-mandela/#respond Thu, 15 Nov 2018 16:55:58 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6177 Volley, la Savino del Bene al Mandela Forum per le gare di Champions League: presentata in Palazzo Vecchio la sua stagione in coppa. Volley: le gare della Savino del Bene La Savino Del Bene lancia la sua avventura europea presentando in Palazzo Vecchio le gare di Champions League che disputerà a Firenze. Nell’occasione inoltre la […]

Continua la lettura di Volley, la Savino del Bene al Mandela Forum per le gare di Champions League su Firenze Settegiorni.

]]>
Volley, la Savino del Bene al Mandela Forum per le gare di Champions League: presentata in Palazzo Vecchio la sua stagione in coppa.

Volley: le gare della Savino del Bene

La Savino Del Bene lancia la sua avventura europea presentando in Palazzo Vecchio le gare di Champions League che disputerà a Firenze. Nell’occasione inoltre la società del patron Paolo Nocentini ha presentato anche le maglie che indosserà in Europa. Dopo i risultati ottenuti nella scorsa stagione, la Savino Del Bene Scandicci ha infatti conquistato il diritto di giocare la maggiore competizione europea per club, la Cev Champions League.

“La pallavolo è sempre più di casa nella nostra città e nella nostra provincia – ha detto l’assessore allo Sport Andrea Vannucci – Siamo molto felici che al Mandela Forum vada in scena una competizione di questo livello e che la squadra scandiccese possa avere il sostegno dei propri tifosi e appassionati a poca distanza da casa”.

La squadra farà parte della Pool D insieme alle campionesse d’Italia dell’Imoco Volley Conegliano, alle vincitrici dell’ultimo campionato tedesco del Ssc Palmberg Schwerin e alle polacche del Lks Commercecon Lódz. Il cammino in coppa di coach Parisi e delle sue ragazze comincerà mercoledì 21 novembre alle 20.30 in casa della Imoco Volley Conegliano, mentre la seconda giornata, in programma il 20 dicembre vedrà la Savino Del Bene Scandicci impegnata in casa. Una ‘casa’ speciale, visto che tutte le gare interne della Savino Del Bene in Champions League si disputeranno al Nelson Mandela Forum di Firenze. Il nuovo regolamento della Champions League prevede cinque gironi all’italiana da quattro squadre. Al termine delle sei gare complessive, le prime classificate e le migliori tre seconde accederanno ai quarti di finale. Da otto, le squadre resteranno quattro e si affronteranno in semifinale su gare di andata e ritorno. Le due vincenti si contenderanno in gara unica il trofeo.

Programma delle gare casalinghe

20 dicembre 2018 vs Lks Commercecon Lódz

23 gennaio 2019 vs Ssc Palmberg Schwerin

20 febbraio 2019 vs Imoco Volley Conegliano

Qui per l’altra squadra toscana che ha fatto bene nel turno infrasettimanale di campionato.

Continua la lettura di Volley, la Savino del Bene al Mandela Forum per le gare di Champions League su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/sport/volley-la-savino-del-bene-al-mandela/feed/ 0
Avviso maltempo: codice giallo in Toscana https://firenzesettegiorni.it/attualita/avviso-maltempo-codice-giallo-in-toscana/ https://firenzesettegiorni.it/attualita/avviso-maltempo-codice-giallo-in-toscana/#respond Thu, 15 Nov 2018 16:26:41 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6174 Avviso maltempo: in arrivo un’ondata di gelo dall’Europa orientale con raffiche di vento per domani. Avviso maltempo: codice giallo in Toscana Il Centro Funzionale della Regione Toscana ha emesso un avviso di criticità codice GIALLO valido per la giornata del 16 NOVEMBRE per vento forte, valido anche per la zona B nella quale ricade anche […]

Continua la lettura di Avviso maltempo: codice giallo in Toscana su Firenze Settegiorni.

]]>
Avviso maltempo: in arrivo un’ondata di gelo dall’Europa orientale con raffiche di vento per domani.

Avviso maltempo: codice giallo in Toscana

Il Centro Funzionale della Regione Toscana ha emesso un avviso di criticità codice GIALLO valido per la giornata del 16 NOVEMBRE per vento forte, valido anche per la zona B nella quale ricade anche parte del territorio della Val di Bisenzio.

Sulla base delle previsioni meteorologiche odierne e delle valutazioni dei possibili effetti al suolo effettuate, si prefigurano i seguenti scenari di criticità: per oggi, giovedì, prevalenti condizioni di stabilità. Per domani, venerdì, è previsto l’ingresso di aria fredda dall’Europa orientale, con conseguente rinforzo dei venti di grecale sulla Toscana.

Vento

Oggi, giovedì, nulla da segnalare. Domani, venerdì, in particolare dal pomeriggio, venti in rinforzo da nord-est con forti raffiche.

Criticità Giallo

Sono possibili fenomeni occasionalmente pericolosi per l’incolumità delle persone, in grado di causare disagi e danni a carattere locale.
Sono possibili isolate rotture di rami e/o caduta di alberi, caduta di tegole e cornicioni, localizzati danni alle strutture provvisorie, con trasporto di materiale vario.
Sono possibili localizzati problemi alla circolazione stradale in particolare su viadotti e ponti, con temporanee interruzioni della viabilità. Sono possibili occasionali disagi dovuti a ritardi o cancellazioni dei collegamenti terrestri, ferroviari, aerei e marittimi.
Sono possibili occasionali problemi alle reti di distribuzione di servizi (tra cui telefonia ed elettricità) con temporanee interruzioni dei servizi.

Continua la lettura di Avviso maltempo: codice giallo in Toscana su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/attualita/avviso-maltempo-codice-giallo-in-toscana/feed/ 0
Viale Leonardo da Vinci: ancora un incidente https://firenzesettegiorni.it/cronaca/viale-leonardo-da-vinci-ancora-un-incidente/ https://firenzesettegiorni.it/cronaca/viale-leonardo-da-vinci-ancora-un-incidente/#respond Thu, 15 Nov 2018 15:46:55 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6171 Viale Leonardo da Vinci, non c’è pace per questa strada. Dopo il roccambolesco incidente della scorsa settimana che ha coinvolto un grosso camion e bloccato la strada per ore, questa volta è toccato all’autista di unna macchina che ha fatto tutto da solo. Viale Leonardo da Vinci: ancora un incidente I Vigili del Fuoco di […]

Continua la lettura di Viale Leonardo da Vinci: ancora un incidente su Firenze Settegiorni.

]]>
Viale Leonardo da Vinci, non c’è pace per questa strada. Dopo il roccambolesco incidente della scorsa settimana che ha coinvolto un grosso camion e bloccato la strada per ore, questa volta è toccato all’autista di unna macchina che ha fatto tutto da solo.

Viale Leonardo da Vinci: ancora un incidente

I Vigili del Fuoco di Prato sono intervenuti alle tre di notte circa nel comune di Prato nel Viale Leonardo da Vinci, vicino MC Donalds, per  incidente stradale. Il personale Vigilfuoco. Ha estratto dall’abitacolo di una autovettura  un uomo per poi essere preso in carico dal personale Sanitario del 118. Nessun altro mezzo è rimasto coinvolto. La squadra VVF ha messo in sicurezza la zona interessata dall’incidente. Sul posto le Forze dell’ordine per gli adempimenti di loro competenza.

Continua la lettura di Viale Leonardo da Vinci: ancora un incidente su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/cronaca/viale-leonardo-da-vinci-ancora-un-incidente/feed/ 0
Attraversa la strada: 86enne investita da una 50enne https://firenzesettegiorni.it/cronaca/attraversa-la-strada-86enne-investita-da-una-50enne/ https://firenzesettegiorni.it/cronaca/attraversa-la-strada-86enne-investita-da-una-50enne/#respond Thu, 15 Nov 2018 15:35:28 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6169 Attraversa la strada: 86enne investita da una 50enne. L’incidente stamani in via Forlanini. Intervenuta una pattuglia della Polizia Municipale del Reparto di Rifredi. Attraversa la strada: 86enne investita da una 50enne Stava attraversando la strada quando è stata urtata da un’auto. È accaduto stamani intorno a mezzogiorno in via Forlanini. Protagonista una 86enne fiorentina. Per cause […]

Continua la lettura di Attraversa la strada: 86enne investita da una 50enne su Firenze Settegiorni.

]]>
Attraversa la strada: 86enne investita da una 50enne. L’incidente stamani in via Forlanini. Intervenuta una pattuglia della Polizia Municipale del Reparto di Rifredi.

Attraversa la strada: 86enne investita da una 50enne

Stava attraversando la strada quando è stata urtata da un’auto. È accaduto stamani intorno a mezzogiorno in via Forlanini. Protagonista una 86enne fiorentina. Per cause ancora da accertare, l’auto proveniente da viale Guidoni in direzione Novoli ha urtato violentemente l’anziana che, a piedi, stava attraversando la strada verso il centro commerciale. Sul posto è intervenuta una pattuglia della Polizia Municipale del Reparto di Rifredi. La donna ha riportato gravi lesioni ma non è in pericolo di vita ed è stata portata in ospedale. La conducente, una 50enne fiorentina, è stata sottoposta ad alcol test con esito negativo. Gli agenti le hanno ritirato la patente per lesioni.

Continua la lettura di Attraversa la strada: 86enne investita da una 50enne su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/cronaca/attraversa-la-strada-86enne-investita-da-una-50enne/feed/ 0
Legge Basaglia: a 40 anni dalla chiusura dei manicomi se ne parla a Carmignano https://firenzesettegiorni.it/attualita/legge-basaglia-a-40-anni-dalla-chiusura-dei-manicomi/ https://firenzesettegiorni.it/attualita/legge-basaglia-a-40-anni-dalla-chiusura-dei-manicomi/#respond Thu, 15 Nov 2018 15:21:56 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6165 Legge Basaglia: a 40 anni dalla chiusura dei manicomi se ne parla a Carmignano nell’incontro “A spasso con Basaglia” in sala consiliare questo sabato. Legge Basaglia: a 40 anni dalla chiusura dei manicomi Sono passati quarant’anni da quando è stata approvata la legge 180, ai più nota come Legge Basaglia, la riforma pensata e voluta […]

Continua la lettura di Legge Basaglia: a 40 anni dalla chiusura dei manicomi se ne parla a Carmignano su Firenze Settegiorni.

]]>
Legge Basaglia: a 40 anni dalla chiusura dei manicomi se ne parla a Carmignano nell’incontro “A spasso con Basaglia” in sala consiliare questo sabato.

Legge Basaglia: a 40 anni dalla chiusura dei manicomi

Sono passati quarant’anni da quando è stata approvata la legge 180, ai più nota come Legge Basaglia, la riforma pensata e voluta dallo psichiatra Franco Basaglia che sancì la chiusura dei manicomi. E delle tematiche ancora aperte dopo l’uscita della Legge Basaglia si parlerà sabato 17 novembre a partire dalle 9.30 nella Sala Consiliare del Comune di Carmignano in occasione di “A spasso con Basaglia. Dall’istituzione al territorio”. Una conversazione tra passato, presente e futuro per capire meglio cosa vuol dire fare riabilitazione in psichiatria oggi, il tutto insieme a relatori di spicco e attraverso il racconto di esperienze di lavoro.

L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Carmignano, è promossa dalla Cooperativa Humanitas – attiva sul territorio comunale di Carmignano da più di trenta anni -, in collaborazione con il Consorzio Astir, Iama, Fuorischema, Alice Cooperativa Sociale, polisportiva Baol e Frank Diddi.

Modera l’incontro il presidente della Cooperativa Humanitas Alessio Nincheri. Dopo i saluti istituzionali del Sindaco Edoardo Prestanti, è previsto l’intervento della presidente del Consorzio Astir Loretta Giuntoli, che si soffermerà sull’impegno per la salute mentale e la nascita della Cooperativa. Antonio Cirri, presidente di Iama e sindaco di Carmignano ai tempi della nascita della Cooperativa, parlerà delle istituzioni proprio al tempo dell’avvio dell’attività di Humanitas. Previsto poi l’intervento di Gabriele Nardi, psicoterapeuta e presidente della Cooperativa Fuorischema su “La casa famiglia che lavora senza intrattenere”; insieme all’artista e progettista di Spazio Corte 17 Chiara Bettazzi si affronterà la tematica delle collaborazioni tra arte e archeologia industriale. E poi spazio a “Stigma ammazziamoli – un calcio allo stigma” promosso da Atletic Nadir di Prato e Cooperativa Alice, con Fabio Apa e Siro Dal Maso. Il convegno sarà anche l’occasione per parlare delle esperienze di lavoro, tra movimento e natura, insieme a Giulia Gradi danza-movimento-terapeuta e poi ancora non mancherà un focus su sport e integrazione con Francesca Maffucci, presidente della Polisportiva Baol. Seguiranno poi le poesie di Mirko e alle 13 pranzo organizzato dagli ospiti delle strutture Humanitas. Subito dopo video, foto, laboratorio agricolo, presentazione del progetto vado fuori, testimonianze e letture di poesie in compagnia di Frank Diddi e dei ragazzi della Cooperativa.

Per informazioni e contatti è possibile inviare una mail a eventi@coophumanitas.it.

Continua la lettura di Legge Basaglia: a 40 anni dalla chiusura dei manicomi se ne parla a Carmignano su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/attualita/legge-basaglia-a-40-anni-dalla-chiusura-dei-manicomi/feed/ 0
Assunzioni per le scuole di Sesto https://firenzesettegiorni.it/economia/assunzioni-per-le-scuole-di-sesto/ https://firenzesettegiorni.it/economia/assunzioni-per-le-scuole-di-sesto/#respond Thu, 15 Nov 2018 15:01:33 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6161 Assunzioni per le scuole di Sesto Fiorentino rivolte ai servizi di prima infanzia. Assunzioni per le scuole di Sesto Nuove assunzioni, certificazioni di qualità e gradimento degli utenti sempre più alto: i servizi per la prima infanzia comunali confermano la propria eccellenza anche per questo anno educativo. Nei giorni scorsi è arrivata infatti la conferma […]

Continua la lettura di Assunzioni per le scuole di Sesto su Firenze Settegiorni.

]]>
Assunzioni per le scuole di Sesto Fiorentino rivolte ai servizi di prima infanzia.

Assunzioni per le scuole di Sesto

Nuove assunzioni, certificazioni di qualità e gradimento degli utenti sempre più alto: i servizi per la prima infanzia comunali confermano la propria eccellenza anche per questo anno educativo.
Nei giorni scorsi è arrivata infatti la conferma della certificazione di qualità ISO 9001:2015, in seguito alla visita degli ispettori dell’Ente certificatore che hanno potuto valutare la qualità del funzionamento dei nidi e dell’ufficio servizi all’infanzia. Un riconoscimento confermato anche dagli oltre 200 questionari somministrati nei mesi scorsi agli utenti dei nidi, ai quali è stato chiesto di valutare da 1 a 10 i servizi alla luce dell’esperienza dell’anno 2017/2018 in quattro ambiti: “struttura e ambiente”, “aspetti educativi”, “partecipazione delle famiglie” e “organizzazione del servizio”. In tutti gli ambiti si è registrato un miglioramento rispetto alle giù ottime valutazioni dell’anno precedente: il voto medio per “struttura e ambiente” è stato pari a 9,09 (8,9 nel 2016/2017), “aspetti educativi” passa a 9,24 da 8,8, “partecipazione delle famiglie” si è attestato a 9,01 da 8,63, “organizzazione del servizio”, infine, avanza da 9,03 a 9,21. 9,41 è la valutazione complessiva di soddisfazione del servizio.
“La certificazione di qualità trova una rispondenza da parte delle famiglie che fruiscono dei servizi all’infanzia comunali. Questo dato è emblematico e motivo di grande soddisfazione, poiché significa che l’apprezzamento tra addetti ai lavori ed utenti è unanime – osserva l’assessore all’Istruzione Silvia Bicchi – Abbiamo investito e continueremo ad investire sui servizi all’infanzia a gestione diretta, a partire dal personale, il cui lavoro e impegno hanno permesso di raggiungere gli elevati standard di qualità: anche quest’anno abbiamo assunto tre nuove educatrici, alle quali va l’augurio di un buon lavoro. Nei prossimi anni intendiamo continuare a migliorare l’offerta di servizi a bambini e famiglie sempre continuando a lavorare nell’ambito del sistema integrato”.

Per altre notizie su Sesto Fiorentino cliccare a questo link.

Continua la lettura di Assunzioni per le scuole di Sesto su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/economia/assunzioni-per-le-scuole-di-sesto/feed/ 0
Studio: il Comune di Vaiano stanzia 26mila euro per l’Istituto Bartolini https://firenzesettegiorni.it/economia/studio-il-comune-di-vaiano-stanzia-26mila-euro/ https://firenzesettegiorni.it/economia/studio-il-comune-di-vaiano-stanzia-26mila-euro/#respond Thu, 15 Nov 2018 14:52:34 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6157 Studio: il Comune di Vaiano stanzia 26mila euro per l’Istituto Bartolini, ben cinquemila euro in più rispetto all’anno precedente. Studio: il Comune di Vaiano stanzia 26mila euro per l’Istituto Bartolini L’ampliamento dell’offerta formativa e in particolare i percorsi di apprendimento, educativi e di studio, lo sviluppo delle abilità sociali e della cittadinanza attiva e l’allestimento […]

Continua la lettura di Studio: il Comune di Vaiano stanzia 26mila euro per l’Istituto Bartolini su Firenze Settegiorni.

]]>
Studio: il Comune di Vaiano stanzia 26mila euro per l’Istituto Bartolini, ben cinquemila euro in più rispetto all’anno precedente.

Studio: il Comune di Vaiano stanzia 26mila euro per l’Istituto Bartolini

L’ampliamento dell’offerta formativa e in particolare i percorsi di apprendimento, educativi e di studio, lo sviluppo delle abilità sociali e della cittadinanza attiva e l’allestimento di alcuni spazi esterni sono l’obiettivo del contributo che il Comune di Vaiano ha assegnato all’istituto Bartolini di Vaiano.

La giunta vaianese ha approvato infatti lo stanziamento di 26 mila euro (a fronte dei 21 mila dello scorso anno) a favore dell’Istituto comprensivo per l’attuazione di una serie di interventi.

“La scuola lavora fra l’altro sul fenomeno del disagio scolastico con l’obiettivo di prevenire l’abbandono, sull’accoglienza e il recupero dei prerequisiti linguistici non solo per gli alunni stranieri e deve dare risposta agli eventuali bisogni specifici degli studenti”, sottolinea l’assessore alla Scuola del Comune Fabiana Fioravanti, spiegando come il contributo sia fondamentale per dare attuazione ai bisogni primari sul piano del diritto allo studio e della didattica e per realizzare progetti specifici.

