Autopalio Siena-Firenze: dopo il Consiglio Comunale dello scorso 11 novembre, parlano i capigruppo di maggioranza a Poggibonsi.

Autopalio Siena-Firenze: approvata la mozione

C’è bisogno di garantire sicurezza e fruibilità dell’Autopalio. Servono impegni precisi a tutela di tutti coloro che percorrono quotidianamente questa strada, a tutela delle imprese e della vocazione turistica del nostro territorio e della nostra regione”. Così Stefano Nastasi, capogruppo del Partito Democratico, ha introdotto la mozione sull’adeguamento e la messa in sicurezza dell’Autopalio presentata dai gruppi maggioranza – PD, PoggibonSi Può e Vivacittà -, sottoscritta anche da Civiche Insieme ed approvata all’unanimità del Consiglio Comunale dell’11 novembre con il voto positivo anche dei gruppi di opposizione.

Lavori bloccati

L’Autopalio è stata progettata circa 60 anni fa quando il volume di traffico era profondamente diverso. Viene sempre definita, da tutti, un obiettivo strategico eppure per un anno è mezzo si sono bloccati i lavori avviati. Con questa mozione vogliamo chiamare a responsabilità gli enti preposti affinché vengano mantenuti gli impegni presi”, prosegue la maggioranza consiliare. Come si ricorda nella mozione, su sollecitazione degli enti locali Anas aveva intrapreso un programma di lavori per il miglioramento viario e per la messa in sicurezza della Siena-Firenze, interrotto senza motivata giustificazione. Sono seguiti incontri ufficiali e rassicurazioni ma è emersa l’assenza di un piano di interventi di manutenzione programmata con la quantificazione dei nuovi investimenti finalizzati all’adeguamento, ammodernamento e messa in sicurezza del raccordo autostradale. Da qui le richieste ad ANAS e Ministero delle Infrastrutture e Trasporti per un cronoprogramma definitivo con relativo piano dei finanziamenti al fine di conseguire più elevati standard di sicurezza ed affidabilità e ad effettuare comunicazioni e informazioni periodiche, certe e aggiornate, sui tempi e fasi di realizzazione dei suddetti interventi”.

L’impegni del sindaco

La mozione impegna il sindaco e la giunta “a valutare i presupposti e le condizioni per istituire uno specifico tavolo di confronto e programmazione che comprenda il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, Anas, la Regione Toscana, la Città Metropolitana di Firenze, la Città e la Provincia di Siena e le numerose amministrazioni comunali dell’area fiorentina e senese interessate ai lavori di manutenzione e ammodernamento del raccordo autostradale in oggetto”.

Dati alla mano

L’Autopalio ad oggi è percorsa giornalmente da circa 25mila mezzi, anche pesanti e funge da arteria di collegamento tra Siena e Firenze e da insostituibile raccordo di numerosi centri produttivi ed urbani – proseguono i capigruppo consiliari – Le condizioni in cui versa sono inaccettabili, con cantieri aperti e mai conclusi che generano anche ripercussioni sulla viabilità ordinaria. Serve proseguire con gli interventi, da pochi giorni finalmente ripartiti, e serve un crono programma. Gli investimenti in infrastrutture costituiscono un insostituibile driver di crescita dell’economia locale e regionale, svolgendo un ruolo di primo piano nello spostamento di merci e persone, tale da rafforzare le interazioni produttive, commerciali, turistiche e sociali”.

LEGGI ANCHE:Carabinieri inseguono auto che non si era fermata al posto di blocco

Leggi anche:  Due persone disperse ritrovate localizzando lo smartphone

LEGGI ANCHE:Lorenzo Destro: una folla ai funerali – GUARDA IL VIDEO

TORNA ALLA HOME PER ALTRE NOTIZIE