Matteo Mannelli, candidato sindaco di Uniti per Signa, risponde alla nota di Giampiero Fossi (LEGGI: Nessun accordo politico tra Fossi e Mannelli) sulle voci riguardanti un accordo tra la sua lista civica e il Pd.

“La nota di Giampiero Fossi ci dà l’opportunità di ribadire un concetto che pensavamo chiaro: chi vota Uniti per Signa vota Uniti per Signa. Non vota il Pd, non vota Giampiero Fossi, non vota Alberto Cristianini, non vota la coalizione di destra”.

Ha affermato il candidato sindaco Matteo Mannelli, che ha poi aggiunto:

“Chi vota Uniti per Signa vota una lista civica con un proprio programma, un proprio candidato sindaco e una propria lista di giovani candidati, con una età media di 37 anni. Siamo lontani anni luce da chi propone gli stessi amministratori degli ultimi dieci anni e vuole portarci ad una sorta di terzo mandato dell’attuale giunta.

Questa giunta, immobile e litigiosa fino al giorno in cui doveva accordarsi sulle candidature, ha lasciato Signa con gli stessi problemi che aveva dieci anni fa. Noi ci proponiamo di dare una ventata di novità, con idee nuove, candidati giovani, e tanta passione. Gli accordi con chi ha governato fino ad ora, che pure ci sono stati proposti, non fanno parte della nostra ricetta”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Taglio del nastro per il comitato elettorale di Uniti per Signa