Domani su Bisenziosette anche una iniziativa dell’assessore Fioravanti con tutte le classi 5° delle elementari di Vaiano e La Briglia.

Cliccare qui per altre notizie su Vaiano.

 

Continua la lettura di Studio: il Comune di Vaiano stanzia 26mila euro per l’Istituto Bartolini su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/economia/studio-il-comune-di-vaiano-stanzia-26mila-euro/feed/ 0
Visite ginecologiche irregolari: licenziati i medici dell’ospedale di Prato https://firenzesettegiorni.it/cronaca/visite-ginecologiche-irregolari-licenziati/ https://firenzesettegiorni.it/cronaca/visite-ginecologiche-irregolari-licenziati/#respond Thu, 15 Nov 2018 14:41:10 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6154 Visite ginecologiche irregolari: licenziati i medici dell’ospedale di Prato coinvolti nella nota vicenda giudiziaria iniziata questa estate. Visite ginecologiche irregolari: licenziati i medici dell’ospedale di Prato L’azienda Usl Toscana Centro fa sapere che i sono conclusi con il licenziamento i procedimenti disciplinari nei confronti di alcuni dei medici coinvolti nella nota vicenda su irregolarità relative all’effettuazione […]

Continua la lettura di Visite ginecologiche irregolari: licenziati i medici dell’ospedale di Prato su Firenze Settegiorni.

]]>
Visite ginecologiche irregolari: licenziati i medici dell’ospedale di Prato coinvolti nella nota vicenda giudiziaria iniziata questa estate.

Visite ginecologiche irregolari: licenziati i medici dell’ospedale di Prato

L’azienda Usl Toscana Centro fa sapere che i sono conclusi con il licenziamento i procedimenti disciplinari nei confronti di alcuni dei medici coinvolti nella nota vicenda su irregolarità relative all’effettuazione di visite specialistiche in ambito ginecologico presso l’Ospedale di Prato.

L’Azienda ha già provveduto a rinforzare l’organico del reparto con l’assunzione di nuovo personale.

Il fatto

Tutto era iniziato nell’autunno scorso quando una ragazza di nazionalità cinese si sentì male a causa di una pillola abortiva. Fu lei in ospedale a Prato a spiegare che l’aveva ricevuta da un medico attraverso un mediatore. Sono così partite le indagini che subito hanno accertato come quella particolare pillola fosse stata data alla donna direttamente dentro l’ospedale ma senza alcuna ricetta. Dopo mesi e mesi di controlli e indagini sui pazienti di origine cinese si è scoperta una vera e propria organizzazione messa in piedi da quattro ginecologi dell’ospedale di Prato per visite a nero per i pazienti cinesi con tre intermediari (sia i medici che gli intermediari cinesi sono subito finiti ai domiciliari).

I costi

Un sistema illecito consolidato che fruttava circa 100/150 euro a visita che poi il medico si divideva con l’intermediario cinese.

Continua la lettura di Visite ginecologiche irregolari: licenziati i medici dell’ospedale di Prato su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/cronaca/visite-ginecologiche-irregolari-licenziati/feed/ 0
Città più intelligenti d’Italia: Firenze sale la classifica https://firenzesettegiorni.it/altro/citta-piu-intelligenti-ditalia-firenze-sale-la-classifica/ https://firenzesettegiorni.it/altro/citta-piu-intelligenti-ditalia-firenze-sale-la-classifica/#respond Thu, 15 Nov 2018 14:27:48 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6151 Città più intelligenti d’Italia: Firenze sale la classifica. Milano è la città più smart d’Italia, seguita da Torino, al secondo posto, e da Bologna, al terzo. Città più intelligenti d’Italia: Firenze sale la classifica Milano è la città più smart d’Italia, seguita da Torino, al secondo posto, e da Bologna, al terzo. Ma Firenze rispetto all’anno […]

Continua la lettura di Città più intelligenti d’Italia: Firenze sale la classifica su Firenze Settegiorni.

]]>
Città più intelligenti d’Italia: Firenze sale la classifica. Milano è la città più smart d’Italia, seguita da Torino, al secondo posto, e da Bologna, al terzo.

Città più intelligenti d’Italia: Firenze sale la classifica

Milano è la città più smart d’Italia, seguita da Torino, al secondo posto, e da Bologna, al terzo. Ma Firenze rispetto all’anno passato sale nettamente la classifica.

È quanto emerge dalla quarta edizione dello Smart City Index, il rapporto di EY che analizza le 117 città capoluogo italiane, classificando il loro sviluppo in termini di reti e infrastrutture intelligenti e misurando la loro capacità di innovare e offrire servizi di qualità ai propri cittadini. Nel rapporto 2018, che si avvale di oltre 480 diversi indicatori, l’analisi è stata effettuata in base a quattro livelli: infrastrutture di rete, sensoristica, piattaforme dati, applicazioni mobili e web.

Le loro caratteristiche

Come emerge dal rapporto, le Smart City sono più attrattive e più competitive della media delle città italiane e rappresentano un volano significativo dell’economia del Paese. Già oggi lo sviluppo delle tecnologie IoT (Internet of Things) ha generato un mercato pari a 3,7 miliardi di euro, mentre circa il 40% dei 2,5 milioni di posti di lavoro previsti nei prossimi cinque anni saranno creati proprio nelle città. Di questi oltre 350.000 saranno ad elevata specializzazione, legati ai diversi comparti della Smart City. Anche la nascita di nuove imprese trova nelle principali città l’ambiente più fertile per il loro sviluppo: circa 6.000 start up e 400 tra incubatori e co-working sono collocati in ambienti urbani di medie e grandi dimensioni.

Il podio è del Nord

Anche quest’anno il podio resta saldamente nelle mani delle grandi città del Nord Italia. Milano, grazie soprattutto alle sue infrastrutture di trasporto pubblico e alle sue piattaforme digitali, accelera e soppianta Bologna, in testa alla classifica 2016, quale città leader, posizionandosi come città più smart e innovativa, in grado di confrontarsi alla pari con le città metropolitane delle altre regioni industriali europee.

 

Qui per vedere le altre notizie di Firenze.

Continua la lettura di Città più intelligenti d’Italia: Firenze sale la classifica su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/altro/citta-piu-intelligenti-ditalia-firenze-sale-la-classifica/feed/ 0
Molino Rossi: 25 lavoratori licenziati https://firenzesettegiorni.it/economia/molino-rossi-25-lavoratori-licenziati/ https://firenzesettegiorni.it/economia/molino-rossi-25-lavoratori-licenziati/#respond Thu, 15 Nov 2018 14:18:59 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6148 Molino Rossi: i 25 lavoratori sono stati licenziati. A nulla sono serviti gli sforzi fatti in questi ultimi mesi con istituzioni locali e regionali. Molino Rossi: i 25 lavoratori sono stati licenziati Nonostante tutti gli sforzi fatti, nonostante gli innumerevoli incontri, nonostante tutto l’aiuto offerto da istituzioni locali e regionali, i 25 lavoratori della Molino […]

Continua la lettura di Molino Rossi: 25 lavoratori licenziati su Firenze Settegiorni.

]]>
Molino Rossi: i 25 lavoratori sono stati licenziati. A nulla sono serviti gli sforzi fatti in questi ultimi mesi con istituzioni locali e regionali.

Molino Rossi: i 25 lavoratori sono stati licenziati

Nonostante tutti gli sforzi fatti, nonostante gli innumerevoli incontri, nonostante tutto l’aiuto offerto da istituzioni locali e regionali, i 25 lavoratori della Molino Rossi sono stati licenziati.

“Non è bastato l’attaccamento dimostrato dai lavoratori nei confronti della loro azienda, attaccamento che li ha portati anche a cercare quelle soluzioni, che la proprietà nel suo torpore non cercava. Perché, quello che più lascia l’amaro in bocca, rispetto ad una vicenda che potrebbe sembrare molto simile alle altre, è stato proprio l’atteggiamento della proprietà”.

Lo dice la Flai Cgil di Pisa.

“La proprietà, almeno a parole, ha sempre dimostrato comprensione e solidarietà nei confronti della “propria gente”, ma nei fatti non ha fatto che prenderla in giro. Perché di fronte ad una crisi dovuta solo ad un’incapacità imprenditoriale, il primo atto ufficiale è stato quello di aprire una procedura di mobilità.
Perché per mesi si è continuato a mentire, raccontando che erano state messe in piedi azioni, nei fatti, mai compiute. Perché, ogni qualvolta che si chiedeva un’assunzione di responsabilità, l’azienda o chi per essa si trincerava dietro un “vorremmo… ma non possiamo… perché rischiamo..”
Ed i lavoratori? Non era forse giusto correre un rischio per quelle famiglie messe alla fame da errori non loro, lavoratori che hanno commesso l’unico errore di voler continuare a fidarsi, fino in fondo, di qualcuno che diceva che avrebbe fatto l’impossibile per salvare l’azienda.
Invece non solo non è stato fatto l’impossibile, ma nemmeno il possibile! Da capire se per incapacità o per volontà, perché spesso la via più facile è quella più seguita.
Ma a questo punto ciò non è più importante. Oggi ciò che conta è che ci sono 25 disoccupati in più, non più giovanissimi, che avranno serie difficoltà a ricollocarsi.E ch e con le belle parole non si mette il pane sul tavolo di nessuno, come invece avrebbero fatto quei soldi in più, dell’incentivo all’esodo, negati senza motivi comprensibili.
Ma la lotta dei lavoratori del Molino non si spegnerà come qualcuno vorrebbe. Non permetteremo che i riflettori si spengano così presto su questa triste vicenda. Nella ferma convinzione che prima o poi quel Molino ripartirà, perché ha tutte le carte in regola per farlo, chiederemo a chiunque sarà presto o tardi la nuova proprietà, di assumere prima di altri questi lavoratori, che hanno tutta la conoscenza e la professionalità per far tornare la Molino ad essere leader del settore in ambito regionale, e non solo”.

Per tutte queste ragioni è stata indetta una manifestazione per domani, 16 novembre alle ore 10.30. Il concentramento sarà nella piazza principale di Ripafratta, comune di San Giuliano.

 

Continua la lettura di Molino Rossi: 25 lavoratori licenziati su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/economia/molino-rossi-25-lavoratori-licenziati/feed/ 0
Bisonte grande rimonta contro Saugella https://firenzesettegiorni.it/sport/bisonte-grande-rimonta-contro-saugella/ https://firenzesettegiorni.it/sport/bisonte-grande-rimonta-contro-saugella/#respond Thu, 15 Nov 2018 14:02:43 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6145 Bisonte rimonta dopo un iniziale parziale di 0 a 2 nello scontro infrasettimanale a Firenze contro Monza. Bisonte grande rimonta contro Saugella La squadra di Miguel Angel Falasca aveva iniziato la serata del Mandela Forum di Firenze nel miglior modo possibile. Punto dopo punto il Saugella era arrivato a condurre 0-2 nel conto dei set e il […]

Continua la lettura di Bisonte grande rimonta contro Saugella su Firenze Settegiorni.

]]>
Bisonte rimonta dopo un iniziale parziale di 0 a 2 nello scontro infrasettimanale a Firenze contro Monza.

Bisonte grande rimonta contro Saugella

La squadra di Miguel Angel Falasca aveva iniziato la serata del Mandela Forum di Firenze nel miglior modo possibile. Punto dopo punto il Saugella era arrivato a condurre 0-2 nel conto dei set e il grosso della strada in direzione della vittoria piena sembrava fatto. Invece l’interminabile terzo set ha premiato le toscane del Bisonte, che hanno riaperto la gara chiudendo sul 32-30 a loro favore.

Finale in rimonta

Da lì in poi la strada si è fatta in salita per il Saugella, che è rimasto in campo per quasi tre ore per poi raccogliere “solo un punto, visto che Firenze ha vinto il quarto parziale e poi anche il quinto. Sfida davvero entusiasmante, che ha visto Monza soffrire particolarmente la tedesca Louise Lippmann, autrice di 30 punti. In casa Saugella, la miglior marcatrice è stata l’azzurra Serena Ortolani, “fermatasi” a 24. Per le ragazze di Falasca si tratta della terza sconfitta su 5 partite disputate finora in campionato.

Il tabellino

Il Bisonte Firenze-Saugella Monza 3-2
Parziali: 20-25, 24-26, 32-30, 25-15, 15-12
Firenze: Sorokaite 9, Venturi, Popovic 11, Dijkema 1, Candi, Parrocchiale, Daalderop, Santana 11, Degradi 11, Bonciani, Lippmann 30, Alberti 12. All. Caprara.
Monza: Begic, Orthmann 15, Facchinetti 1, Bianchini 19, Bonvicini, Hancock 1, Adams 12, Devetag 1, Balboni, Partenio, Arcangeli, Ortolani 24, Melandri 8. All. Falasca.

La situazione

La classifica del campionato di serie A1 femminile dopo 5 giornate. Casalmaggiore 12, Novara 11, Brescia 10, Busto Arsizio 9, Conegliano 9, Scandicci 9, Firenze 8, Monza 7, Cuneo 5, Filottrano 3, Club Italia 1, Chieri e Bergamo 0 (Chieri-Busto si gioca giovedì sera). La Saugella tornerà in campo sabato, sul campo di Cuneo (diretta tv su Raisport, inizio 20.30).

Continua la lettura di Bisonte grande rimonta contro Saugella su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/sport/bisonte-grande-rimonta-contro-saugella/feed/ 0
Grazie nonno: la commedia in scena all’ex Meucci https://firenzesettegiorni.it/cultura-e-turismo/grazie-nonno-la-commedia-in-scena-allex-meucci/ https://firenzesettegiorni.it/cultura-e-turismo/grazie-nonno-la-commedia-in-scena-allex-meucci/#respond Wed, 14 Nov 2018 14:30:36 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6137 Grazie nonno: la commedia in scena all’ex Meucci. Organizzato dalla Proloco di Montepiano con una compagnia nata in seno alla stessa nel 2016. Grazie nonno: la commedia in scena all’ex Meucci Il nonno Radames, ciabattino burlone con la passione per il gioco e le donne, la nuora Giulia e i tre nipoti Gaetano, Tosca ed […]

Continua la lettura di Grazie nonno: la commedia in scena all’ex Meucci su Firenze Settegiorni.

]]>
Grazie nonno: la commedia in scena all’ex Meucci. Organizzato dalla Proloco di Montepiano con una compagnia nata in seno alla stessa nel 2016.

Grazie nonno: la commedia in scena all’ex Meucci

Il nonno Radames, ciabattino burlone con la passione per il gioco e le donne, la nuora Giulia e i tre nipoti Gaetano, Tosca ed Aida non passano tempi facili dopo la morte del babbo. La loro situazione però potrebbe risolversi se la bella Tosca accettasse la proposta di matrimonio del ricco fattore Cecco, peccato che sia innamorata del giovane Armando. È l’incipit della commedia brillante Grazie Nonno, scritta da Luciano Baroni e messa in scena dalla compagnia Teatro Instabile Arnaldo Gualtieri di Montepiano.

L’appuntamento con lo spettacolo, organizzato dalla Pro Loco Montepiano con il patrocinio del Comune di Vernio, è per sabato 17 novembre alle ore 21.15 presso la Sala delle Capriate del Meucci. Gli interpreti sono Luigi Bartoloni, Sabina Gardi, Claudia Morganti, Francesco Cangioli, Marta Storai, Giulio Storai, Gianluca Scatizzi, Marco Saccardi, Gabriele Ori, Daniela Matteucci, Tommaso Del Guasta, suggeritrice Sara Rescazzi.

La compagnia, nata nel 2016 in seno alla Pro Loco Montepiano, conta 25 appassionati, tra attori, addetti alla scenografia ed ai costumi e mette in scena commedie tradizionali del repertorio in vernacolo fiorentino.

Per informazioni: info@prolocomontepiano.com.

Continua la lettura di Grazie nonno: la commedia in scena all’ex Meucci su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/cultura-e-turismo/grazie-nonno-la-commedia-in-scena-allex-meucci/feed/ 0
Al via domani il Festival dell’Economia civile https://firenzesettegiorni.it/attualita/al-via-domani-il-festival-delleconomia-civile/ https://firenzesettegiorni.it/attualita/al-via-domani-il-festival-delleconomia-civile/#respond Wed, 14 Nov 2018 12:50:23 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6129 Tutto pronto per la terza edizione del Festival dell’Economia Civile. Da domani, gli innovatori sociali di tutta Italia si ritroveranno a Campi Bisenzio per raccontare la loro idea di società e di come migliorarla. “Sarà l’edizione della concretezza” conferma il sindaco Emiliano Fossi, che metterà in circolo progettualità nuove e farà il punto sulle esperienze avviate […]

Continua la lettura di Al via domani il Festival dell’Economia civile su Firenze Settegiorni.

]]>
Tutto pronto per la terza edizione del Festival dell’Economia Civile. Da domani, gli innovatori sociali di tutta Italia si ritroveranno a Campi Bisenzio per raccontare la loro idea di società e di come migliorarla.

“Sarà l’edizione della concretezza”

conferma il sindaco Emiliano Fossi, che metterà in circolo progettualità nuove e farà il punto sulle esperienze avviate da mesi. Dopo il successo dell’edizione 2017, con i suoi 2mila visitatori, quest’anno si farà un passo in avanti verso la costruzione di una comunità più coinvolta, che applica un’idea di economia dalla connotazione decisamente più civile, perché partecipata e rispettosa dell’ambiente

Saranno giornate di discussioni, condivisioni di buone pratiche e innovazione. Nel distretto di economia civile più vivace d’Italia si parlerò di volontariato civico, orti urbani, residenze artistiche, della rigenerazione urbana, responsabilità economica e d’impresa.

Il programma

Inaugurazione del Festival dell’Economia civile domani alle 14 nel foyer del TeatroDante Carlo Monni, con l’evento dedicato agli innovatori sociali “Le idee per la città”:  designer sociali, operatori culturali, accademici e giovani imprenditori incontreranno gli amministratori e proporranno i loro progetti per il distretto dell’economia civile, frutto della due giorni di prefestival, Urbum, il cantiere urbano che nella sua edizione zero  vuole sperimentare un nuovo modo di progettare.

La mattina verranno coinvolte le scuole con i laboratori di educazione ambientale a cura di Alia.  Il pomeriggio è dedicato al confronto e alle riflessioni, con il primo incontro della rete dei distretti italiani di economia civile nata dopo l’esperienza di Campi a cui parteciperà anche il sindaco Emiliano Fossi. Seguiranno incontri sull’economia circolare, la rigenerazione delle periferie urbane e la responsabilità sociale d’impresa, con le più grandi aziende del territorio che inizieranno un percorso condiviso in questa direzione. La giornata si concluderà con un tavolo di confronto sull’accoglienza e la proposta di un progetto pilota da realizzare a livello locale e una cena con le associazioni campigiane  al circolo Rinascita.

