Francesco Puggelli ricoprirà il ruolo di presidente della Provincia di Prato.

Il nuovo presidente della Provincia

Il sindaco di Poggio a Caiano lo rende noto dopo una riunione con i sindaci dell’area pratese che lo hanno indicato come nuovo presidente della Provincia e successore di Matteo Biffoni, in vista delle elezioni provinciali del prossimo 31 ottobre. Puggelli rispetta, infatti, i requisiti previsti dalla riforma Del Rio dell’aprile 2014: le nuove disposizioni prevedono che la carica sia assegnata ad uno dei sindaci del territorio provinciale, per quattro anni e a titolo gratuito, il cui mandato non sia in scadenza nei 12 mesi successivi all’elezione a sindaco.

“Quando i sindaci mi hanno chiesto di mettermi gratuitamente al servizio dei Comuni della Provincia – dichiara Francesco Puggelli – ho riflettuto a lungo per poi giungere a questa conclusione: sono stato eletto dai poggesi e non intendo sottrarre tempo e risorse a questo ruolo che copro con grande orgoglio e con dedizione, ma credo anche che il lavoro che stiamo svolgendo a Poggio – fatto di piccoli passi ma molto concreti – possa essere di spunto e d’aiuto anche per un territorio più ampio come quello provinciale. Diciamolo chiaramente: la riforma delle Province rimasta a metà è un pasticcio. Fare il sindaco, però, insegna ad essere pratico e a far diventare anche i “pasticci” delle opportunità”.

Lavoro “collegiale” con gli altri sindaci

“La Provincia come ente di “secondo livello” è fondata sui sindaci che, stando tutti i giorni in mezzo alla gente, possono creare un’occasione per dare voce a tutti i cittadini dell’area che va da Montalbano a Montepiano. Il mio obiettivo, in sostanza, è estendere l’impegno da sindaco – prosegue Puggelli – anche alla Provincia mantenendo però lo stile di Poggio grazie a un lavoro “collegiale” con tutti gli altri sindaci dell’area pratese.

“La Provincia oggi continua a gestire poche cose ma importanti per tutti i pratesi: strade e scuole superiori in primis. Faccio un esempio: i nostri territori sono attraversati da strade provinciali che necessitano di continua manutenzione e di interventi. Chi meglio dei sindaci conosce il territorio e può indicare le priorità su cui intervenire? Se ognuno di noi – presidente, sindaci e consiglieri – a prescindere dal colore politico, porterà la voce del proprio territorio, potremo rendere l’ente un organismo vivo a servizio dei Comuni pratesi, per la valorizzazione delle specificità di tutta l’area”.

I progetti da portare avanti

“I progetti da portare avanti sono tanti e credo molto nell’unione delle forze e nella contaminazione reciproca che potrà portare a fare ancora meglio – conclude Francesco Puggelli – Nel frattempo speriamo che a Roma si chiariscano le idee su quale dovrà essere il futuro degli enti locali.
Voglio anche rassicurare i poggesi che con questo nuovo impegno non verrà meno il mio tempo e il mio impegno per Poggio: la mia porta e quella di tutti gli assessori della mia squadra continuerà ad essere sempre aperta. E per l’area pratese ci saranno tutti i sindaci in campo, che ringrazio per la fiducia e il sostegno”.

Il commento del segretario

Francesco Puggelli è quindi il nome espresso dal Partito democratico di Prato per le elezioni provinciali che si terranno mercoledì 31 Ottobre.

“La candidatura di Puggelli è unitaria, condivisa dai Sindaci della nostra provincia”, dichiara Gabriele Bosi, Segretario provinciale del Pd di Prato.  “Voglio innanzi tutto ringraziare Matteo Biffoni per il lavoro importante che ha saputo svolgere in questi anni come Presidente, guidando con serietà e responsabilità questo ente in una fase molto incerta e delicata, nel pieno di una transizione istituzionale. In conclusione del suo mandato Biffoni lascia un ente ordinato, in grado di svolgere nel modo più efficiente le sue funzioni, legate soprattutto alle scuole superiori e alla viabilità. “Mi fa molto piacere – prosegue Bosi – che la candidatura di Puggelli sia stata avanzata in modo unitario. Sono certo che Francesco saprà svolgere nel modo migliore questo nuovo ruolo, facendo squadra con tutti i nostri Amministratori locali e mettendosi al servizio del nostro territorio”.