Saranno più di cinquanta sindaci provenienti dalla Toscana a prendere parte all’evento organizzato dalla Camera dei Deputati e dell’Anci.

Si terrà venerdì 22 febbraio a Roma l’incontro “Lo Stato dei Beni Comuni”, organizzato da Camera dei Deputati e Anci: dalle 11 oltre seicento sindaci da tutta Italia si ritroveranno nell’aula di Montecitorio, ospiti del presidente Roberto Fico, per raccontare e condividere esperienze, aspettative, problemi e buone pratiche. Un’occasione preziosa per sottolineare lo sforzo quotidiano degli amministratori locali per governare al meglio i nostri territori e raccogliere le sfide dell’innovazione e della sostenibilità ambientale, sociale, finanziaria. Ad aprire l’iniziativa sarà il presidente Fico; chiuderanno il presidente Anci Antonio Decaro e il presidente del consiglio dei ministri Giuseppe Conte.

Oltre cinquanta i sindaci toscani che hanno aderito all’iniziativa, dove ogni Anci regionale, per chiare ragioni organizzative, può portare un ristretto numero di ospiti. Fra i primi cittadini che parteciperanno i sindaci di Livorno Filippo Nogarin (vicepresidente Anci), di Firenze Dario Nardella, di Arezzo Alessandro Ghinelli (vicepresidente Anci Toscana), di Pisa Michele Conti, di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna, oltre a tanti rappresentanti di Comuni medi e piccoli. Tutti con la fascia tricolore. L’evento sarà trasmesso in diretta, a cura di Rai Parlamento, su Rai2, sul canale satellitare e sulla webtv della Camera, oltre che sul sito Anci.

Ecco l’elenco dei partecipanti dalla Toscana: Mario Agnelli (Castiglion Fiorentino), Francesco Bacci (vicesindaco di Scarperia e San Piero), Alessandro Bandini (San Vincenzo), Marco Barbagli (Marciano Della Chiana), Brenda Barnini (Empoli), Giacomo Bassi (San Gimignano), Giuseppe Bellandi (Montecatini Terme), Alessandra Biondi (Civitella Paganico), Andrea Biondi (Gavorrano), Paolo Bonari (Asciano), Primo Bosi (Vaiano) Moreno Botti (Loro Ciuffenna), Alessio Calamandrei (Impruneta), Roberta Casini, (Lucignano), Sandro Cerri (Montecatini Val di Cecina), Lucia Ciampi (Calcinaia), Michele Conti (Pisa), Alberto Cristianini (Signa), Gilda Diolaiuti (Pieve A Nievole), Giancarlo Farnetani (Castiglione della Pescaia),  Alessandro Franchi (Rosignano Marittimo), Vittorio Gabbanini, (San Miniato), Alessandro Ghinelli (Arezzo),  Michele Giannini (Fabbriche Di Vergemoli),  Marcello Giuntini (Massa Marittima),  Luca Grisanti (Campagnatico),  Giuseppe Gugliotti (Sovicille),  Francesco Limatola (Roccastrada), Matteo Maestrini (Tresana), Ginetta Marchetti (Civitella In Val Di Chiana),  Giovanni Morganti  (Vernio), Dario Nardella (Firenze), Alfredo Fabrizio Nerozzi  (presidente del consiglio comunale di Agliana), Filippo Nogarin (Livorno), Michele Palma (presidente del consiglio comunale di Carrara), Diego Petrucci (Abetone Cutigliano),  Paolo Pomponi (Montaione),  Francesco Puggelli (Poggio A Caiano),  Andrea Rossi (Montepulciano), Romina Sani (Cinigiano), Claudio Scarpelli (Firenzuola), Sandra Scarpellini (Castagneto Carducci), Rossana Soffritti (Campiglia Marittima), Emiliano Spanu (Rapolano Terme), Pietro Tanzini (Bucine), Gianpaolo Tellini (Chiusi Della Verna), Giacomo Termine (Monterotondo Marittimo), Alessio Torrigiani (Lamporecchio), Gabriele Toti (Castelfranco Di Sotto), Maurizio Viligiardi (San Giovanni Valdarno), Antonfrancesco Vivarelli Colonna (Grosseto).

Leggi anche:  Scritte fasciste, i Sindaci pratesi: “Un oltraggio a tutta la comunità"

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Tredicenne danneggia una statua di Orsanmichele e scatta le denuncia