Venerdì il programma si arricchisce di altri appuntamenti. Sul palco del Teatrodante Carlo Monni si farà posto una lunga tavolata che ospiterà pezzi rappresentativi della città. Sarà anche il giorno delle buone pratiche, come quella sperimentata all’Isola d’Elba con le residenze d’artista: L’Elba del Vicino, una formula di accoglienza alternativa grazie alla quale turisti e cittadini interagiscono condividendo la bellezza e le risorse del luogo. Poi le esperienze delle cooperative di comunità, gli orti urbani e i laboratori con esperti di beni comuni, educazione digitale e politiche sociali. La sera, alle 21.30, al Teatrodante Carlo monni, ci sarà lo spettacolo a ingresso gratuito “Rifiutopoli”.

Sabato giornata conclusiva che si apre con un dialogo sul futuro ispirato al Laudato  si’ con il vescovo di Rieti Domenico Pompili, il professore Stefano Mancuso e Enrico Fontana, direttore de “La Nuova Ecologia”. Si prosegue con l’incontro tra gli amministratori locali e l’assessore regionale Vittorio Bugli sul manifesto per l’Economia Civile. Chiude il festival un confronto tra il sindaco Emiliano Fossi e il rettore dell’Università di Firenze, Luigi Dei.

Nei giorni del festival verrà inoltre  inaugurata nella Biblioteca Comunale una sezione interamente dedicata all’economia civile, che renderà disponibile a tutti le conoscenze sul tema grazie ai libri donati da accademici esperti e altri acquistati dal Comune.

“Siamo pronti e non nascondo l’emozione per un evento ormai atteso e su cui ci sono molte aspettative –  dichiara il sindaco di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi – Abbiamo costruito un modello di partecipazione e solidarietà che ha rafforzato il nostro senso civico e ci ha reso ancora di più una comunità coesa e solida. Siamo convinti che sia questa la strada giusta per dare una risposta seria ai problemi sociali con cui tutti facciamo i conti ogni giorno. Oggi i distretti dell’economia civile sono nodi di una rete sempre più ampia e forte, che cresce di edizione in edizione, grande come l’Italia che vuole cambiare”

Il Festival è organizzato dal Comune Campi Bisenzio, Regione Toscana, Legambiente Toscana, Scuola di Economia Civile, Anci Toscana con il supporto di Unicoop, Scuola Coop, Alia, Cesvot, Arci Firenze, MCL Firenze, Fondazione Il Cuore si scioglie onlus, Slow Food Scandicci, Fondazione Finanza Etica, Istituto Gramsci Toscano, Nuovo Modo, 91C

Per informazioni: www.festivaleconomiacivile.it

Continua la lettura di Al via domani il Festival dell’Economia civile su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/attualita/al-via-domani-il-festival-delleconomia-civile/feed/ 0
I Medici: Uffizi vanno in trasferta negli Usa con gli arazzi di Caterina https://firenzesettegiorni.it/attualita/i-medici-uffizi-vanno-in-trasferta-negli-usa/ https://firenzesettegiorni.it/attualita/i-medici-uffizi-vanno-in-trasferta-negli-usa/#respond Wed, 14 Nov 2018 12:39:19 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6130 I Medici: Uffizi vanno in trasferta negli Usa con gli arazzi di Caterina. Restaurati grazie alla donazione di una benefattrice americana, saranno in mostra al Cleveland Museum of Art fino a gennaio. I Medici: Uffizi vanno in trasferta negli Usa con gli arazzi di Caterina Gli Uffizi in trasferta negli Stati Uniti. Avverrà dal 18 novembre, […]

Continua la lettura di I Medici: Uffizi vanno in trasferta negli Usa con gli arazzi di Caterina su Firenze Settegiorni.

]]>
I Medici: Uffizi vanno in trasferta negli Usa con gli arazzi di Caterina. Restaurati grazie alla donazione di una benefattrice americana, saranno in mostra al Cleveland Museum of Art fino a gennaio.

I Medici: Uffizi vanno in trasferta negli Usa con gli arazzi di Caterina

Gli Uffizi in trasferta negli Stati Uniti. Avverrà dal 18 novembre, fino al 21 gennaio, quando il Cleveland Museum of Art accoglierà la mostra ‘Renaissance Splendor: Catherine de’ Medici’s Valois Tapestries’: ne saranno protagonisti, insieme ad una selezione di tesori medicei, sei enormi arazzi appartenenti alla collezione delle Gallerie.

Realizzati dai grandi maestri della manifattura bruxellese del ‘500 ed accolti in Palazzo Pitti, documentano la magnificenza dell’arte e del costume dei Granduchi a Firenze e della dinastia Valois in Francia nel Sedicesimo secolo.

La storia

Attualmente custoditi nei depositi del museo, queste opere gigantesche, ma per loro stessa natura assai fragili, si erano gravemente deteriorate con il passare dei secoli, ma hanno potuto riacquisire il loro originario splendore grazie ad un complesso ed esteso intervento di restauro, finanziato con una donazione di oltre 500mila euro dalla filantropa statunitense Veronica Atkins.

Ora, completamente recuperati, verranno per la prima volta esposti negli Stati Uniti, grazie ad un progetto elaborato dagli Uffizi insieme al Cleveland Museum of Art: il programma prevede anche che l’istituzione culturale statunitense contribuisca alla realizzazione del futuro museo degli arazzi, negli spazi di Palazzo Pitti, mettendo a disposizione la somma di ulteriori 100mila euro. Ampi dai quattro ai sei metri, i sei capolavori esposti a Cleveland sono Viaggio di corte, Assalto all’elefante, Assalto alla balena, Festa per gli ambasciatori polacchi, Festa sull’acqua; ricchissimi di dettagli e sfumature, offrono una particolareggiata testimonianza di alcuni dei momenti sociali più tipici nella vita delle grandi corti principeshe del ‘1500.

Il direttore

Ad illustrarne caratteristiche e segreti al pubblico americano sarà domani, durante la inaugurazione della rassegna nella città dell’Ohio, lo stesso direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt. “Questa mostra offre l’ opportunità unica agli appassionati d’arte statunitensi di ammirare la bellezza originale di questo gruppo di arazzi medicei, che nel tempo era andata perduta”, spiega il direttore. “Dopo tanti anni – aggiunge Schmidt – siamo riusciti a farli finalmente restaurare, ed ora potranno farsi conoscere di là dall’Atlantico. E presto la loro maestosità stupirà non solo i visitatori americani, ma quelli di tutto il mondo: saranno infatti i protagonisti delle sale del nuovo museo degli Arazzi che stiamo predisponendo in Palazzo Pitti”.

Il console

Intanto, al progetto espositivo di Uffizi e Museum of Art di Cleveland plaude il Console Benjamin Wohlauer: “Il Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Firenze è in procinto di celebrare il suo bicentenario nel 2019 – ricorda il diplomatico – e siamo fieri di veder rafforzarsi i rapporti fra icone culturali americane ed italiane come le Gallerie degli Uffizi e il Cleveland Museum of Art. Inoltre fondazioni filantropiche americane come The Friends of the Uffizi danno l’opportunità agli americani di poter restituire qualcosa ad un museo ed una città che hanno fatto così tanto per sostenere e proteggere il patrimonio mondiale. Gli Stati Uniti e l’Italia beneficiano di milioni di partnership individuali formate nel corso degli anni e le belle arti hanno unito americani ed italiani fin dall’inizio. Mostre straordinarie come “Renaissance Splendor: Catherine de’ Medici’s Valois Tapestries” arricchiscono questa nostra storia condivisa, ricordandoci che gli scambi culturali rimangono una pietra miliare fondamentale del nostro rapporto bilaterale”.

Qui l’articolo della donazione.

Continua la lettura di I Medici: Uffizi vanno in trasferta negli Usa con gli arazzi di Caterina su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/attualita/i-medici-uffizi-vanno-in-trasferta-negli-usa/feed/ 0
Attacco ai giornalisti: la solidarietà della Cgil Toscana https://firenzesettegiorni.it/attualita/attacco-ai-giornalisti-la-solidarieta-della-cgil-toscana/ https://firenzesettegiorni.it/attualita/attacco-ai-giornalisti-la-solidarieta-della-cgil-toscana/#respond Wed, 14 Nov 2018 10:55:59 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6124 Attacco ai giornalisti: la solidarietà della Cgil Toscana. Tante le parole di solidarietà arrivate in questi giorni. Attacco ai giornalisti: la solidarietà della Cgil Toscana “L’attacco violento, oltre che sguaiato, ai giornalisti da parte di esponenti del governo e del movimento che lo sostiene è inaccettabile”.  Lo afferma Dalida Angelini, segretaria generale della Cgil Toscana. […]

Continua la lettura di Attacco ai giornalisti: la solidarietà della Cgil Toscana su Firenze Settegiorni.

]]>
Attacco ai giornalisti: la solidarietà della Cgil Toscana. Tante le parole di solidarietà arrivate in questi giorni.

Attacco ai giornalisti: la solidarietà della Cgil Toscana

“L’attacco violento, oltre che sguaiato, ai giornalisti da parte di esponenti del governo e del movimento che lo sostiene è inaccettabile”.  Lo afferma Dalida Angelini, segretaria generale della Cgil Toscana. “La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure”, lo dice l’art.21 della Costituzione, tutti dovrebbero averlo ben chiaro, a maggior ragione chi su quella carta ha giurato assumendo incarichi di governo. La libertà di stampa non è cosa che riguarda solo i giornalisti che hanno il dovere di informare, riguarda tutti e ciascuno di noi che abbiamo il diritto di essere informati. Non c’è democrazia senza libertà di stampa. L’attacco violento oltre che sguaiato ai giornalisti da parte di esponenti del governo e del movimento che lo sostiene è inaccettabile. La Cgil Toscana è a fianco dei giornalisti toscani e a quelli che in tutta Italia domani scendono in piazza per dire basta attacchi: per la Toscana l’appuntamento è per oggi alle 12 sotto la Prefettura di Firenze.

Tante le parole di solidarietà arrivate ai giornalisti in questi giorni, tra cui quelle del sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi:

“Le parole inqualificabili pronunciate da alcuni membri del Governo contro i giornalisti e il mondo dell’informazione sono estranee a qualsiasi dialettica democratica. Lealtà, etica, rispetto reciproco devono essere alla base del rapporto tra Istituzioni e organi di stampa che in una democrazia matura sono garanzia e presidi di libertà. Quanto udito in questi giorni richiama, per toni e violenza, l’eco inquietante di un periodo della nostra storia che vide la cancellazione di ogni libertà. Per questo, oggi, sosteniamo la mobilitazione promossa dalla FNSI in difesa della libertà di stampa e della dignità delle migliaia di giornalisti che, ogni giorno, con il loro lavoro, danno attuazione all’articolo 21 della Costituzione”.

Continua la lettura di Attacco ai giornalisti: la solidarietà della Cgil Toscana su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/attualita/attacco-ai-giornalisti-la-solidarieta-della-cgil-toscana/feed/ 0
Preservativi gratis per gli under 26 in Toscana https://firenzesettegiorni.it/cronaca/preservativi-gratis-per-gli-under-26-in-toscana/ https://firenzesettegiorni.it/cronaca/preservativi-gratis-per-gli-under-26-in-toscana/#respond Wed, 14 Nov 2018 08:22:17 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6120 Preservativi gratis per gli under 26 in Toscana. Contraccettivi gratuiti per i giovani sotto i 26 anni, preservativi e pillola: è questa la nuova iniziativa della Regione Toscana. Preservativi gratis per gli under 26 in Toscana Preservativi e pillola gratis per gli under 26. Un’iniziativa della Regione Toscana per l’educazione alla salute e l’educazione sessuale. […]

Continua la lettura di Preservativi gratis per gli under 26 in Toscana su Firenze Settegiorni.

]]>
Preservativi gratis per gli under 26 in Toscana. Contraccettivi gratuiti per i giovani sotto i 26 anni, preservativi e pillola: è questa la nuova iniziativa della Regione Toscana.

Preservativi gratis per gli under 26 in Toscana

Preservativi e pillola gratis per gli under 26. Un’iniziativa della Regione Toscana per l’educazione alla salute e l’educazione sessuale.

Si tratta di una iniziativa che prevede anche programmi per l’educazione alla salute e l’educazione sessuale nelle scuole, campagne informative per la prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili e dell’Hiv. E ancora: rafforzamento dei consultori per la contraccezione e laprevenzione delle interruzioni volontarie di gravidanza.

Le misure sono previste da una delibera approvata lunedì 12 novembre dalla Giunta toscana. La gratuità dei contraccettivi, ha spiegato il governatore toscano, Enrico Rossi, è estesa fino ai 46 anni di età “alle donne che si trovano in difficoltà economiche nei due anni successivi a un’interruzione volontaria di gravidanza o a un anno dal parto”.

Quella di dare preservativi gratis a tutti gli under 26, osserva Rossi, è “una decisione che abbiamo fortemente voluto ed è fondamentale per contrastare malattie sessualmente trasmissibili, evitare gravidanze indesiderate, ridurre il ricorso all’aborto. Non solo profilattici: la gratuità riguarderà moltissimi altri metodi anticoncezionali. Ora lavoriamo – conclude il governatore – per potenziare l’educazione sessuale nelle scuole, l’attività dei consultori e le campagne informative su una sessualità sana e consapevole”. In Toscana, conclude Rossi, “la salute sessuale è al primo posto”.

Per l’assessore toscano al diritto alla salute Stefania Saccardi, “vogliamo tutelare e promuovere la salute sessuale riproduttiva dei giovani e delle donne, prevenire le interruzioni di gravidanza e ridurre i tassi di abortività, prevenire le malattie sessualmente trasmesse e la diffusione dell’Hiv”.

In Toscana, la trasmissione sessuale è responsabile del 75,6% dei nuovi casi adulti di Aids, il 43,5% dei casi è imputabile a rapporti eterosessuali, dei quali il 62% si scopre sieropositivo al momento della diagnosi di Aids. Da qui la necessità di una maggior informazione e sensibilizzazione della popolazione sull’infezione Hiv.

A fronte della crescente precocità sessuale, l’uso del profilattico è in calo ed è percepito quasi esclusivamente a scopo contraccettivo, trascurando i rischi delle malattie a trasmissione sessuale: paradossalmente, come emerge da uno studio dell’Agenzia regionale di sanità, lo si usa meno con il crescere dell’età e del numero dei partner: il 41,6% dei ragazzi di età compresa tra i 14 e i 19 anni ha già avuto un rapporto sessuale completo, ma soltanto il 56,3% utilizza il profilattico.

 

La sanità in Toscana si arricchisce di nuovi impianti. Il link qui.

Continua la lettura di Preservativi gratis per gli under 26 in Toscana su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/cronaca/preservativi-gratis-per-gli-under-26-in-toscana/feed/ 0
Telegram: esce il nuovo canale del comune di Montemurlo https://firenzesettegiorni.it/altro/telegram-esce-il-nuovo-canale-del-comune-di-montemurlo/ https://firenzesettegiorni.it/altro/telegram-esce-il-nuovo-canale-del-comune-di-montemurlo/#respond Tue, 13 Nov 2018 15:18:32 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6116 Telegram: esce il nuovo canale del comune di Montemurlo. Il nuovo social sarà utilizzato per diffondere le allerte della protezione civile, ma anche per informare sulla viabilità cittadina, su bandi e ordinanze, e altre notizie di pubblica utilità. Telegram: esce il nuovo canale del comune di Montemurlo Il Comune di Montemurlo amplia e integra i propri […]

Continua la lettura di Telegram: esce il nuovo canale del comune di Montemurlo su Firenze Settegiorni.

]]>
Telegram: esce il nuovo canale del comune di Montemurlo. Il nuovo social sarà utilizzato per diffondere le allerte della protezione civile, ma anche per informare sulla viabilità cittadina, su bandi e ordinanze, e altre notizie di pubblica utilità.

Telegram: esce il nuovo canale del comune di Montemurlo

Il Comune di Montemurlo amplia e integra i propri canali di comunicazione web con i cittadini e inaugura un nuovo social, Telegram, con un canale dedicato. Per rimanere informati basterà scaricare sul proprio smartphone, Android o Ios, l’applicazione “Telegram” e poi unirsi al canale “info@montemurlo”. In questo modo i cittadini potranno leggere in tempo reale i messaggi relativi alle allerte meteo diramate dalla protezione civile comunale, ma anche avere notizie relative alla viabilità cittadina, ordinanze, bandi e altre informazioni su eventi, manifestazioni e quant’altro di pubblico interesse.

«L’obiettivo è quello di mantenere un canale di comunicazione attivo e affidabile con i cittadini che sempre più spesso si informano attraverso i social. – commenta l’assessore alla protezione civile, Rossella De Masi – Un ampliamento dell’offerta dei canali di comunicazione utile, non solo per le emergenze ma anche per tutte quelle situazioni che possono avere un impatto sulla quotidianità». Il canale, infatti, potrà essere aggiornato anche in tempo reale, come spiega il comandante della Polizia Municipale di Montemurlo, Gioni Biagioni:« Pensiamo ad esempio al caso di incidenti stradali: gli agenti potranno andare ad aggiornare Telegram con l’indicazione dell’interruzione alla circolazione, anche attraverso anche l’uso di icone, e magari indicando i percorsi alternativi»

In Italia, infatti, il 73% della popolazione è online e sono 34 i milioni di utenti attivi su i social media. Gli italiani si connettono sempre di più e lo fanno sempre più spesso usando i propri dispositivi mobili, utilizzano i social, accedendovi più volte al giorno per periodi di tempo non trascurabili, trasformando questi spazi virtuali in importanti piazze per la comunicazione (dati Politecnico di Milano e Digital Italia 2018 Report). Per questo anche il Comune di Montemurlo ha ritenuto importante presidiare un social come “Telegram”, sempre più presente sulla home dei nostri telefonini, affiancandolo alle altre piattaforme istituzionali già attive su Facebook, Instagram, Twitter. Per creare e attivare il nuovo canale, il Comune di Montemurlo ha ricercato la collaborazione dell’ispettore della Polizia Municipale della Val Bisenzio, Rodolfo Ricò, inventore del seguitissimo canale Telegram “Info325”, che diffonde in tempo reale le notizie della viabilità dell’importante arteria stradale della vallata.

L’ispettore Rodolfo Ricò, appassionato di protezione civile, ha elaborato l’idea grazie alla partecipazione al corso in “disaster management”, promosso a Roma dall’associazione Assodima:« Nelle situazioni di allerta ed emergenza, una delle principali attività a cui deve far fronte il sindaco, autorità locale di protezione civile, è quella dell’informazione alla popolazione. Lo sviluppo della tecnologia mobile, del web e dei social impone alla pubblica amministrazione di imporsi e di presidiare queste nuove agorà con notizie autorevoli, affidabili e puntuali che possano aiutare il cittadino nella quotidianità e particolarmente nei momenti in cui può essere messa a rischio la propria incolumità come nel caso delle allerte meteo».

