Risparmio energetico, rinnovo dell’illuminazione pubblica e piano di efficientamento energetico per gli edifici per conseguire vantaggi economici, sociali, ambientali. Questi alcuni temi approfonditi dalla lista civica Vivacit(t)à che sostiene la candidatura a sindaco di David Bussagli.

Risparmio energetico: l’orientamento alla sostenibilità

Lo sviluppo di Poggibonsi è orientato non da ora alla sostenibilità, allo zero consumo di suolo, al rispetto dell’equilibro con l’ambiente – dice la lista civica – Oggi emerge la necessità di una ulteriore spinta in questa direzione che passi da una più evoluta politica di sostenibilità ambientale. I temi dell’efficientamento, della circolarità dell’economia, del risparmio energetico, del recupero, sono centrali nel programma elettorale costruito e saranno centrali nel lavoro dei prossimi anni”.

Sull’illuminazione pubblica

Gli investimenti effettuati in questi anni su parti importanti della città hanno portato a intervenire anche sull’illuminazione pubblica. La sostituzione di tutti i lampioni di via Redipuglia e di viale Marconi ha prodotto una contrazione di costi e consumi energetici di quasi il 60%. Nei soli punti luce di viale Marconi si sono attivati risparmi passando dai circa 10mila euro di spesa del 2015 ai poco più di 4mila del 2018. Un valore che consente di ripagare l’intervento in meno di 4 anni. Questa azioni va resa strutturale tenuto conto che il 60% dei consumi energetici del Comune è realizzato in 173 centraline per circa 6.000 lampade”. “L’ obiettivo, da perseguire in 3 anni, sarà la sostituzione integrale di tutti i corpi illuminanti in led o induzione magnetica per determinare la riduzione della spesa e il calo delle emissioni. Sono investimenti che hanno un ritorno in circa 4 anni”.

Altre azioni sostenibili

Altre azioni sono relative al piano di efficientamento degli edifici anche in questo finalizzato a ridurre i consumi generando risparmi.

Sarà da focalizzare l’attenzione prima su quegli edifici più energivori, che detengono la massima potenzialità di riduzione dei consumi e di induzione di risparmi economici per poi creare le condizioni per estendere le progettazioni di efficienza energetica all’intero patrimonio edilizio”. “I vantaggi – proseguono dalla lista civica – saranno anche in questo caso economici, con nuovi investimenti e creazione di posti di lavoro qualificati nell’edilizia, ma anche sociali migliorando benessere e qualità della vita, e ambientali con la riduzione di emissioni inquinanti e impiego più razionale delle fonti energetiche”. “Altri sono i temi e le azioni verso una maggiore sostenibilità. Una vera a propria conversione ecologica“, chiude la lista civica.

LEGGI ANCHE: CONTROLLI ANTIDROGA INTENSIFICATI DA PARTE DELLA FINANZA

Leggi anche:  Nuovo pronto soccorso Campostaggia: una priorità per la Val d'Elsa

LEGGI ANCHE: METTI UN LIBRO SOTTOBRACCIO POGGIBONSI, EDIZIONE DA RECORD