Con una nota il gruppo consiliare del Pd di Prato intende esprimere la propria vicinanza e solidarietà a Carola Rackete, comandante della Sea Watch 3, ed esprime condanna in merito all’atteggiamento tenuto in tutta questa vicenda dal vice-premier leghista Matteo Salvini.

La solidarietà del Pd di Prato a Carola Rackete

Questa la nota stampa diffusa dal gruppo consiliare del Pd di Prato, da poco insediatosi, in merito a quanto successo nelle ultime ore sulla vicenda della nave Sea Watch a Lampedusa.

Carola Rackete questa notte ha deciso di entrare nel porto di Lampedusa senza autorizzazione preventiva. Lo ha fatto dopo aver invocato lo stato di necessità, con un’azione di coraggio e in conformità con i trattati internazionali, dopo 17 giorni in attesa di un porto sicuro. Lo ha fatto perché un’operazione di salvataggio non può dirsi conclusa fino allo sbarco; perché il Governo italiano, già a conoscenza della procedura di redistribuzione avviata dall’Unione Europea, non ha comunque consentito l’operazione. Carola Rackete è stata arrestata con l’accusa di resistenza o violenza contro nave da guerra”.

Il gruppo consiliare del Partito democratico di Prato esprime piena solidarietà e vicinanza alla “Capitana” e alle quarantadue persone che finalmente questa mattina hanno messo piede a terra, e condanna la strumentale condotta del Ministro dell’Interno.

LEGGI ANCHE: Sequestrata una stamperia a Prato