Il presidio dei social, però, non è un lavoro di poco conto, ma un’attività che richiede tempo e personale, che non sempre è in disponibilità delle pubbliche amministrazioni. Per questo motivo l’ispettore Ricò, in collaborazione con il Comune di Montemurlo, ha attivato un automatismo per rilanciare sui social un’anteprima e/o notifica delle le informazioni pubblicate sul sito istituzionale. Il progetto, denominato “@rilanciando”, è un sistema a costo zero, facilmente replicabile per chiunque lo voglia attivare. Ad oggi, per esempio, lo stesso meccanismo è usato dal Comune di Vaglia (Firenze) ed è in sperimentazione presso i Comuni della Val Bisenzio: « Ci sembrava uno spreco limitare la sperimentazione alle sole allerte e così abbiamo inserito anche le altre notizie di pubblica utilità da rilanciare sui social», conclude Ricò .

Il progetto “@rilanciando”, attraverso Telegram, si completa nell’applicazione della strategia social anche per la diffusione dell’allarme per tutti quei cittadini che dimorano nelle aree soggette a rischio specifico, ad esempio aree alluvionabili, soggette a frane ecc.. «Il Comune di Montemurlo ha intenzione di aprire canali specifici per ognuna delle aree del territorio che presentano specifiche criticità. Il cittadino, infatti, opportunamente informato, è tenuto (secondo quanto previsto dal Nuovo Testo Unico di protezione civile) ad adeguarsi alle indicazioni fornite dalla protezione civile nei casi di pericolo, come ad essere può essere un’alluvione. «A questi cittadini a breve il Comune di Montemurlo chiederà di unirsi ad un canale Telegram appositamente creato per la propria area di criticità, che, dotato di suoneria specifica, lo metterà in allarme nei casi di pericolo, indicando nel messaggio il comportamento atteso (ad esempio, portarsi ai piani alti della casa per il rischio di alluvione).- conclude l’ispettore Stefano Grossi della Polizia Municipale di Montemurlo – Questi strumenti non si sostituiscono all’informazione e ai sistemi di allertamento più tradizionali, non ultimo il megafono o il porta a porta, ma per la loro velocità costituiscono un’integrazione assai importante».

Venerdì su Bisenziosette l’approfondimento dell’argomento a questo link.

Continua la lettura di Telegram: esce il nuovo canale del comune di Montemurlo su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/altro/telegram-esce-il-nuovo-canale-del-comune-di-montemurlo/feed/ 0
Gabriele Bosi è tra i nuovi membri della segreteria regionale del PD Toscana https://firenzesettegiorni.it/politica/gabriele-bosi/ https://firenzesettegiorni.it/politica/gabriele-bosi/#respond Tue, 13 Nov 2018 13:39:16 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6106 Gabriele Bosi è tra i nuovi membri della segreteria regionale del PD Toscana. L’annuncio questa mattina. Gabriele Bosi è tra i nuovi membri della segreteria regionale del PD Toscana “Durante la Direzione regionale di oggi Simona Bonafè ha fatto il mio nome tra i componenti della nuova Segreteria del PD Toscana. Ringrazio Simona per la sua […]

Continua la lettura di Gabriele Bosi è tra i nuovi membri della segreteria regionale del PD Toscana su Firenze Settegiorni.

]]>
Gabriele Bosi è tra i nuovi membri della segreteria regionale del PD Toscana. L’annuncio questa mattina.

Gabriele Bosi è tra i nuovi membri della segreteria regionale del PD Toscana

“Durante la Direzione regionale di oggi Simona Bonafè ha fatto il mio nome tra i componenti della nuova Segreteria del PD Toscana. Ringrazio Simona per la sua fiducia nei miei confronti e per l’opportunità di dare una mano al nostro territorio e alla nostra comunità. Sono pienamente consapevole che ci attendono sfide molto delicate e molto importanti, per tutta la nostra Regione. Per questo motivo non farò mai mancare l’impegno necessario per aiutare la nostra squadra a portare avanti le idee e i valori che da sempre ci contraddistinguono. Lo faremo tutti insieme”. Queste le parole del segretariato provinciale del PD Prato Gabriele Bosi, in seguito all’incarico affidatogli da Simona Bonafè in segreteria regionale.

Qui l’articolo con l’elezione di Simona Bonafè.

Continua la lettura di Gabriele Bosi è tra i nuovi membri della segreteria regionale del PD Toscana su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/politica/gabriele-bosi/feed/ 0
Perdita d’acqua alla centrale di Vaiano https://firenzesettegiorni.it/cronaca/perdita-dacqua-alla-centrale-di-vaiano/ https://firenzesettegiorni.it/cronaca/perdita-dacqua-alla-centrale-di-vaiano/#respond Tue, 13 Nov 2018 13:22:01 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6101 Perdita d’acqua alla centrale di Vaiano di via Mazzini. La segnalazione di alcuni nostri lettori. Perdita d’acqua alla centrale di Vaiano Una perdita d’acqua da uno dei tubi della centrale che si trova in via Mazzini è attiva ormai da qualche giorno. Una perdita d’acqua importante perché, come si percepisce anche dal video che è […]

Continua la lettura di Perdita d’acqua alla centrale di Vaiano su Firenze Settegiorni.

]]>
Perdita d’acqua alla centrale di Vaiano di via Mazzini. La segnalazione di alcuni nostri lettori.

Perdita d’acqua alla centrale di Vaiano

Una perdita d’acqua da uno dei tubi della centrale che si trova in via Mazzini è attiva ormai da qualche giorno. Una perdita d’acqua importante perché, come si percepisce anche dal video che è stato fatto il gorgoglio dell’acqua che esce da uno dei tubi della centrale è piuttosto rumorosa.

Nel frattempo è stata fatta una segnalazione all’ente.

Questo video risale a ieri sera.

Continua la lettura di Perdita d’acqua alla centrale di Vaiano su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/cronaca/perdita-dacqua-alla-centrale-di-vaiano/feed/ 0
Toscana Tech torna per il secondo anno https://firenzesettegiorni.it/attualita/toscana-tech-torna-per-il-secondo-anno/ https://firenzesettegiorni.it/attualita/toscana-tech-torna-per-il-secondo-anno/#respond Tue, 13 Nov 2018 08:31:07 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6098 Si inaugura lunedì 19 novembre la seconda edizione di Toscana Tech, due giorni di incontri, workshop e seminari organizzati dalla Regione Toscana sui temi della digitalizzazione e dell’industria 4.0. L’evento, ad ingresso gratuito (previa registrazione), si terrà a Firenze presso il Palazzo dei Congressi di Villa Vittoria fino al 20 novembre. La Regione Toscana da […]

Continua la lettura di Toscana Tech torna per il secondo anno su Firenze Settegiorni.

]]>
Si inaugura lunedì 19 novembre la seconda edizione di Toscana Tech, due giorni di incontri, workshop e seminari organizzati dalla Regione Toscana sui temi della digitalizzazione e dell’industria 4.0. L’evento, ad ingresso gratuito (previa registrazione), si terrà a Firenze presso il Palazzo dei Congressi di Villa Vittoria fino al 20 novembre. La Regione Toscana da anni investe in ricerca, formazione e innovazione per dare sostegno alla manifattura toscana, proponendo nuove prospettive e opportunità di sviluppo e Toscana Tech risponde proprio a questi obiettivi.

Al via la seconda edizione di Toscana Tech

L’apertura di lunedì 19, dalle ore 10 alle 13, sarà dedicata alle opportunità, sfide e strategie per l’industria del futuro. Parteciperanno all’incontro: Stefano Ciuoffo, assessore regionale alle Attività Produttive, Albino Caporale, direttore Attività Produttive Regione Toscana, Phill Cartwright, direttore del Centre for Modelling & Simulation dell’Università di Bristol, Paola Fantini, Research coordinator del Politecnico di Milano, Alessandro Sordi, Co-founder e Ceo di Nana Bianca e Francesca Moriani, Ad di Var Group. Il ruolo di moderatore è affidato a Stefano Barisoni, vicedirettore di Radio24.

Spazio poi al tema della collaborazione Università-Imprese nell’alta formazione. Dopo la presentazione degli interventi regionali a supporto del sistema dell’alta formazione, l’incontro si propone di stimolare un dibattito su strumenti e “buone pratiche” in grado di favorire una convergenza degli obiettivi formativi del sistema dell’alta formazione toscano verso le esigenze del sistema produttivo regionale. Previsto l’intervento di apertura di Monica Barni, vicepresidente della Regione Toscana (19 novembre dalle 11 alle 13 e il 20 dalle 14 alle 16). Nell’incontro: “La Formazione 4.0: buone prassi della Regione Toscana” si parlerà delle opportunità offerte dagli strumenti regionali di sostegno alla formazione 4.0 raccontate dalle imprese che ne hanno già beneficiato. Conclusioni a cura di Cristina Grieco, assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro (20 novembre dalle 10 alle 13).

Durante la due giorni si alterneranno momenti di confronto allargato e incontri “one to one” con imprese e personale esperto di formazione, workshop su argomenti specifici e seminari. Sarà dato spazio alle opportunità di crescita offerte dalla Regione durante il meeting “Formazione 4.0”, e al “trasferimento tecnologico” grazie al programma Research to Business nato per favorire l’incontro tra offerta di innovazione delle Università e degli Enti di Ricerca toscani e le imprese del territorio a proposito di “Industria 4.0”, tema all’interno della strategia regionale di specializzazione intelligente (Ris3).

Da segnalare anche l’importante presenza del settore “Invest in Tuscany” che da anni attrae investimenti industriali ed economici per lo sviluppo imprenditoriale e produttivo della regione. In questo caso l’iniziativa proposta è il “Partnering Day”, durante il quale (su invito) alle PMI toscane sarà data l’occasione di incontrare aziende multinazionali e grandi imprese con sede in Toscana per attivare opportunità di collaborazioni e di business. Per l’occasione si parlerà anche di “reshoring” e cioè del ritorno a casa delle aziende che avevano delocalizzato la produzione. Al termine di un investor meeting (su invito) con testimonianze dirette da parte di investitori esteri e dibattito tra gli stakeholder, verrà anche lanciata l’iniziativa dei Tuscany business advisors per favorire gli investimenti esteri in Toscana. L’iniziativa “Iniziamo dalle conclusioni” coinvolgerà partecipanti e pubblico, per tutta la durata della manifestazione, in uno stimolante itinerario animato per meglio comprendere i grandi temi proposti dall’evento.

Aziende del territorio protagoniste

Tra le novità di quest’anno c’è la partecipazione attiva di aziende del territorio toscano che saranno protagoniste del percorso espositivo “40 imprese 40”. I progetti, legati ai grandi temi proposti da Toscana Tech, sono il frutto della ricerca e capacità tecnologica di aziende e Università del territorio e degli investimenti della Regione Toscana che li ha finanziati insieme al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale. Durante le due giornate le aziende stesse e rappresentanti delle Università di Firenze, Pisa e Siena saranno a disposizione per presentarli ai visitatori attraverso video, infografiche e prototipi. L’obiettivo è quello di far toccare con mano l’impatto che l’innovazione sta avendo sul mondo del lavoro e sugli scenari futuri della produzione in Toscana. Inoltre, quando parola d’ordine è “interconnessione”, la condivisione del know how di chi ha già saputo sfruttare con successo gli strumenti messi a disposizione dalla Regione nel programma di sviluppo I4.0, è un passaggio obbligato.

I progetti

Durante la conferenza stampa di presentazione di Toscana Tech sono stati presentati alcuni dei progetti di “40 imprese 40”, in rappresentanza delle cinque categorie in cui sono stati suddivisi nel percorso espositivo: In movimento, In salute, Tempi moderni, Ecosistema in equilibrio, Sicurezza.

SaveMyBike, sviluppato con il dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Pisa, è un dispositivo in grado di rintracciare le biciclette rubate e di disincentivare il furto tramite un sistema di sensori installati sulla bici. E’ in grado di implementare la mappa di aree sicure dove poter lasciare il proprio mezzo.

Con Aircardio sarà possibile monitorare le cardiopatie congenite pediatriche/neonatali anche da ambienti domestici grazie a un ingegnoso sistema di telemonitoraggio controllato da strutture ospedaliere. Il gruppo di lavoro è composto da: GPI spa (leader), Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione (DII) dell’Università di Pisa, Medilogy srl, Sicurdata srl, Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di fisiologia clinica, IngeniArs srl spin-off dell’Università di Pisa.

Il progetto Industry 4.0 as a service Inasse (capofila Seco spa di Arezzo) prevede la creazione di una piattaforma di distribuzione di tecnologie abilitanti e servizi di digital manufacturing insieme a servizi cloud e di Intelligenza Artificiale progettata per aumentare produttività aziendale e diminuire i costi di mantenimento, senza bisogno di ingenti investimenti iniziali.

Di grande importanza per l’ambiente è il progetto, brevettato, di Korec snc (Bientina – Pisa) che permette il riciclo dei rifiuti in vetroresina e di recuperare, oltre la fibra di vetro, anche la parte organica della vetroresina sotto forma di liquido riutilizzabile.

Porti e magazzini più sicuri con la piattaforma Logis di Pitom snc (sede logistica a San Giuliano Terme – PI) grazie al sistema “People Detection” in grado di aiutare i conducenti dei mezzi in movimentazione ad evitare incidenti con personale a terra, grazie ai livelli di allarme sonoro e visivo che saranno inviati al conducente.

La partecipazione a Toscana Tech è gratuita previa registrazione http://toscanatech2018.likeevent.it/registrazionepersone.aspx

Continua la lettura di Toscana Tech torna per il secondo anno su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/attualita/toscana-tech-torna-per-il-secondo-anno/feed/ 0
Al via “Momenti Musicali” a cura dell’Orchestra La Filharmonie https://firenzesettegiorni.it/cultura-e-turismo/al-via-momenti-musicali-filharmonie/ https://firenzesettegiorni.it/cultura-e-turismo/al-via-momenti-musicali-filharmonie/#respond Tue, 13 Nov 2018 07:55:10 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6095 Tre martedì con la musica da camera, incrociando generi, stili e strumenti diversi: al via questa sera il ciclo “Momenti Musicali” a cura dell’Orchestra La Filharmonie. Ad aprire questo ciclo sarà il quartetto di clarinetti Two-fol alle 21 nel Foyer del Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio. Il programma della serata segue lo stile del Two-fol Quartet, improntato alla commistione di generi […]

Continua la lettura di Al via “Momenti Musicali” a cura dell’Orchestra La Filharmonie su Firenze Settegiorni.

]]>
Tre martedì con la musica da camera, incrociando generi, stili e strumenti diversi: al via questa sera il ciclo “Momenti Musicali” a cura dell’Orchestra La Filharmonie. Ad aprire questo ciclo sarà il quartetto di clarinetti Two-fol alle 21 nel Foyer del Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio.

Il programma della serata segue lo stile del Two-fol Quartet, improntato alla commistione di generi diversi, musica orchestrale, bandistica, jazz, popolare, a partire dalle esperienze dei quattro strumentisti che lo compongono. Emilio Cecchini (clarinetto), Nicholas Gelli (clarinetto), Pierpaolo Romani (clarinetto basso e arrangiamenti) e Luca Troiani (corno di bassetto) vantano un repertorio molto variegato, dalle Ouverture da opera alle colonne sonore cinematografiche, dai brani strumentali classici alla musica jazz e contemporanea. Domani sera i quattro clarinetti condurranno un viaggio dalla Russia all’Argentina, passando attraverso il rock progressivo britannico: sono previste infatti musiche di Ivanovici, Mussorgski, Piazzolla, Olshanetsky, Glik, Romani, Malgoni, Pachelbel e dei Procol Harum, uno dei primissimi gruppi rock progressive degli anni Sessanta.

La rassegna di musica da camera, proposta da La Filharmonie in parallelo con la stagione lirico-sinfonica, prosegue martedì 27 novembre, sempre alle ore 21, alla Scuola di Musica di Campi Bisenzio, con “Viaggio d’inverno”, che vedrà l’esibizione di Kaveh Faraji (baritono) e Chakavak Shekari (pianoforte), su musiche di Schubert, Bach e Debussy. L’ultimo appuntamento del ciclo Momenti Musicali è in programma martedì 11 dicembre, sempre alla Scuola di Musica di Campi Bisenzio, con “Rinascita”, presentazione e performance live dell’omonimo album per piano solo del compositore e pianista Paolo Cognetti, raccolta di dieci brani corrispondenti a particolari esperienze di vita e riflessioni private raccontate con immediatezza e profondità attraverso le note.

Continua la lettura di Al via “Momenti Musicali” a cura dell’Orchestra La Filharmonie su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/cultura-e-turismo/al-via-momenti-musicali-filharmonie/feed/ 0
Referendum: nasce il comune di Barberino Tavarnelle https://firenzesettegiorni.it/politica/referendum-nasce-il-comune-di-barberino-tavarnelle/ https://firenzesettegiorni.it/politica/referendum-nasce-il-comune-di-barberino-tavarnelle/#respond Mon, 12 Nov 2018 16:20:20 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6090 Referendum: nasce il comune di Barberino Tavarnelle. Ha vinto il sì al Comune unico nei territori di Barberino e Tavarnelle. Ad essere chiamati alle urne sono stati 9.528 elettori: 3457 a Barberino e 6.068 a Tavarnelle. Saranno di circa 22 milioni di euro spalmati in dieci anni i contributi per il nascente Comune unico di […]

Continua la lettura di Referendum: nasce il comune di Barberino Tavarnelle su Firenze Settegiorni.

]]>
Referendum: nasce il comune di Barberino Tavarnelle. Ha vinto il sì al Comune unico nei territori di Barberino e Tavarnelle. Ad essere chiamati alle urne sono stati 9.528 elettori: 3457 a Barberino e 6.068 a Tavarnelle. Saranno di circa 22 milioni di euro spalmati in dieci anni i contributi per il nascente Comune unico di Barberino e Tavarnelle. La Città Metropolitana passa così da 42 ai 41 comuni.

Le percentuali

Numeri importanti quelli che hanno deciso il futuro dei due Comuni. A Barberino ci sono stati 1264 sì (67,74%) 602 no (32,26%), mentre a Tavarnelle 2424 sì (82,06%) 530 no (17,94%).

