Nel primo pomeriggio una delegazione di Forza Italia guidata da Angelo Victor Caruso, coordinatore di Forza Italia giovani, si è recata presso i giardini di via Siena dedicati l’anno scorso al ricordo di tutti i martiri, per rendere un omaggio floreale in ricordo dei martiri delle foibe.

“Come noto noi di  Forza Italia – ricorda Paolo Gandola, capogruppo di Forza Italia a Campi Bisenzio, – avevamo chiesto che i giardini di via Siena fossero dedicati ai martiri delle foibe, ed invece l’amministrazione comunale si limitò ad intitolare l’area verde genericamente a tutti i martiri ritenendo la parola  Foibe, evidentemente, una parola scomoda, imbarazzante, essendo stati i partigiani comunisti del maresciallo Tito i responsabili dell’eccidio.

Come facciamo da quasi un decennio,  oggi pomeriggio,  abbiamo provveduto  a consegnare un omaggio floreale per ricordare e commemorare le vicende delle donne e degli uomini, circa diecimila in quattro anni, gettati nelle Foibe ricorrendo domani Il giorno del ricordo in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata e delle vicende del confine orientale”.

“Oltre a ricordare la Shoah ebraica – sottolinea Angelo Caruso – infatti, occorre ricordare e rendere omaggio  alle tante vittime del massacro delle foibe che negli anni drammatici a cavallo del 1945, furono torturate e uccise a Trieste e nell’Istria controllata dai partigiani comunisti jugoslavi di Tito. Costoro in gran parte, vennero gettati (molti ancora vivi) dentro le voragini naturali disseminate sull’altipiano del Carso, appunto le foibe.

Tali avvenimenti si verificarono in un clima di resa dei conti per la violenza fascista e furono il frutto di un progetto politico preordinato in cui confluivano diverse spinte: l’eliminazione di soggetti legati al fascismo e l’epurazione preventiva di oppositori reali. Il tutto nasceva da un movimento rivoluzionario che si stava trasformando in regime, convertendo quindi in violenza di Stato l’animosità nazionale ed ideologica diffusa nei quadri partigiani.

In vista della giornata del Ricordo,  noi di Forza Italia, abbiamo reso ancora una volta il nostro servizio alla verità celebrando  una tragedia italiana a lungo dimenticata e ricordando tutti quegli italiani privati di tutto, dei loro beni e dei loro diritti, nostri concittadini deportati e torturati dal comunismo titino  che per troppo tempo sono state vittime dell’oblio”.

Dopo la cerimonia, è stato aperto il Gazebo azzurro  in via Santo Stefano durante il mercato  nel quale viene distribuito un volantino per ricordare le vittime delle foibe.

Leggi anche:  Terribile incidente coinvolge auto, moto e alcuni ciclisti

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Ugo Brilli: l’unico superstite italiano del campo di lavoro di Berlino IL VIDEO