Nuovo rinvio della conferenza dei servizi che si è tenuta questa mattina a Roma sul nuovo aeroporto di Firenze.

Aeroporto Firenze, l’attacco del sindaco Falchi

“Ancora una volta l’ostinazione di chi a tutti i costi vuole la pista non è bastata. Questo nuovo rinvio, seppur limitato nel tempo, è l’ennesima prova della grande confusione tecnica e politica che circonda la realizzazione del nuovo aeroporto. È sempre più palese come gli interessi in gioco siano soprattutto quelli del privato che, con denaro pubblico, realizzerà e gestirà l’opera. A dar loro mano c’è il Ministro Danilo Toninelli che, evidentemente, vuole essere ricordato come l’artefice a sua insaputa del nuovo aeroporto di Firenze. Smentendo il programma elettorale del M5S a tutti i livelli, dal Ministero dei Trasporti non è arrivata alcuna indicazione, con buona pace degli elettori che avevano mal riposto le proprie speranze di cambiamento. Evidentemente anche per il Governo gli interessi da tutelare sono gli stessi di chi ha governato finora con un’idea di sviluppo sbagliata e insostenibile. Ne prendiamo atto. Come prendiamo atto, ancora una volta, della fondatezza di tutti i nostri dubbi su quest’opera”.

Così il sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi, commenta il rinvio della conferenza dei servizi per la realizzazione del nuovo aeroporto di Firenze, riunita oggi a Roma, e aggiornata al prossimo 6 febbraio.

Leggi anche:  Primarie Pd: serata di confronto a Campi

LEGGI ANCHE: MEDICINALI CONTRAFFATTI IL BLITZ DEI NAS -VIDEO