Il voto negli altri comuni fiorentini

Hanno deciso per il “no” a Dicomano e a San Godenzo. Dicomano 66,05% sì (1000 voti), 33,95% no (514 voti)
San Godenzo 33,76% sì (235 voti), 66.24% no (461 voti)

Affluenza

Tavarnelle 49,09%; Barberino 54,35%; Dicomano 35,58%; San Godenzo 71,59%

I motivi delle fusioni dei Comuni sono da ricondurre soprattutto alle insufficienti risorse di bilancio che portano a ridotti margini di manovra con cui si trovano ad avere a che fare quotidianamente le piccole Amministrazioni, alle minori possibilità di sviluppare servizi ed infrastrutture ed alla minore attrattività del territorio dai punti di vista degli investimenti economici e turistici. Senza dimenticare l’aumento del peso a livello istituzionale con un Comune più popoloso e la possibilità di avere un personale tecnico-amministrativo più qualificato pur contenendo i costi.

Continua la lettura di Referendum: nasce il comune di Barberino Tavarnelle su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/politica/referendum-nasce-il-comune-di-barberino-tavarnelle/feed/ 0
Alla bocciofila “Nuova Europa” di Oste la seconda tappa della Coppa Toscana Juniores https://firenzesettegiorni.it/attualita/alla-bocciofila-nuova-europa-di-oste-la-seconda-tappa-della-coppa-toscana-juniores/ https://firenzesettegiorni.it/attualita/alla-bocciofila-nuova-europa-di-oste-la-seconda-tappa-della-coppa-toscana-juniores/#respond Mon, 12 Nov 2018 15:55:49 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6085 Alla bocciofila “Nuova Europa” di Oste la seconda tappa della Coppa Toscana Juniores. La gara ha visto protagonisti ragazzi under, 18, 15 e 12, provenienti da tutta la Toscana. Terzo posto per il campioncino di casa Pasquale Campestre negli under 12. Alla bocciofila “Nuova Europa” di Oste la seconda tappa della Coppa Toscana Juniores E’ stata […]

Continua la lettura di Alla bocciofila “Nuova Europa” di Oste la seconda tappa della Coppa Toscana Juniores su Firenze Settegiorni.

]]>
Alla bocciofila “Nuova Europa” di Oste la seconda tappa della Coppa Toscana Juniores. La gara ha visto protagonisti ragazzi under, 18, 15 e 12, provenienti da tutta la Toscana. Terzo posto per il campioncino di casa Pasquale Campestre negli under 12.

Alla bocciofila “Nuova Europa” di Oste la seconda tappa della Coppa Toscana Juniores

E’ stata una vera festa la seconda tappa della Coppa Toscana Juniores 2018/2019, la manifestazione, promossa dalla Federbocce, e riservata ai ragazzi Under 18, Under 15 e Under 12. Oltre quaranta gli appassionati e divertiti partecipanti, con famiglie entusiaste al seguito, che si sono ritrovati ieri, domenica 11 novembre alla bocciofila Nuova Europa di Oste a Montemurlo. I ragazzi si sono affrontati dando il loro meglio. Negli Under 18 il primo classificato è stato il cortonese Riccardo Mazzoni, davanti ad Andrea Barbieri de La California e ai compagni di squadra Michele Mazzoni e Giacomo Cecchi. Negli Under 15 Davide Biagi della Migliarina ha vinto precedendo Gabriele Senserini della Sestese, il gemello Lorenzo Biagi, e Tommaso Antonelli di Pieve a Nievole. In corsia anche gli Under 12 con Marco Zerboni della Scandiccese che ha preceduto la cortonese Martina Briganti, il giovane padrone di casa Pasquale Campestre e la sorella Valeria Zerboni. Per quanto riguarda la sfida a squadre Under 12 il primo posto è andato alla compagine della Scandiccese (Marco Zerboni, Valeria Zerboni, Iris Facchini, Filippo Martinelli), davanti alla squadra mista di Prato (Mattia Di Blasi, Pasquale Campestre), a Cortona Bocce (Ettore Trenti, Martina Briganti, Gabriele Giocondi, Miriam Giocondi) e a La California (Filippo Beltrame, Rafael Beckeri, Iacopo Beltrame, Luca Beckeri, Cesare Daniele).

«Per il bocciodromo di Oste è stata una giornata memorabile – commenta il vice presidente della bocciofila Nuova Europa, Fabrizio Botarelli – La presenza di così tanti ragazzi con le loro famiglie ci ha riempito di gioia e soddisfazione. Non ci aspettavamo questo successo, i ragazzi sono arrivati ad Oste da tutta la Toscane. Sicuramente non sarà l’ultimo evento di questo genere, vogliamo che sempre più bambini e ragazzi si avvicinino a gioco delle bocce. Il bocciodromo di Oste è affiliato al Comi e alla Federazione italiana bocce specialità raffa ed abbiamo tanti atleti disponibili a far provare per questo gioco ai ragazzi e a insegnar loro questa disciplina. L’invito è dunque quello di venirci a trovare». Tanta soddisfazione per il successo della manifestazione è stato espresso anche dall’assessore allo sport, Giuseppe Forastiero: « Complimenti alla bocciofila Nuova Europa per l’importante lavoro di promozione dei questo sport tra i giovanissimi. Il gioco delle bocce è una splendida occasione d’incontro tra generazioni e fa bene a tutti».

Qui un articolo dedicato a tutti gli sportivo montemurlesi.

Continua la lettura di Alla bocciofila “Nuova Europa” di Oste la seconda tappa della Coppa Toscana Juniores su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/attualita/alla-bocciofila-nuova-europa-di-oste-la-seconda-tappa-della-coppa-toscana-juniores/feed/ 0
“Sulla mia pelle”, il film su Stefano Cucchi a Calenzano https://firenzesettegiorni.it/cultura-e-turismo/sulla-mia-pelle-il-film/ https://firenzesettegiorni.it/cultura-e-turismo/sulla-mia-pelle-il-film/#respond Mon, 12 Nov 2018 15:41:20 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6082 “Sulla mia pelle”, il film su Stefano Cucchi sarà proiettato al Design Campus di Calenzano. “Sulla mia pelle” a Calenzano Il film sugli ultimi giorni di vita di Stefano Cucchi verrà proiettato mercoledì 14 novembre alle ore 21 nell’Aula Magna del Design Campus, in via Pertini 93. Ingresso libero. Si tratta di un appuntamento importante […]

Continua la lettura di “Sulla mia pelle”, il film su Stefano Cucchi a Calenzano su Firenze Settegiorni.

]]>
“Sulla mia pelle”, il film su Stefano Cucchi sarà proiettato al Design Campus di Calenzano.

“Sulla mia pelle” a Calenzano

Il film sugli ultimi giorni di vita di Stefano Cucchi verrà proiettato mercoledì 14 novembre alle ore 21 nell’Aula Magna del Design Campus, in via Pertini 93. Ingresso libero.

Si tratta di un appuntamento importante con una pellicola che proprio nelle scorse settimane aveva ricevuto un riconoscimento importante al festival del cinema di Venezia. Poche settimane fa anche la confessione di un militare dell’Arma che dopo tanti anni ha deciso di spiegare esattamente come sono andate le cose e cosa sia successo veramente a Stefano Cucchi.

Il film di Alessio Cremonini con Alessandro Borghi, Max Tortora, Jasmine Trinca e Milvia Marigliano, ripercorre l’ultima settimana di vita di Stefano Cucchi, dall’arresto, al pestaggio, alla morte del giovane e verrà proiettato nell’aula magna del Design Campus dalle 21 mercoledì.

Continua la lettura di “Sulla mia pelle”, il film su Stefano Cucchi a Calenzano su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/cultura-e-turismo/sulla-mia-pelle-il-film/feed/ 0
Ozonoterapia: si cura all’ospedale Palagi https://firenzesettegiorni.it/attualita/ozonoterapia-si-cura-allospedale-palagi/ https://firenzesettegiorni.it/attualita/ozonoterapia-si-cura-allospedale-palagi/#respond Mon, 12 Nov 2018 15:35:07 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6076 Ozonoterapia: da oggi si cura all’ospedale Palagi, prima struttura dell’Azienda Usl Toscana Centro a dotarsi di un macchinario per questa terapia. Ozonoterapia: si cura all’ospedale Palagi L’Ospedale Piero Palagi è la prima struttura dell’Azienda USL Toscana centro (la seconda di Area Vasta), a dotarsi di un macchinario per l’Ozonoterapia, un trattamento medico che utilizza una miscela di […]

Continua la lettura di Ozonoterapia: si cura all’ospedale Palagi su Firenze Settegiorni.

]]>
Ozonoterapia: da oggi si cura all’ospedale Palagi, prima struttura dell’Azienda Usl Toscana Centro a dotarsi di un macchinario per questa terapia.

Ozonoterapia: si cura all’ospedale Palagi

L’Ospedale Piero Palagi è la prima struttura dell’Azienda USL Toscana centro (la seconda di Area Vasta), a dotarsi di un macchinario per l’Ozonoterapia, un trattamento medico che utilizza una miscela di ossigeno e ozono come agente terapeutico per curare una vasta gamma di malattie.

Grazie alla Fratellanza Fiorentina Onlus che ha donato all’Azienda l’apparecchio del valore di 12mila euro, il macchinario entra nelle dotazioni del Centro Multidisciplinare di Terapia del Dolore che ha sede all’interno dell’ospedale.

“Abbiamo realizzato una bella sinergia con la Fratellanza Fiorentina – ha detto l’assessore regionale alla Sanità, Stefania Saccardi – che nella cura delle patologie del dolore attraverso l’ozonoterapia darà un’opportunità in più ai pazienti di questo territorio. Abbiamo un sistema che è e deve essere sempre molto attento a questo tema, a combattere il dolore inultile e ogni forma che possa condizionare la qualità di vita delle persone. La grande scommessa dei sistemi sanitari oggi è offrire innovazione e sostenibilità, due concetti che la Regione Toscana sta provando a garantire anche avendo accentrato il luogo dove si decide l’acquisto delle nuove tecnologie che devono essere collocate dove ci siano le competenze, le casistiche, la ricerca in grado di utilizzarle al meglio”.

Al taglio del nastro questa mattina oltre all’assessore regionale, c’erano l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Firenze, Sara Funaro, il direttore generale dell’Azienda, Paolo Morello Marchese, il direttore sanitario, Emanuele Gori, il direttore del Centro Multidisciplinare di Terapia del Dolore, Paolo Scarsella, il direttore sanitario dell’ospedale, Elisabetta Cocchi e la coordinatrice del poliambulatorio del Palagi, Beatrice Condello, insieme naturalmente al presidente della Fratellanza Fiorentina Onlus, Michele Polacco.

L’Ozonoterapia verrà praticata attraverso un macchinario che potrà essere utilizzato sia in ambulatorio che in sala operatoria. “Uno strumento in più di lavoro – ha dichiarato il dottor Scarsella – per poter combattere il dolore e ricevere una migliore qualità della vita”.

Il Centro Multidisciplinare di Terapia del Dolore opera all’interno dell’Azienda dal 2013 per la diagnosi e la terapia del dolore cronico con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita delle persone affette da dolore, riducendone il grado di disabilità e favorendone la reintegrazione nel contesto sociale e lavorativo. Nel 2017 le prestazioni certificate sono state 7928 le ambulatoriali, 364 quelle in Day Surgery e 165 quelle in Day Hospital.

Numerose altre indicazioni sono materia di ulteriori ricerche cliniche in fase di valutazione.

Il trattamento di Ozonoterapia può essere eseguito sotto guida radiologica per via percutanea, per infiltrazione paravertebrale o intraarticolare. Il razionale di impiego si basa sul concetto che basse concentrazioni di ozono possono rivestire importanti funzioni sulla cellula e numerosi sono i meccanismi d’azione dimostrati scientificamente che confermano questa evidenza clinica.

La tecnica terapeutica dell’Ozonoterapia sarà utilizzata nel Centro di Terapia del Dolore in integrazione agli altri trattamenti finora impiegati.

Si rivolgono al Centro pazienti che soffrono di dolore cronico o dolore cronico riacutizzato di qualsiasi natura, (dolore alla schiena, come lombalgie, lombosciatalgie o sindrome delle faccette articolari, ma anche cefalea, artropatie in generale, neuropatie centrali e periferiche, fibromialgia, dolore oncologico) non responsivo alle comuni terapie. Le patologie sensibili al trattamento con ossigeno-ozono con evidenza scientifica basata sulla EBM (Medicina Basata sulle Evidenze) sono le malattie della colonna vertebrale (come ernia discale, protrusione discale, discopatie, sindrome delle faccette articolari), patologie ortopediche (come osteoartrosi localizzata, gonartrosi e condropatie rotulee, tendinopatie, sindromi canalicolari degli arti), ma anche piede diabetico, ulcere cutanee e ustioni, ischemie degli arti, malattie infettive acute o croniche da batteri, virus, funghi.

Ai vari percorsi clinici si accede con richiesta medica e prenotazione al Cup metropolitano. Il paziente che si rivolge al Centro è preso in carico da un’equipe multidisciplinare composta da sei medici (Giovanna Ballerini, Gino Calzeroni, Marco Dal Dosso, Luigi Gioioso, Raffaele Partescano, Paolo Scarsella,) e sei infermieri (Anna Balestri, Marco Bargigli, la caposala Beatrice Condello, Rita Monogrammi, Roberta Mattioli, Cristina Soremic) che operano in stretta collaborazione con gli altri specialisti dell’Azienda tra cui dermatologi, dietologi, geriatri, ginecologi, fisioterapisti, neurologi, oculisti, ortopedici, psicologi, radiologi e reumatologi.

Intanto al San Giuseppe un altro grande traguardo, per leggere cliccare qui.

Continua la lettura di Ozonoterapia: si cura all’ospedale Palagi su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/attualita/ozonoterapia-si-cura-allospedale-palagi/feed/ 0
Ambiente: al via la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti abbandonati sul Montalbano https://firenzesettegiorni.it/attualita/ambiente/ https://firenzesettegiorni.it/attualita/ambiente/#respond Mon, 12 Nov 2018 14:59:35 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6066 Ambiente: al via la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti abbandonati sul Montalbano Ambiente: rimossi i rifiuti abbandonati sul Montalbano Hanno preso il via oggi gli interventi per la rimozione dei rifiuti e la bonifica dei manufatti in cemento amianto presenti in un’area in località Pinone sul Montalbano. Si tratta della più grande bonifica ambientale eseguita […]

Continua la lettura di Ambiente: al via la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti abbandonati sul Montalbano su Firenze Settegiorni.

]]>
Ambiente: al via la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti abbandonati sul Montalbano

Ambiente: rimossi i rifiuti abbandonati sul Montalbano

Hanno preso il via oggi gli interventi per la rimozione dei rifiuti e la bonifica dei manufatti in cemento amianto presenti in un’area in località Pinone sul Montalbano. Si tratta della più grande bonifica ambientale eseguita nel Comune di Carmignano negli ultimi venti anni, che porterà alla completa pulizia della zona, per tanti anni punto di riferimento per carmignanesi e non solo, poi deturpata per grande inciviltà e illegalità.

Pneumatici, tubi, lastre di eternit, ma anche rifiuti in plastica, legno e detriti derivanti da attività edili. Pezzi di cartongesso, RAEE, sacchi neri contenenti scarti tessili, materassi e addirittura una vecchia auto abbandonata. Lo spettacolo che nel corso del tempo si è creato non è assolutamente dei migliori.

“Prosegue il percorso dell’amministrazione comunale nella bonifica e cura del nostro territorio, in particolar modo in questo caso delle aree boschive, che sono quelle più di tutte sottoposte a tali fenomeni di inciviltà – ha spiegato il sindaco Edoardo Prestanti -. Interventi volti a migliorare la qualità del nostro territorio verde, la propria salubrità e la sua attrattività turistica, dal momento che questo sversamento illecito di rifiuti di ogni genere è stato effettuato in un’area turisticamente importante. Auspico che tale intervento sia da stimolo per un nuovo inizio e per la rinascita di una zona che storicamente aveva rivestivo un’importanza notevole per il nostro territorio e per tutto il Montalbano, ma che negli ultimi quindici anni è stata abbandonata”.

“Gli autori di questi atti sono persone assolutamente incivili che per risparmiare i soldi di un corretto smaltimento non esitano a inquinare e creare degrado, che si ripercuote sulla salute di tutti – ha aggiunto il vicesindaco e assessore all’Ambiente Federico Migaldi -. Speriamo che questo sia un nuovo inizio per quel posto”.

Un problema non recente: l’area interessata è quella limitrofa all’ex albergo e ristorante Montalbano, situato nell’omonimo crinale tra Castra e Carmignano, con panorama mozzafiato su tutta la Piana. Un tempo era un punto di riferimento per chi voleva godersi un po’ di fresco e ammirare una vista magnifica, ma dopo la chiusura del locale l’area si è trasformata col tempo in una discarica a cielo aperto. Una situazione di degrado che è stata più volte segnalata dall’Amministrazione Comunale. Nel marzo del 2017 il Gruppo Carabinieri Forestale ha eseguito un accertamento, verificando la presenza di rifiuti di varia tipologia e natura. Dagli accertamenti non è stato possibile risalire agli autori dei depositi dei rifiuti e, non essendo imputabile ai proprietari la violazione del Codice Ambientale in quanto mancano le condizioni di dolo o colpa, spetta al Comune di Carmignano provvedere alla pulizia dell’intera area.

E così da oggi Programma Ambiente è a lavoro per rimuovere i manufatti in amianto e bonificare l’area, seguirà poi la rimozione del resto dei rifiuti.

 

Continua la lettura di Ambiente: al via la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti abbandonati sul Montalbano su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/attualita/ambiente/feed/ 0
Cannabis terapeutica: dalla materia prima al paziente https://firenzesettegiorni.it/attualita/cannabis-terapeutica-dalla-materia-prima-al-paziente/ https://firenzesettegiorni.it/attualita/cannabis-terapeutica-dalla-materia-prima-al-paziente/#respond Mon, 12 Nov 2018 14:10:23 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6062 Cannabis terapeutica: dalla materia prima al paziente. Una giornata dedicata organizzata dalla Regione Toscana per gli addetti ai lavori. Cannabis terapeutica: il seminario Si terrà il 23 novembre la prima giornata dedicata alla Cannabis terapeutica. Una giornata organizzata dalla Regione Toscana attraverso il Centro di Ascolto Regionale (CARe) in collaborazione con Formas e l’Istituto Farmaceutico Militare […]

Continua la lettura di Cannabis terapeutica: dalla materia prima al paziente su Firenze Settegiorni.

]]>
Cannabis terapeutica: dalla materia prima al paziente. Una giornata dedicata organizzata dalla Regione Toscana per gli addetti ai lavori.

Cannabis terapeutica: il seminario

Si terrà il 23 novembre la prima giornata dedicata alla Cannabis terapeutica. Una giornata organizzata dalla Regione Toscana attraverso il Centro di Ascolto Regionale (CARe) in collaborazione con Formas e l’Istituto Farmaceutico Militare (ICFM), promuove una giornata formativa dal titolo:

“Cannabis terapeutica: dalla materia prima al paziente” (4.9 crediti ECM).

