Azienda multiservizi Colle: la candidata a sindaco di SiAmoColleAngela Bargi interviene sulla gestione dell’azienda multiservizi di Colle di Val d’Elsa.

Azienda multiservizi Colle: una gestione superficiale

«Una gestione superficiale che in due anni ha portato a 240mila euro di perdita registrati nel 2018 – spiega Angela Bargi, candidato sindaco di SìAmo Colle, non ci sta ad avallare l’ultimo periodo di gestione della Azienda Speciale Multiservizi (Asm) – Il quadro è decisamente preoccupante. Fino al 2016 avevamo una situazione dei conti positiva che è andata a peggiorare nel 2017 e 2018. Non vogliamo stare a sottolineare le incompetenze e i disagi di chi ha gestito in questi due anni. Ma quello che non può essere ignorato e su cui vogliamo porre l’attenzione, è la scarsa sensibilità degli attuali amministratori».

Da non prendere alla leggera

Per Angela Bargi infatti, non si può prendere alla leggera la gestione di una società, come la Asm, che «dà da vivere a molte famiglie e molte persone. Come i dipendenti delle mense comunali che vivono questo lavoro. Per tutti loro non è corretto sottovalutare l’importanza di avere una gestione seria e accorta». Per questo, sottolinea Bargi, «vorremmo soltanto rilevare al di là dei conti e dei bilanci, che coloro che si sono voluti prendere l’impegno di gestire l’Asm lo ha fatto con molta superficialità non tenendo conto dell’importanza dell’azienda stessa».

Leggi anche:  Pd Poggibonsi su programma Bussagli: lavoro e sviluppo

240mila euro di perdita

Bargi evidenzia anche che le motivazioni addotte per giustificare i 240mila euro di perdita, denotano la «notevole superficialità in chi ha preso in carico una azienda così importante». Angela Bargi sostiene che «l’azienda vada gestita bene per rispetto dell’incarico conferito dal Comune e dai colligiani. Occorre impegno. Gestire l’Asm non significa farsi vedere ogni tanto per il consiglio di amministrazione o per dire semplicemente che ruolo si riveste. Gestire un’azienda vuol dire responsabilità, tanto impegno, competenza, buon senso e senso del dovere».

LEGGI ANCHE: BERNARD DIKA A POGGIOBNSI PER PARLARE DI PARTECIPAZIONE E POLITICA GIOVANILE VIDEO

LEGGI ANCHE: CATTIVI ODORI DAL DEPURATORE DEL CALICE A PRATO