Elezioni Prato: Matteo Biffoni è stato riconfermato sindaco per un secondo mandato.

Una riconferma arrivata con qualche brivido in più rispetto al previsto, specie nella parte iniziale dello spoglio. Ma già poco prima dello scrutinio della metà delle sezioni, il risultato era già chiarissimo, come testimoniato anzitempo dai cori da stadio, dagli applausi e dalle urla di gioia dei sostenitori del comitato.

Matteo Biffoni può sorridere, perchè è stato riconfermato al secondo turno con il 56,12%, e 42.199 voti. Su di lui aleggiava comunque, in qualche modo lo spettro del 2009, l’unico precedente allo “spareggio”, sebbene all’epoca i rapporti di forza fra centrodestra e centrosinistra fossero decisamente differenti. Il margine di oltre 11mila voti di vantaggio da cui partiva idealmente, nei confronti del rivale Daniele Spada (che si è fermato all’ultimo atto a 32.992 voti, pari al 43,88%) rappresentava un divario rassicurante, ma i ballottaggi, si sa, sono sfide a sé stanti.

E l’astensionismo è stato l’altro vincitore della competizione: ha votato solo il 56,58% degli aventi diritto. Otto punti in meno rispetto a dieci anni fa, quando l’affluenza asi fermò al 64,34%.

“Nel primo turno abbiamo sfiorato la vittoria, mancandola di un soffio. I dati delle Europee potevano trarre in inganno, ma le amministrative sono completamente differenti. Ci aspettano altri cinque anni per dare continuità ad un percorso iniziato nel 2014 – ha affermato Biffoni, lanciando poi una frecciata allo sfidante – si è finalmente chiusa una campagna elettorale che non mi è piaciuta, nel corso del quale non sono mancati nemmeno gli attacchi personali Ho rispetto per i miei avversari, ma ci si confronta sui temi”.

PRATO: NEL CAPOLUOGO VINCE IL CENTROSINISTRA

Leggi anche:  Al via l’attività dei nuovi Consigli comunali a Cantagallo, Vaiano e Vernio

FIRENZE: A SIGNA PREVALE IL CENTROSINISTRA

SIENA: ANCHE COLLE VAL D’ELSA AL CENTROSINISTRA

PISTOIA: AGLIANA AL CENTRODESTRA, MONSUMMANO AL CENTROSINISTRA