Si tratta, come si può capire dal punteggio assegnato, di una giornata formativa dedicata agli appartenenti al settore.

La giornata si propone di descrivere la “filiera” che percorre la Cannabis terapeutica dalla coltivazione al paziente, passando per l’allestimento farmaceutico, la terapia, gli aspetti psicologici e i vissuti dei pazienti e dei loro familiari.
L’evento presenterà alcune esperienze maturate nella rete sanitaria regionale nonché di strutture sanitarie extraregione ad una platea di medici, farmacisti, psicologi e operatori sanitari.

Il programma della giornata con i relatori che saranno presenti all’evento e il link per iscriverti qui.

Appuntamento quindi a Villa La Quiete, via di Boldrone n. 2, Firenze

Intanto a Prato un altro pusher arrestato nel fine settimana.

Continua la lettura di Cannabis terapeutica: dalla materia prima al paziente su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/attualita/cannabis-terapeutica-dalla-materia-prima-al-paziente/feed/ 0
Perseguitava la ex convivente: denunciato 35enne di Carmignano https://firenzesettegiorni.it/cronaca/perseguitava-la-ex/ https://firenzesettegiorni.it/cronaca/perseguitava-la-ex/#respond Mon, 12 Nov 2018 13:00:15 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6058 Perseguitava la ex convivente: denunciato 35enne di Carmignano per il reato di stalking. Perseguitava la ex convivente: denunciato 35enne di Carmignano Un 35 enne è stato denunciato dai Carabinieri della Stazione di Carmignano alla Procura della Repubblica di Prato per il reato di atti persecutori. Il giovane, dopo una relazione di convivenza con una 34enne […]

Continua la lettura di Perseguitava la ex convivente: denunciato 35enne di Carmignano su Firenze Settegiorni.

]]>
Perseguitava la ex convivente: denunciato 35enne di Carmignano per il reato di stalking.

Perseguitava la ex convivente: denunciato 35enne di Carmignano

Un 35 enne è stato denunciato dai Carabinieri della Stazione di Carmignano alla Procura della Repubblica di Prato per il reato di atti persecutori. Il giovane, dopo una relazione di convivenza con una 34enne del paese, era stato lasciato perché lei lo riteneva possessivo e talvolta violento. Lui però, invece di farsene una ragione, ha iniziato a minacciarla ed in alcune circostanze l’ha picchiata. La vittima, non più convivente con il ragazzo, ha trovato il coraggio di denunciare i fatti al Comandante della Stazione di Carmignano che professionalmente ha seguito la vicenda. Dopo aver raccolto tutti gli elementi utili alle indagini, per il convivente è scattata la denuncia a piede libero per il reato di stalking.

Nelle storie raccontate dalle vittime di violenza domestica, si apprende che la vittima nel tempo impara a “sopportare” eventi orribili, iniziando così a soffrire di problemi psichici che la spingono alla chiusura e ad una riduzione drastica della sua personale autostima ossia ad avere un atteggiamento eccessivamente critico verso se stessa e a sentirsi costantemente insoddisfatta delle proprie qualità. Sul sito dei Carabinieri, nell’area internet “il cittadino”, sezione “consigli tematici” sono raccolti alcuni suggerimenti per aiutare i cittadini a conoscere meglio i propri diritti e prevenire le situazioni di violenza.

Qui invece le foto rubate ad alcune giovani dai loro profili Facebook finiscono su sito porno.

Continua la lettura di Perseguitava la ex convivente: denunciato 35enne di Carmignano su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/cronaca/perseguitava-la-ex/feed/ 0
Foto dei profili Facebook finite su un sito porno https://firenzesettegiorni.it/altro/foto-dei-profili-facebook-finite-su-un-sito-porno/ https://firenzesettegiorni.it/altro/foto-dei-profili-facebook-finite-su-un-sito-porno/#respond Mon, 12 Nov 2018 12:33:54 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6054 Foto postate sul proprio profilo Facebook finite su un sito porno: i commenti più disparati sul profilo Instagram delle Iene che hanno fatto il servizio. Foto postate sul proprio profilo Facebook finite su un sito porno E’ quello che è successo ad alcune giovani della nostra Regione e in particolare anche a studentesse e non […]

Continua la lettura di Foto dei profili Facebook finite su un sito porno su Firenze Settegiorni.

]]>
Foto postate sul proprio profilo Facebook finite su un sito porno: i commenti più disparati sul profilo Instagram delle Iene che hanno fatto il servizio.

Foto postate sul proprio profilo Facebook finite su un sito porno

E’ quello che è successo ad alcune giovani della nostra Regione e in particolare anche a studentesse e non della provincia pratese e fiorentina.

L’articolo è uscito questa settimana su Chiantisette e Bisenziosette (e si trova ancora in edicola).

Qui un estratto di quelli che sono i commenti che stanno arrivando in questi giorni sul profilo Instagram delle Iene che hanno fatto il servizio.

Qui la prima pagina di Bisenziosette di questa settimana dove è uscito l’approfondimento delle giovani di alcuni nostri Comuni finite su questo sito hard.

Continua la lettura di Foto dei profili Facebook finite su un sito porno su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/altro/foto-dei-profili-facebook-finite-su-un-sito-porno/feed/ 0
Comune unico: si vota anche oggi a Barberino e Tavarnelle https://firenzesettegiorni.it/politica/comune-unico-si-vota-anche-oggi-a-barberino-e-tavarnelle/ https://firenzesettegiorni.it/politica/comune-unico-si-vota-anche-oggi-a-barberino-e-tavarnelle/#respond Mon, 12 Nov 2018 10:03:00 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6050 Comune unico: si vota anche oggi a Barberino e Tavarnelle. Chi ancora non l’ha fatto può andare a votare anche oggi per la fusione dei due comuni. Se in ciascuno dei territori comunali coinvolti i voti favorevoli avranno ottenuto la maggioranza del 50% +1, il Consiglio regionale opterà per l’approvazione della fusione. Ma sarà possibile […]

Continua la lettura di Comune unico: si vota anche oggi a Barberino e Tavarnelle su Firenze Settegiorni.

]]>
Comune unico: si vota anche oggi a Barberino e Tavarnelle. Chi ancora non l’ha fatto può andare a votare anche oggi per la fusione dei due comuni. Se in ciascuno dei territori comunali coinvolti i voti favorevoli avranno ottenuto la maggioranza del 50% +1, il Consiglio regionale opterà per l’approvazione della fusione. Ma sarà possibile avere la fusione anche se la percentuale complessiva dei «sì» nelle singole coppie Comuni sarà maggiore dei due terzi dei votanti, mentre il referendum sarà bocciato se in almeno uno dei Comuni nella singola coppia i voti contrari saranno maggiori o uguali al 75%. Le urne chiuderanno a mezzogiorno.

Chi può votare

Le operazioni di voto si svolgeranno nelle sezioni abitualmente istituite per tutti i turni elettorali. Ognuno voterà nella sezione elettorale cui risulta iscritto. Occorre presentarsi al proprio seggio elettorale muniti di documento di riconoscimento in corso di validità e tessera elettorale.  Possono votare i cittadini italiani iscritti alle liste elettorali del Comune che entro il giorno fissato per la votazione abbiano compiuto il diciottesimo anno di età. I cittadini italiani iscritti all’Aire del Comune e degli Stati membri dell’Unione Europea che siano già iscritti nella lista aggiunta, i cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea extracomunitari. Ufficio elettorale Tavarnelle 055 8050847, ufficio elettorale Barberino 055 8052209.

Continua la lettura di Comune unico: si vota anche oggi a Barberino e Tavarnelle su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/politica/comune-unico-si-vota-anche-oggi-a-barberino-e-tavarnelle/feed/ 0
Don Giancarlo Gondolini ha lasciato la parrocchia di San Miniato https://firenzesettegiorni.it/attualita/don-gondolini-lascia-parrocchia-di-san-miniato/ https://firenzesettegiorni.it/attualita/don-gondolini-lascia-parrocchia-di-san-miniato/#respond Mon, 12 Nov 2018 08:08:59 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6040 Dopo 60 anni di sacerdozio, di cui 50 passati a Signa, don Giancarlo Gondolini ha lasciato la parrocchia di San Miniato. Don Gondolini ha celebrato la Santa Messa in una chiesa affollatissima dove è stato salutato da parrocchiani che a difficoltà hanno celato la loro commozione. Alla celebrazione hanno partecipato anche molti fedeli della chiesa […]

Continua la lettura di Don Giancarlo Gondolini ha lasciato la parrocchia di San Miniato su Firenze Settegiorni.

]]>
Dopo 60 anni di sacerdozio, di cui 50 passati a Signa, don Giancarlo Gondolini ha lasciato la parrocchia di San Miniato.

parrocchia di San Miniato

Don Gondolini ha celebrato la Santa Messa in una chiesa affollatissima dove è stato salutato da parrocchiani che a difficoltà hanno celato la loro commozione. Alla celebrazione hanno partecipato anche molti fedeli della chiesa di Lecore retta da don Gondolini sino a non molti anni fa. L’amministrazione comunale di Signa, rappresentata dagli assessori Giampiero e Marinella Fossi, ha espresso vera gratitudine nei confronti di un sacerdote che per un così lungo periodo ha dato vita ad una forte attività pastorale capace di rendere la sua parrocchia un luogo vivo carico di importanti valori.

Durante questo sacerdozio fra l’altro si sono compiuti, in piena sinergia fra comunità parrocchiale e Comune,importanti restauri che, oltre al recupero della Compagnia e del tabernacolo di via sorelle Gramatica, hanno fatto tornare nella chiesa importanti opere d’arte.

Nei prossimi giorni si insedierà, come nuovo priore di San Miniato, don Vincenzo Varriale rettore anche della parrocchia di Santa Maria in Castello di Signa.

Continua la lettura di Don Giancarlo Gondolini ha lasciato la parrocchia di San Miniato su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/attualita/don-gondolini-lascia-parrocchia-di-san-miniato/feed/ 0
Stranieri in Toscana: presentati i dati della Regione https://firenzesettegiorni.it/attualita/stranieri-in-toscana-dati-della-regione/ https://firenzesettegiorni.it/attualita/stranieri-in-toscana-dati-della-regione/#respond Sun, 11 Nov 2018 17:11:05 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6036 Sono poco più di 430.000 i cittadini stranieri presenti in Toscana, mentre i richiedenti asilo e rifugiati sono circa 20.000, ovvero il 3 per mille dell’intera popolazione residente. Sono queste alcune delle cifre su presenza e ruolo degli stranieri nella nostra regione rese note ieri nel corso del convegno che si è svolto presso la […]

Continua la lettura di Stranieri in Toscana: presentati i dati della Regione su Firenze Settegiorni.

]]>
Sono poco più di 430.000 i cittadini stranieri presenti in Toscana, mentre i richiedenti asilo e rifugiati sono circa 20.000, ovvero il 3 per mille dell’intera popolazione residente.

Sono queste alcune delle cifre su presenza e ruolo degli stranieri nella nostra regione rese note ieri nel corso del convegno che si è svolto presso la Facoltà di architettura e nel complesso delle Murate a Firenze, organizzato da Regione e Anci Toscana e dedicato a “Mediazione interculturale e cittadini migranti: una nuova figura professionale per una società in trasformazione”.

Se i 20.000 nuovi arrivati rappresentano soltanto il 3 per mille dell’intera popolazione, sono 90.000 gli stranieri che lavorano in aziende attive in Toscana. E oltre 30.000 sono quelli che si sono rivolti ad uno dei numerosi Centri per l’impiego, nell’intento di trovare un lavoro.

I datori di lavoro non italiani in Toscana sono almento 37.000. Tante sono infatti le aziende attive in regione che hanno uno straniero come titolare.

Sul fronte dell’utilizzo dei servizi, 55.000 bambini e giovani frequentano le scuole toscane di ogni ordine e grado e sono oltre 33.000 ogni anno gli stranieri che fanno ricorso alle strutture del servizio sanitario regionale.

Si calcola poi che i lavoratori domestici stranieri (colf, badanti, ecc.) siano circa 57.000.

Sono alcune delle cifre contenute nel “Libro bianco sull’accoglienza” edito dalla Regione Toscana e disponibile a questo indirizzo
http://open.toscana.it/documents/438246/0/Libro+bianco+sulle+politiche+di+accoglienza+-+Toscana/716ad290-91f8-4ff4-b36e-560af276bd8d

Continua la lettura di Stranieri in Toscana: presentati i dati della Regione su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/attualita/stranieri-in-toscana-dati-della-regione/feed/ 0
Lavori in corso in via Monti, via di Limite e via di Fontemezzina https://firenzesettegiorni.it/attualita/lavori-in-corso-via-monti-limite-fontemezzina/ https://firenzesettegiorni.it/attualita/lavori-in-corso-via-monti-limite-fontemezzina/#respond Sun, 11 Nov 2018 16:41:07 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6032 A partire da lunedì 12 novembre sono previste variazioni alla sosta e alla circolazione per lavori in corso in via Monti, via di Limite e via di Fontemezzina a Sesto Fiorentino.  In via Monti partiranno i lavori di completa sostituzione delle tubature; dal 12 novembre al 25 gennaio, pertanto, saranno istituiti il divieto di sosta […]

Continua la lettura di Lavori in corso in via Monti, via di Limite e via di Fontemezzina su Firenze Settegiorni.

]]>
A partire da lunedì 12 novembre sono previste variazioni alla sosta e alla circolazione per lavori in corso in via Monti, via di Limite e via di Fontemezzina a Sesto Fiorentino. 

In via Monti partiranno i lavori di completa sostituzione delle tubature; dal 12 novembre al 25 gennaio, pertanto, saranno istituiti il divieto di sosta e di circolazione su tutta la via, con l’eccezione dei residenti diretti ai passi carrabili.

Per interventi di manutenzione del sottovia, via di Limite resterà chiusa al traffico tutte le notti dalle 22 alle 6 nel tratto corrispondente al sottopasso dell’A1, nei pressi della chiesa di Limite. Il provvedimento resterà in vigore da lunedì fino al termine dei lavori, previsto, comunque, non oltre il 30 novembre.

In via di Fontemezzina prenderanno il via i lavori di interramento dell’elettrodotto che termineranno nel febbraio del 2019. In questa prima fase via di Fontemezzina resterà chiusa al traffico nel tratto compreso tra via del Tiglio e il civico 104, con contestuale divieto di sosta su ambo i lati, fino al prossimo 11 dicembre. Nella strada privata di collegamento tra via di Doccia e via di Fontemezzina sarà istituito il senso unico alternato. Ulteriori variazioni previste per i prossimi mesi saranno comunicate con l’avanzamento dei lavori.

Continua la lettura di Lavori in corso in via Monti, via di Limite e via di Fontemezzina su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/attualita/lavori-in-corso-via-monti-limite-fontemezzina/feed/ 0
Pratese sorpreso ad abbandonare rifiuti al Poderaccio https://firenzesettegiorni.it/cronaca/pratese-abbandonare-rifiuti-poderaccio/ https://firenzesettegiorni.it/cronaca/pratese-abbandonare-rifiuti-poderaccio/#respond Sun, 11 Nov 2018 16:21:10 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6027 Un pratese è stato sorpreso ad abbandonare rifiuti nella zona del Poderaccio, dal gesto è nata poi una lite accesa terminata con l’arrivo degli agenti della Polizia municipale. Sorpreso ad abbandonare rifiuti Aveva abbandonato rifiuti su suolo pubblico al Poderaccio e ne era nata un’aspra discussione con quattro residenti nel campo nomadi. L’uomo, un 44enne […]

Continua la lettura di Pratese sorpreso ad abbandonare rifiuti al Poderaccio su Firenze Settegiorni.

]]>
Un pratese è stato sorpreso ad abbandonare rifiuti nella zona del Poderaccio, dal gesto è nata poi una lite accesa terminata con l’arrivo degli agenti della Polizia municipale.

Sorpreso ad abbandonare rifiuti

Aveva abbandonato rifiuti su suolo pubblico al Poderaccio e ne era nata un’aspra discussione con quattro residenti nel campo nomadi. L’uomo, un 44enne pratese, è stato denunciato dalla Polizia municipale per abbandono di rifiuti ai sensi del testo unico dell’ambiente. È successo ieri quando una pattuglia del reparto Analisi e strategie in servizio mirato per il controllo del territorio in zona Poderaccio, ha notato cinque persone che discutevano animatamente. Quattro residenti nel campo accusavano il 44enne italiano, residente a Prato e dipendente di una cooperativa, di aver scaricato dal proprio autoveicolo diversi pezzi di legno e alcuni sacchi neri. Gli agenti sono intervenuti per riportare la calma, dividere il gruppo in lite e ristabilire le normali condizioni di circolazione.

Continua la lettura di Pratese sorpreso ad abbandonare rifiuti al Poderaccio su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/cronaca/pratese-abbandonare-rifiuti-poderaccio/feed/ 0
Dialisi potenziata con l’attivazione di 12 posti letto al San Giuseppe https://firenzesettegiorni.it/attualita/dialisi-potenziata/ https://firenzesettegiorni.it/attualita/dialisi-potenziata/#respond Sun, 11 Nov 2018 14:43:11 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6020 Dialisi potenziata con l’attivazione di 12 posti letto al San Giuseppe. Primo step per arrivare alla realizzazione del nuovo reparto. Dialisi potenziata con l’attivazione di 12 posti letto al San Giuseppe Prenderanno avvio a breve i lavori per l’attivazione di 12 posti letto di dialisi al piano terra del blocco A3 al San Giuseppe di […]

Continua la lettura di Dialisi potenziata con l’attivazione di 12 posti letto al San Giuseppe su Firenze Settegiorni.

]]>
Dialisi potenziata con l’attivazione di 12 posti letto al San Giuseppe. Primo step per arrivare alla realizzazione del nuovo reparto.

Dialisi potenziata con l’attivazione di 12 posti letto al San Giuseppe

Prenderanno avvio a breve i lavori per l’attivazione di 12 posti letto di dialisi al piano terra del blocco A3 al San Giuseppe di Empoli.

I magazzini del guardaroba che attualmente occupano questi gli spazi saranno

trasferiti entro fine anno al piano terra del blocco E.

Il potenziamento della dialisi con i nuovi 12 posti letto renderà possibile un “alleggerimento” dell’attività di nefrologia presente nel presidio ospedaliero di San Miniato, dove sono mantenuti 22 posti letto, oltre che un miglioramento della situazione logistica degli spazi.

In previsione della nuova attivazione di posti letto, da gennaio 2019 il fabbisogno di personale sarà integrato con un medico nefrologo e sette infermieri.

Si tratta del primo step per arrivare alla realizzazione del nuovo reparto di dialisi, collocato al piano terrà anche per consentire un accesso più funzionale ai pazienti. L’iter prosegue a pieno ritmo rispettando il programma e nei primi due mesi del nuovo anno prenderanno avvio i lavori.

