Detto, fatto. La Toscana ha notificato il ricorso contro la legge Salvini. Un ricorso alla Consulta contro il decreto sicurezza del governo che, tra le altre cose, ha cancellato il permesso di soggiorno per motivi umanitari e vietato l’iscrizione all’anagrafe dei richiedenti asilo.

“E’ evidente come in questo modo si ostacoli il soddisfacimento di un nucleo di diritti fondamentali e universali che appartengono alla persona e già ribaditi da più sentenze”, ha commentato il governatore della Toscana, Enrico Rossi – Oltre al fatto che c’è anche un problema di sicurezza, perché la cancellazione dei permessi umanitari sostituiti con ipotesi limitate di permessi di soggiorno speciali, l’impossibilità dei rinnovi per chi già ce l’aveva non oltre un ulteriore anno, creerà dei fantasmi nella nostre città, visto che non si potranno certo espellere tutti poiché l’Italia non ha accordi di rimpatrio con i paesi di provenienza”.

La Toscana, insieme a Piemonte, Umbria ed Emilia Romagna, ha quindi il ricorso alla Consulta contro il provvedimento del Governo all’inizio di gennaio. Ma la Regione Toscana ricorrerà anche a nome e per conto di oltre sessanta Amministrazioni comunali, quei Comuni cioè che espressamente lo hanno richiesto.

Leggi anche:  La Lega denuncia: «Intimidazione al nostro gazebo a Firenze»

L’elenco dei Comuni “ribelli”

Abbadia San Salvatore, Bagno a Ripoli, Bucine, Calenzano, Campi Bisenzio, Campiglia Marittima, Capraia e Limite, Castagneto, Carducci, Castelfiorentino, Castelfranco Piandiscò, Castelnuovo Berardenga, Castiglione d’Orcia, Cerreto Guidi, Certaldo, Civitella Val di Chiana, Collesalvetti, Cortona, Empoli, Fiesole, Figline e Incisa, Firenze, Fucecchio, Gambassi Terme, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Londa, Lucca, Lucignano, Monsummano Terme, Montaione, Montelupo Fiorentino, Montepulciano, Monte San Savino, Montespertoli, Montopoli in val d’Arn,o Murlo, Pelago, Poggibonsi, Pontassieve, Ponte Buggianese, Prato, Quarrata, Rosignano Marittimo, Radicondoli Reggello, Rignano sull’Arno, Rufina, San Gimignano, San Giovanni Valdarno, San Vincenzo, Santa Croce sull’Arno, Sarteano, Scandicci, Sesto Fiorentino, San Casciano dei Bagni, San Casciano Val di Pesa, Sinalunga Talla, Trequanda, Viareggio e Vinci.