Il sindaco Paolo Sottani ha nominato questa mattina la nuova Giunta. Tre le new entrie nel governo cittadino come Simona Forzoni, Ilary Scarpelly (già consigliere comunale nella precedente legislatura) e Paolo Stecchi. Lorenzo Lotti sarà il braccio destro del sindaco nel ruolo di vicesindaco. Sottani ha tenuto per sè le deleghe agli affari generali, governo del territorio, sviluppo economico, unione comuni del Chianti fiorentino e rapporti con società partecipate. Il primo Consiglio comunale è fissato per domani (mercoledì 12 giugno alle 21.15 nella sala del Consiglio).

“E’ un gruppo eterogeneo – ha commentato il sindaco Paolo Sottani – costituito da cittadini che uniscono l’esperienza amministrativa ad uno spiccato senso civico, alcuni dei miei collaboratori hanno già ricoperto incarichi istituzionali, altri provengono dalla società civile e si qualificano per il forte senso di responsabilità, consapevolezza del proprio ruolo, attenzione e rispetto verso il bene comune”.

Qui di seguito tutte le nomine nel dettaglio:

Lorenzo Lotti, vicesindaco, sono state affidate le deleghe: bilancio, finanze e tributi, cultura, promozione turistica ed eventi, servizi bibliotecare, attuazione del programma, comunicazione, gemellaggi, caccia e pesca.

Leggi anche:  Torna “Svuota la soffitta” Per visitarla c’è tempo fino a stasera

Maria Grazia Esposito è stata confermata alla scuola. Poi formazione, pari opportunità, politiche dell’immigrazione.

Simona Forzoni seguirà ambiente, patrimonio, personale, mobilità e trasporti, coordinamento progetti per il reperimento di fondi regiinali, statatali ed europei.

Ilary Scarpelli sarà assessore alle politiche sociali e sanità, consulte ed associazionismo socio sanitario, partecipazione, politiche giovanili.

Paolo Stecchi sono stati affidate le deleghe alle politiche per lo sport, protezione civile, lavori pubblici, progettazione, servizi a rete.

Parola a parte per i membri del Consigli, molti alla prima esperienza politica. “E’ una novità di cui sono particolarmente fiero – aggiunge il sindaco – numerosi i giovani che vanno a comporre la compagine del consiglio comunale, molti dei quali al di sotto dei 30 anni, segno che abbiamo lavorato bene sul territorio per avvicinare i ragazzi alla politica e metterli al centro della vita pubblica, come cittadini attivi, in un momento storico complesso in cui altri sono gli interessi che prevalgono sulla partecipazione all’attività istituzionale”.