Nel frattempo si procede anche alla realizzazione dell’intervento di riqualificazione interna del blocco H destinato ad ospitare tutto il reparto di dialisi attualmente presente nel presidio ospedaliero di San Miniato.

E’ in corso infatti la gara di appalto per l’affidamento del servizio di progettazione esecutiva e direzione lavori. E’ previsto l’avvio della progettazione esecutiva ad inizio del prossimo anno e il completamento nella primavera del 2019; subito dopo si procederà all’effettuazione della gara dei lavori per la riqualificazione interna del blocco H.

Qui l’articolo con le nuovi assunzioni della Asl.

 

Continua la lettura di Dialisi potenziata con l’attivazione di 12 posti letto al San Giuseppe su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/attualita/dialisi-potenziata/feed/ 0
Laba: 160 matricole per il nuovo anno https://firenzesettegiorni.it/attualita/laba-160-matricole-per-il-nuovo-anno/ https://firenzesettegiorni.it/attualita/laba-160-matricole-per-il-nuovo-anno/#respond Sun, 11 Nov 2018 14:34:32 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6013 Laba: 160 matricole per il nuovo anno accademico  arrivate da tutto il mondo. Laba: 160 matricole per il nuovo anno Arrivano dall’Italia, dal Marocco, dalla Cina ma anche dalla Russia e dal Messico. Sono i 160 nuovi scritti al primo anno della Libera Accademia di Belle Arti di Firenze che si apprestano a intraprendere il percorso accademico […]

Continua la lettura di Laba: 160 matricole per il nuovo anno su Firenze Settegiorni.

]]>
Laba: 160 matricole per il nuovo anno accademico  arrivate da tutto il mondo.

Laba: 160 matricole per il nuovo anno

Arrivano dall’Italia, dal Marocco, dalla Cina ma anche dalla Russia e dal Messico. Sono i 160 nuovi scritti al primo anno della Libera Accademia di Belle Arti di Firenze che si apprestano a intraprendere il percorso accademico nei cinque indirizzi di studio offerti.

Sabato mattina proprio le “matricole” sono state protagoniste della cerimonia ufficiale di inaugurazione dell’anno 2018/2019, che si è tenuta nell’Aula Magna dell’istituto di piazza di Badia a Ripoli. Alla presenza dei ragazzi e delle famiglie, sono state illustrate alcune novità e descritti una serie di progetti che verranno sviluppati nei prossimi mesi. Ad aprire la mattinata, il direttore della Laba di Firenze Mauro Manetti, che ha sottolineato l’impegno dell’Accademia nel divulgare la cultura. “Abbiamo ampliato il corso di Storia dell’Arte, strutturandolo su tutti gli anni del triennio di studi e implementandolo, in base ai vari indirizzi, con corsi di Storia del Design, Storia dell’Architettura, Storia del Cinema e del Video, Storia della Fotografia e della Critica fotografica e Storia della Moda e del Costume – ha ribadito Manetti -. Attiviamo ogni anno circa 30 seminari di approfondimento tenuti in buona parte da docenti esterni. Crediamo nella qualità della formazione e stiamo investendo per ampliare la struttura che ci accoglie con un nuovo padiglione di circa 200 metri quadri, non per incrementare il numero degli iscritti ma per offrire ai nostri allievi laboratori più attrezzati, aule più capienti e spazi comuni adeguati”.

All’appuntamento hanno partecipato le autorità istituzionali locali e regionali, i referenti di importanti realtà culturali della Toscana e i rappresentanti di aziende con cui la Laba collabora da anni, portando avanti percorsi di alternanza, seminari in aula, stage o workshop tematici, come CRAF, Adi Toscana, Museo Venturino Venturi, Fedrigoni (con cui prosegue la partnership di durata ormai decennale), Meltin’ Pot, Ariete e Grand Hotel Baglioni. Con il prestigioso hotel fiorentino sono in ponte una serie di eventi esclusivi che anticiperanno le aperture della kermesse di Pitti Immagine Uomo: un mix di moda, arte e bellezza che “invaderà” gli spazi del ristorante panoramico B-Roof.

 

STUDENTI ECCELLENTI

Durante la cerimonia di inaugurazione, per suggellare il passaggio tra l’anno passato e i mesi futuri, sono stati consegnati alcuni riconoscimenti a 4 allievi della Laba che hanno concluso gli studi e discusso tesi di laurea eccellenti: si tratta di Giulia Gelain, Antonio Giordanelli, Angela Nunzella e Lauren Di Gennaro. I primi due hanno ricevuto un premio in denaro, un assegno del valore di mille euro ciascuno. Nunzella e Di Gennaro, invece, vedranno pubblicate le rispettive tesi dalla casa editrice Polistampa, che ha annunciato anche una specifica collana firmata Laba Firenze.

Ad arricchire la cerimonia, infine, anche una mostra – allestita al piano terra – di abiti storici messi a disposizione della Sartoria Monaco, curata da alcuni allievi del dipartimento di Moda.

 

ALTRE NOVITA’ IN VISTA: JOB PLACEMENTI

Tra le novità più significative del nuovo anno accademico, l’attivazione della piattaforma interna di Job Placement: una sorta di finestra virtuale riservata ad allievi e aziende, in cui domanda e offerta di lavoro si incontrano. Collegandosi all’indirizzo Job.Laba.biz si accede ad un server che permette agli studenti già laureati di caricare i propri dati, il Curriculum Vitae, il proprio portfolio e indicare specifiche competenze. Grazie ad una serie di filtri e chiavi di ricerca, le aziende possono consultare i diversi profili e contattare i ragazzi per avviare esperienze di stage o altri tipi di collaborazione.

 

SCAMBI

Prosegue la collaborazione con la Stephen Austin State University del Texas, che prevede scambi internazionali tra le due realtà e soggiorni studio di un mese per gruppi di studenti particolarmente meritevoli. La Laba stanzia borse di studio a copertura completa di viaggio e spese di soggiorno: quattro allievi hanno visitato l’università del Texas nei mesi scorsi, adesso sarà un gruppo di giovani statunitensi a scoprire più da vicino la didattica della Laba e le bellezze di Firenze.

 

COSA E’ LABA?

La Libera Accademia di Belle Arti di Firenze, autorizzata dal Miur a rilasciare titoli equipollenti alla laurea (D.M. 358 del 30 maggio 2017), è attiva da oltre 15 anni e presenta corsi accademici strutturati, offrendo la possibilità di conseguire diplomi in cinque indirizzi: Fotografia, Graphic Design & Multimedia, Arti Visive-Pittura, Design e Fashion Design.

Ogni anno organizza seminari, workshop ed esperienze in aula con aziende nazionali e internazionali, per rafforzare sempre più il legame tra il mondo della formazione e quello del lavoro. L’Accademia conta circa 600 studenti totali.

Continua la lettura di Laba: 160 matricole per il nuovo anno su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/attualita/laba-160-matricole-per-il-nuovo-anno/feed/ 0
Balconi e verande in inverno possono essere vissuti https://firenzesettegiorni.it/casa/balconi-e-verande-in-inverno/ Sat, 10 Nov 2018 18:42:44 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6010 Balconi e verande in inverno, che bello poter sfruttare gli spazi aperti per vivere la propria abitazione in totale libertà. Magari abbinando il trascorrere del tempo con l’ambiente naturale come permette di fare uno spazio all’aperto. Orti, giardini, balconi e verande in inverno possono diventare surrogati molto soddisfacenti. A patto che siano messi in condizione di […]

Continua la lettura di Balconi e verande in inverno possono essere vissuti su Firenze Settegiorni.

]]>
Balconi e verande in inverno, che bello poter sfruttare gli spazi aperti per vivere la propria abitazione in totale libertà. Magari abbinando il trascorrere del tempo con l’ambiente naturale come permette di fare uno spazio all’aperto. Orti, giardini, balconi e verande in inverno possono diventare surrogati molto soddisfacenti. A patto che siano messi in condizione di vivibilità assoluta. Un giardino d’inverno può essere considerato un’estensione della casa verso l’esterno per abbracciare una porzione di natura e di cielo: un luogo di incontro tra la gli ambienti domestici e lo scenario naturale che li circonda. Certo le temperature rigide limitano un po’ questa stagione, ma non dobbiamo farci irretire: verande e balconi possono essere «vissuti» anche fra novembre e febbraio a patto che siano ben riparati dalle intemperie.

Balconi e verande in inverno

Generalmente il balcone è realizzato con caratteristiche costruttive proprie e quasi sempre differente dalle composizioni delle mura domestiche (pensiamo alle verande in metallo e vetro), in quanto per la maggior parte dei casi si tratta di spazi aggiunti in un secondo momento e contraddistinti da grandi superfici trasparenti. Un giardino d’inverno può rendere più accattivante lo spazio abitativo, fornendo una finestra sull’esterno. Anche se la superficie disponibile è limitata, un giardino d’inverno potrà trasformarla in un meraviglioso ampliamento dell’abitazione regalando appeal e valore aggiunto. Ogni buon giardino d’inverno deve sembrare una naturale estensione della casa, una superficie pienamente utilizzata e funzionale da usare quotidianamente. Per case di piccola metratura, un giardino d’inverno può fungere da ideale ampliamento e servire da sala da pranzo o da secondo soggiorno.

Un giardino d’inverno su misura

Un giardino d’inverno su misura può servire anche come stanza per la musica, l’arte o il proprio hobby per chi desidera dare più spazio alle proprie passioni. Grazie alla luce naturale, verande e limonaie sono ideali anche come spazio studio. Come costruirle in versione low-cost e con la massima sicurezza Per verande e giardini d’inverno di ridotte dimensioni i costi possono essere mantenuti bassi con minimi lavori di fondamenta e limitando l’uso di materiali costosi. Per i progetti più ampi che richiedono il permesso di costruire e la costruzione di strutture permanenti il budget sarà ovviamente più alto. Se lo spazio deve ospitare una cucina, ad esempio, ci sarà bisogno dell’impiantistica di base (acqua, elettricità) oltre che i mobili di arredo. Ecco perché è bene assicurarsi che le predisposizioni siano state installate da professionisti.

L’importanza della fase di progettazione

La creazione di un giardino d’inverno può aggiungere valore economico alla casa ed è quindi importante considerarlo come un investimento a lungo tempo. Non è necessario che gli arredi siano di ultimo grido, anzi: spesso il buon gusto del proprietario riesce a sistemare mobili usati in un luogo dove… stanno bene anche quelli! E’ consigliabile comunque non lesinare in fase di progettazione: un progetto ben pensato e armonico ha non solo una valenza estetica da sfruttare nel tempo ma può incidere anche sulle prestazioni energetiche della casa. Un ulteriore vantaggio di cui tener conto in un’ottica futura.

Continua la lettura di Balconi e verande in inverno possono essere vissuti su Firenze Settegiorni.

]]>
Tendenze di arredo 2019, dalla madia alla tappezzeria https://firenzesettegiorni.it/casa/tendenze-di-arredo-2019-madia/ Sat, 10 Nov 2018 18:38:20 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6007 Tendenze di arredo, quali sono? Il soggiorno cambia pelle, diventando uno spazio versatile in grado di assolvere contemporaneamente più funzioni. Di grande attualità, i divani in versione «tuttofare» dotati di vani contenitori sotto la seduta dove alloggiare cuscini, coperte e piccoli oggetti, con piani d’appoggio incorporati lungo i lati, perfetti per ospitare libri e cd. […]

Continua la lettura di Tendenze di arredo 2019, dalla madia alla tappezzeria su Firenze Settegiorni.

]]>
Tendenze di arredo, quali sono? Il soggiorno cambia pelle, diventando uno spazio versatile in grado di assolvere contemporaneamente più funzioni. Di grande attualità, i divani in versione «tuttofare» dotati di vani contenitori sotto la seduta dove alloggiare cuscini, coperte e piccoli oggetti, con piani d’appoggio incorporati lungo i lati, perfetti per ospitare libri e cd. Senza rinunciare al comfort e all’ergonomia: i modelli più attuali puntano su soffici imbottiture, poggiatesta avvolgenti dotati di casse acustiche collegate alla tv o all’impianto hi-fi e sedute che consentono la scelta di diverse posizioni. In questo modo, il divano evolve da semplice arredo diventando una postazione relax a tuttotondo. In alcuni casi persino i braccioli e gli schienali non sono più fissati alla struttura ma diventano elementi mobili, da spostare a seconda delle necessità.

Il grande ritorno della madia

C’è da registrare poi il gran ritorno della madìa. Sempre più spesso, accanto al classico angolo conversazione con divani e tv è presente la zona pranzo e allora ecco spiegato il grande ritorno delle madìe. Dimenticate il buffet o la credenza che arredava le case delle nostre mamme e nonne: la madìa in versione 2.0 è un mobile super attrezzato che non solo contiene tutto l’occorrente per la tavola (piatti, bicchieri, posate, tovaglie) ma assolve più funzioni contemporaneamente. I vani a giorno possono esporre piccoli oggetti decorativi, mentre il piano può ospitare libri, cd, dvd e apparecchi hi-tech grazie alla predisposizione per il passaggio di cavi elettrici. Basse e larghe, le madìe sono adatte anche a centro stanza come elemento divisorio o come spalla per il divano. Appoggiate a parete, diventano il complemento ideale di ripiani, quadri o pensili.

I tavolini di servizio

Altra tendenza in forte ascesa sono i tavolini di servizio. Da usare non più da soli davanti al divano ma a gruppi di due o tre, meglio se con forme e altezze differenti, in posizione decentrata per un risultato decisamente più casual. L’offerta e la possibilità di scelta dei colori è pressoché infinita così come i materiali che spaziano dal marmo al vetro, dalla resina al Fenix, da coordinare, volendo, con il piano del tavolo o della madìa, per effetti molto decorativi.

E poi ci sono le pareti…

E alle pareti? Negli ultimi anni le carte da parati sono tornate di moda (andavano tantissimo negli Anni 70) diventando un vero must nell’interior-design. Scelta irrinunciabile quando si sceglie di dare carattere a un interno senza per forza abbattere muri o stravolgere tutto l’arredamento. Può essere molto utile, prima di acquistare metri e metri di rolli adesivi, fare una simulazione. Si può procedere in vari modi. Il più semplice è stampare a colori la fantasia prescelta e, accostandola a parete, provare a immaginare l’effetto finale.

Tendenze di arredo 2019

I più tecnologici possono utilizzare i simulatori che consentono di ricreare virtualmente la stanza, disponibili su alcuni siti di e-commerce che vendono wallpaper. Per ogni stanza, per ogni stile, c’è la soluzione adatta, l’importante è saper individuare la proposta giusta per il risultato che si vuole ottenere. Novità assoluta sono i rivestimenti murari in grado di essere posati anche negli ambienti umidi. Si aprono nuove possibilità decorative in bagno (box doccia incluso) e in cucina, àmbiti considerati off-limits fino a poco tempo fa per le tappezzerie. Tra le tendenze di arredo più in voga ci sono senza dubbio le fantasie a tema floreale, proposte in tutte le declinazioni possibili. Dai fiori in formato maxi, simili a gigantesche fotografie ingrandite alle riproduzioni botaniche di foglie e frutti esotici. Passando per i paesaggi bucolici che simulano spazi améni, fitti boschi e vegetazione lussureggiante in tutte le stagioni.

Il fiori mettono tutti d’accordo

Che si tratti della zona sala da pranzo o della camera da letto poco importa, il tema dei fiori mette tutti d’accordo. Chi ama uno stile più essenziale può contare su moltissime fantasie geometriche, più o meno sgargianti, o sull’intramontabile effetto-optical, riproposto in molteplici varianti. Ma non mancano proposte più architetturali come le «texture» che simulano la presenza di materiali naturali come il legno, le pietre, i marmi o l’effetto-metallo e cangiante di acciaio, ferro arrugginito e ottone. Il risultato è molto simile a quello ottenuto posando un rivestimento in grande formato ma il vantaggio è la facilità e la rapidità di posa (avendo una buona manualità è possibile procedere da soli), nonché il costo, sensibilmente inferiore a quello di una piastrella in pietra naturale, un parquet o un gress porcellanato. Ecco tutte le tendenze di arredo.

Continua la lettura di Tendenze di arredo 2019, dalla madia alla tappezzeria su Firenze Settegiorni.

]]>
Come si fa la sangria? Ecco la ricetta universale https://firenzesettegiorni.it/cucina/come-si-fa-la-sangria-ricetta/ Sat, 10 Nov 2018 18:31:01 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6004 Se il cocktail è il re degli aperitivi, se i long drink sono i principi dell’happy-hour, allora la regina del settore altri non può essere se non la sangria. Bevanda dolce e non particolarmente ad alta gradazione alcoolica (ma dipende da chi la prepara!) si adatta perfettamente ad essere consumata anche in ore non serali. […]

Continua la lettura di Come si fa la sangria? Ecco la ricetta universale su Firenze Settegiorni.

]]>
Se il cocktail è il re degli aperitivi, se i long drink sono i principi dell’happy-hour, allora la regina del settore altri non può essere se non la sangria. Bevanda dolce e non particolarmente ad alta gradazione alcoolica (ma dipende da chi la prepara!) si adatta perfettamente ad essere consumata anche in ore non serali. Da qui il grande successo per gli avventori che possono tracannarne in quantità senza rischiare la sbronza. Si tratta di una mistura da preparare in grandi quantità (almeno due litri alla volta) e dunque molto adatta per i ritrovi o gli happy hour a grande partecipazione.

La ricetta originale

La ricetta originale proviene dal Portogallo, ma ormai in tutta la penisola iberica è diventata una specie di «bevanda doc» e la Spagna ne ha elaborato decine di varianti. Ovviamente ciascuna zona sostiene di detenere la ricetta migliore e per la verità molte sono simili fra loro. I veri intenditori, tuttavia, sostengono che anche il solo cambio del vino o il grado di maturazione della frutta possono far cambiare il gusto come dal giorno alla notte. Per non prendere posizione e rimanere asettici di fronte a queste rivalità, proponiamo una ricetta più o meno «universale» che può essere presa ad esempio e poi eventualmente cambiata a seconda dei gusti personali.

Come si fa la sangria

Per un’ottima sangria, dunque, usate questi ingredienti: una bottiglia di vino rosso non frizzante (ottimi il sassella, il cannonau e il teroldego); un’arancia e mezzo limone; tre pesche mature; un bicchierino di rhum; due o tre bustine di zucchero di canna; tre o quattro chiodi di garofano; mezza bottiglia di acqua frizzante (o seltz). La preparazione è tanto semplice quanto intuitiva: affettare le pesche, l’arancia e il mezzo limone in una grande brocca o in una marmitta di vetro; aggiungere lo zucchero di canna e il vino rosso; mescolare bene e aggiungere i chiodi di garofano e il rhum; quindi mettere in frigo a riposare per almeno tre o quattro ore; quando è il momento di servirla aggiungere l’acqua gasata (o il seltz) e versare in bicchieri grandi con abbondante ghiaccio.

Le guarnizioni

Chi vuole può guarnire anche i bicchieri con scorze di agrumi o pezzi di frutta. In Catalogna e a Barcellona in particolare invece del vino rosso usano quello bianco, anche spumante, ma per i… «puristi» della sangria ciò rappresenta il peggior errore (comunque vien buona lo stesso).

Continua la lettura di Come si fa la sangria? Ecco la ricetta universale su Firenze Settegiorni.

]]>
Una manifestazione a Campi per dire basta ai nomadi https://firenzesettegiorni.it/politica/manifestazione-basta-ai-nomadi/ https://firenzesettegiorni.it/politica/manifestazione-basta-ai-nomadi/#respond Sat, 10 Nov 2018 18:26:28 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=5983 Questo pomeriggio si è tenuta in piazza Dante a Campi Bisenzio la manifestazione per dire basta ai nomadi promossa da Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia. Una manifestazione con cui i promotori hanno voluto protestare “contro l’immobilismo della Giunta davanti all’invasione di nomadi in via Einstein, piazza Nazioni uniti ed il parcheggio dell’Uci cinema”. “Soni […]

Continua la lettura di Una manifestazione a Campi per dire basta ai nomadi su Firenze Settegiorni.

]]>
Questo pomeriggio si è tenuta in piazza Dante a Campi Bisenzio la manifestazione per dire basta ai nomadi promossa da Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia. Una manifestazione con cui i promotori hanno voluto protestare “contro l’immobilismo della Giunta davanti all’invasione di nomadi in via Einstein, piazza Nazioni uniti ed il parcheggio dell’Uci cinema”.

basta ai nomadi basta ai nomadi

“Soni mesi che va avanti questa piaga, adesso l’assessore  Nucciotti presenti le sue dimissioni”

è questa la richiesta di  Paolo Gandola, capogruppo di Forza Italia, Vanessa Fischi, segretaria comunale della Lega, Filippo la Grassa, coordinatore Lega della Piana e Alessandro Ciaccheri, coordinatore comunale di Fratelli d’Italia Campi.

“Che fine ha fatto il daspo urbano? Perché ancora oggi non è stato adotto il regolamento istitutivo? Dove sono le sbarre limitatrice in altezza, già promesse decine di volte?

Dal Luglio scorso  Campi Bisenzio è presa d’assalto da carovane di nomadi che deturpano le nostre strade e le nostre aree verdi, ma la Giunta Fossi  dorme profondamente, dimostrando la mancanza di volontà, o forse la sua totale incapacità, nel risolvere definitivamente il problema. “Siamo scesi in piazza insieme ai nostri cittadini – aggiungono i rappresentanti di centrodestra per chiedere l’intervento di tutte le autorità preposte, il Prefetto, le forze dell’ordine, la polizia municipale e l’Asl perché siano definitivamente sgomberati i tanti, troppi accampamenti  oggi presenti e sia garantito, sicurezza e  decoro. Il Comune di Campi deve applicare immediatamente il Daspo urbano per impedire ai nomadi di trasformare la nostra città in un grande campo rom. La pazienza dei cittadini si è completamente esaurita, e questa manifestazione è solo l’inizio. Adesso l’assessore Nucciotti abbia un sussulto e si dimetta visto che ha dimostrato di non essere in grado di assumere provvedimenti drastici contro questo quotidiano degrado.

Tra campi e microinsediamenti, carovane e occupazioni, i rom si sentono evidentemente protetti dal Comune di Campi che è campione di immobilismo. Occorre tolleranza zero,  incominciando veramente a controllare i documenti, sequestrare mezzi, verificare e denunciare chi non fa andare a scuola i bambini, sgomberare chi occupa abusivamente, allontanare le carovane nelle strade, hanno concluso oggi pomeriggio i tanti rappresentanti di centrodestra che si sino alternati al microfono durante la lunga maratona oratoria”.

Continua la lettura di Una manifestazione a Campi per dire basta ai nomadi su Firenze Settegiorni.

]]>
https://firenzesettegiorni.it/politica/manifestazione-basta-ai-nomadi/feed/ 0
Ricetta del vin brulé, l’ideale per scaldarsi https://firenzesettegiorni.it/cucina/ricetta-del-vin-brule/ Sat, 10 Nov 2018 18:25:44 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=6001 Ricetta del vin brulé: un «must» di tutto il Nord Italia in queste serate di freddo inverno, soprattutto tradizionalmente gradito all’uscita dalla Messa di mezzanotte. Preparare questa bevanda corroborante non è difficile: scegliere un vino rosso di buona qualità; farlo cuocere a fiamma alta fino ad ebollizione; a questo punto l’etanolo evapora e (per chi […]

Continua la lettura di Ricetta del vin brulé, l’ideale per scaldarsi su Firenze Settegiorni.

]]>
Ricetta del vin brulé: un «must» di tutto il Nord Italia in queste serate di freddo inverno, soprattutto tradizionalmente gradito all’uscita dalla Messa di mezzanotte. Preparare questa bevanda corroborante non è difficile: scegliere un vino rosso di buona qualità; farlo cuocere a fiamma alta fino ad ebollizione; a questo punto l’etanolo evapora e (per chi se la sente) c’è la possibilità di incendiarne i vapori per esaurirli del tutto; quindi spegnere il fuoco e solo dopo averlo spento mettere nel vino i chiodi di garofano, pezzetti di mela, cannella (poca) e uno spruzzo di succo d’arancia.

Ricetta del vin brulé e le varianti

Ciascuno ha poi la sua versione: c’è chi aggiunge anche scorze di limone, fette di mandarino, altre essenze come l’anice… Diciamo però che la versione non troppo elaborata prevede chiodi di garofano, spruzzo d’arancia, mela a pezzi e poca cannella. Servire ben caldo.

Attenzione alla gradazione alcolica

La gradazione alcolica non è zero, ma circa 7 o 8 gradi a seconda sia del vino usato sia dell’ebollizione (fiamma più alta vuol dire evaporare più alcool). Per gli astemi o per chi non può assumere alcool, c’è anche una ricetta per così dire alternativa a base di succo di mela: seguire le stesse direttive della ricetta tradizionale, ne uscirà una specie di… «sangria leggerissima» in grado comunque di riscaldare stomaco e spirito.

Continua la lettura di Ricetta del vin brulé, l’ideale per scaldarsi su Firenze Settegiorni.

]]>
Come restare in forma? Prevenzione con il fitness https://firenzesettegiorni.it/salute/come-restare-in-forma-fitness/ Sat, 10 Nov 2018 18:18:06 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=5998 Come restare in forma? Un cervello pigro rende pigro il corpo. Avere a noia l’attività mentale riduce la propensione all’attività fisica. In buona sostanza non vi resta che convincervi che, per il vostro benessere, occorre fare sia attività cerebrale, che fisica. Gli esperti sostengono che quest’ultima deve essere svolta con cadenza almeno bisettimanale. E può […]

Continua la lettura di Come restare in forma? Prevenzione con il fitness su Firenze Settegiorni.

]]>
Come restare in forma? Un cervello pigro rende pigro il corpo. Avere a noia l’attività mentale riduce la propensione all’attività fisica. In buona sostanza non vi resta che convincervi che, per il vostro benessere, occorre fare sia attività cerebrale, che fisica. Gli esperti sostengono che quest’ultima deve essere svolta con cadenza almeno bisettimanale. E può essere come la preferite. Non necessariamente all’aperto, non necessariamente al chiuso. L’importante è fare movimento. Tutto ciò vi aiuterà a raggiungere un ottimo stato di forma. Dovreste sempre muovervi tenendo presente che «la salute è uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale». Il fitness è sicuramente uno dei metodi più validi per ottenere un buono stato di forma. Se abbinato al cardiofitness e allo stretching i risultati sono ancora più evidenti. Grazie ad esse è possibile incrementare forza e resistenza muscolare, mobilità articolare, capacità ed efficienza aerobica, fiducia in se e serenità.

Come restare in forma?

Poi, fidatevi, vedrete che fare sport è bello e coinvolgente. Non sono pochi coloro che, iniziando a correre «per forza» o su indicazione del proprio medico curante (magari per problemi di obesità) ci hanno poi trovato talmente gusto da non riuscire più a farne a meno. La corsa, in particolare, è un’attività aerobica che porta il cervello a secernere endorfine: sostanze che aumentano la sensazione di benessere psico-fisico.

Consigli per chi parte da zero

Qualunque «runner» lo sa bene: correre con costanza e regolarità fa… godere, non si sa il perché. A tal punto che molti corrono tutti i giorni e il loro fisico ringrazia! Per chi vuole cominciare da zero, ecco qualche utile consiglio. I primi giorni uscite a camminare e basta, a passo veloce ma senza correre, per almeno mezz’ora, un giorno sì e l’altro no. La seconda settimana: camminata veloce ma tutti i giorni, e tenete questo esercizio per un mese.

Dal secondo mese che fare

Dal secondo mese corricchiare lentamente a giorni alternati (un giorno si esce, l’altro si riposa) misurando la distanza su circa 5 km. Quindi dal terzo/quarto mese mantenere i giorni alterni e la distanza di 5 km ma aumentando un po’ il ritmo. Dal quinto mese in avanti aggiungere un chilometro al mese e aumentare il ritmo secondo come ci si sente: ormai sarete abbastanza esperti e amanti della corsa da sapervi gestire.

Continua la lettura di Come restare in forma? Prevenzione con il fitness su Firenze Settegiorni.

]]>
La dieta mediterranea e i suoi benefici sul dna https://firenzesettegiorni.it/salute/la-dieta-mediterranea-benefici-dna/ Sat, 10 Nov 2018 18:13:01 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=5990 La dieta mediterranea fa bene al cuore, e questo si sapeva. Mangiare in modo equilibrato frutta, verdura, pasta, pesce e carne (poca carne) è un regime alimentare sano ed equilibrato consigliato a qualsiasi età. Pare che i benefici maggiori siano riscontrabili per quanto riguarda la prevenzione delle patologie cardiache e cardiovascolari. Una teoria confermata dai […]

Continua la lettura di La dieta mediterranea e i suoi benefici sul dna su Firenze Settegiorni.

]]>
La dieta mediterranea fa bene al cuore, e questo si sapeva. Mangiare in modo equilibrato frutta, verdura, pasta, pesce e carne (poca carne) è un regime alimentare sano ed equilibrato consigliato a qualsiasi età. Pare che i benefici maggiori siano riscontrabili per quanto riguarda la prevenzione delle patologie cardiache e cardiovascolari. Una teoria confermata dai ricercatori dell’Università di Exeter (Inghilterra) che hanno fatto una importante scoperta a livello genetico: la dieta mediterranea rallenta l’invecchiamento del dna.

La ricerca e la dieta mediterranea

Per circa 10 anni i ricercatori guidati dal professor David Llewelly hanno monitorato lo stato di salute di circa 5.000 persone concludendo che chi segue la famosa dieta mediterranea aiuta il proprio dna a restare giovane e sano. La scoperta è arrivata osservando i cosiddetti «telomeri». Questi sono una specie di «cappucci protettivi» del dna il cui progressivo accorciamento è correlato all’invecchiamento cellulare e all’età. Dallo studio emerge, infatti, che chi mangia secondo le regole della dieta mediterranea mantiene i «telomeri» più sani, rallentando l’invecchiamento genetico e proteggendo il cuore.

L’acqua è l’elemento essenziale

La dottoressa Laura Rossi, esperta del Centro di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (CREA), ha spiegato che ogni rappresentazione grafica ha alla base l’acqua quale elemento essenziale per un corretto stile alimentare. L’acqua è sempre stata trattata come alimento essenziale nei livelli di assunzione raccomandati di energia e nutrienti. Quindi, se vogliamo mantenere il nostro cuore sano e la circolazione sanguigna ottimale, bisogna seguire una dieta mediterranea privilegiando frutta, verdura, pasta e pesce su tutto, associando al consumo di molta acqua (meglio naturale) da bere in piccole quantità durante tutte le fasi della giornata (almeno due litri al dì).

Continua la lettura di La dieta mediterranea e i suoi benefici sul dna su Firenze Settegiorni.

]]>
Nuova Ducati Panigale V4 R, grande novità ad Eicma https://firenzesettegiorni.it/motori/nuova-ducati-panigale-v4-r-eicma/ Sat, 10 Nov 2018 18:09:01 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=5987 La nuova Ducati Panigale V4 R è stata la grande protagonista della Ducati World Première 2019. E poi ovviamente di Eicma. Rispetto alle precedenti versione “R”, la nuova Ducati Panigale V4  è ancora più specialistica e ricca di tecnologia mutuata direttamente dal mondo della MotoGP. Le modifiche non si limitano al motore ed alle sospensioni. Ma comprendono anche […]

Continua la lettura di Nuova Ducati Panigale V4 R, grande novità ad Eicma su Firenze Settegiorni.

]]>
La nuova Ducati Panigale V4 R è stata la grande protagonista della Ducati World Première 2019. E poi ovviamente di Eicma. Rispetto alle precedenti versione “R”, la nuova Ducati Panigale V4  è ancora più specialistica e ricca di tecnologia mutuata direttamente dal mondo della MotoGP. Le modifiche non si limitano al motore ed alle sospensioni. Ma comprendono anche la carenatura, sviluppata e disegnata da Ducati Corse in collaborazione con il Centro Stile Ducati, che migliora l’efficienza aerodinamica della moto. La nuova carena integra inoltre le appendici aerodinamiche sviluppate per i prototipi della MotoGP. Realizzate in fibra di carbonio, derivano dai profili sviluppati per la MotoGP. E incrementano la stabilità in tutte le fasi della guida aumentando la confidenza del pilota per una guida ancora più performante ed efficace.

Il ruggito della nuova Ducati Panigale V4 R

La nuova Ducati Panigale V4 R è in pratica una moto da competizione della categoria WSBK omologata per uso stradale, e rappresenta la base tecnica di partenza per le Ducati Superbike ufficiali che gareggeranno nel Campionato Mondiale a partire dalla stagione 2019. Il motore Desmosedici Stradale da 1.103 cm3 lascia il posto al Desmosedici Stradale R da 998 cm3, per rientrare nei limiti di cilindrata imposti dal campionato WSBK. A differenza del V4 di maggiore cilindrata, progettato per avere un’erogazione fluida e corposa ai bassi regimi che lo rende sfruttabile anche su strada, il Desmosedici Stradale R da 998 cm3 ha un carattere più estremo, con una erogazione “appuntita” pensata per la prestazione in pista. E’ inoltre caratterizzato da componenti interni alleggeriti. Queste contribuiscono a ridurre il peso della moto di 2 Kg rispetto alla Panigale V4S, portandolo a soli 193 Kg in ordine di marcia.

Numeri impressionanti per la nuova Ducati Panigale V4 R

La superiore efficienza di aspirazione che gli consente di “prendere i giri” più rapidamente. E avere la zona rossa del contagiri spostata più in alto, per garantire un maggiore allungo. Il risultato sono 221 CV (162 kW) erogati a 15.250 giri/minuto (valori riferiti all’omologazione EU), 2.250 giri/minuto più in alto rispetto al picco di potenza massima del motore V4 da 1.103 cm3. Numeri impressionanti, che diventano ancora più incredibili montando lo scarico full-racing DucatiPerformance by Akrapovič, che portano la potenza massima che sale fino a 234 CV (172 kW) a 15.500 giri/minuto. La Ducati di serie più potente di sempre!

Continua la lettura di Nuova Ducati Panigale V4 R, grande novità ad Eicma su Firenze Settegiorni.

]]>
Nuovo Mitsubishi Triton/L200 presentato in anteprima mondiale https://firenzesettegiorni.it/motori/nuovo-mitsubishi-triton-l200/ Sat, 10 Nov 2018 18:03:58 +0000 https://firenzesettegiorni.it/?p=5984 Nuovo Mitsubishi Triton/L200 è stato presentato a Bangkok. Si tratta del nuovo pick-up da 1 tonnellata, la cui vendita prenderà il via il 17 novembre in Thailandia. Il nuovo Mitsubishi Triton/L200 è l’ultima versione di un modello che quest’anno celebra il suo 40° compleanno. Viene prodotto nello stabilimento di Laem Chabang da Mitsubishi Motors (Thailand) Co. Ltd. […]

Continua la lettura di Nuovo Mitsubishi Triton/L200 presentato in anteprima mondiale su Firenze Settegiorni.

]]>
Nuovo Mitsubishi Triton/L200 è stato presentato a Bangkok. Si tratta del nuovo pick-up da 1 tonnellata, la cui vendita prenderà il via il 17 novembre in Thailandia. Il nuovo Mitsubishi Triton/L200 è l’ultima versione di un modello che quest’anno celebra il suo 40° compleanno. Viene prodotto nello stabilimento di Laem Chabang da Mitsubishi Motors (Thailand) Co. Ltd. (MMTh), costruttore e distributore di MMC in Thailandia. È un modello strategico globale che, dopo il lancio in Thailandia, sarà commercializzato negli altri mercati ASEAN e in Oceania, Medio Oriente, Europa, Africa e America Latina, fino a raggiungere un totale di circa 150 paesi del mondo. Praticamente ovunque.

Ecco il nuovo Mitsubishi Triton/L200

In occasione della presentazione in anteprima mondiale, il CEO di Mitsubishi Motors Osamu Masuko ha dichiarato: “Il nuovo Mitsubishi Triton/L200 è uno dei nostri modelli strategici globali più importanti, il cui successo darà ulteriore impulso alla crescita sostenibile dell’azienda. Il nuovo modello ottimizza la robustezza, l’affidabilità e il comfort messi a punto in 40 anni di lavoro dall’introduzione della serie. Sono certo che il nuovo Mitsubishi Triton/L200 soddisferà le diverse esigenze e i desideri dei nostri clienti in tutto il mondo”.

Panoramica sul nuovo Mitsubishi Triton/L200

Il nuovo Mitsubishi Triton/L200 incarna il motto “Engineered Beyond Tough” che sintetizza la filosofia del marchio. In termini di competitività, i punti di forza della nuova versione sono: un design più incisivo che integra l’ultima declinazione del frontale “Dynamic Shield”; un sistema 4WD ottimizzato che migliora le performance nell’off-road; e sistemi di sicurezza attiva e assistenza alla guida di ultima generazione. Nel complesso, il nuovo modello mostra un netto perfezionamento delle caratteristiche di affidabilità e robustezza ricercate dai clienti commerciali e, al tempo stesso, del comfort e della qualità di guida desiderati dagli utenti privati.

Continua la lettura di Nuovo Mitsubishi Triton/L200 presentato in anteprima mondiale su Firenze Settegiorni.

]]>