Il ministro Matteo Salvini è stato a Firenze nei giorni scorsi e la notizia non è passata inosservata, soprattutto a chi come Gabriele Toccafondi si chiede cosa abbia fatto delle tante promesse fatte.

Salvini a Firenze. Toccafondi: “Bene ma aspettiamo il Ministro”

“Che Matteo Salvini apprezzi le bellezze di Firenze, i vini e i ristoranti non può che farci piacere. Fa meno piacere vedere che il Ministro dell’Interno dopo tante promesse da Firenze sia scomparso senza mantenere gli impegni presi nei confronti dei fiorentini” così Gabriele Toccafondi commenta la gita a sorpresa di Salvini dell’altro giorno a Firenze.

”Le cronache raccontano che Salvini era a Firenze perché voleva mangiare sushi – dice Toccafondi -, ma non ha incontrato i suoi referenti leghisti e tanto meno il presunto candidato sindaco del centrodestra (che quindi evidentemente non è il candidato della Lega. Però ha pranzato con i Biondi Santi, quelli del vino, che ovviamente, ci hanno tenuto a far sapere che gli hanno donato una bottiglia. Bene. Ma il Ministro dov’era?”

“A Firenze mancano 250 agenti in organico. Abbiamo bisogno di leggi che garantiscano certezza della pena anche per gli spacciatori che oramai stanno in galera per meno di 24 ore. Due giorni fa abbiamo dovuto subire scontri tra forze dell’ordine e ultras dell’Atalanta con 5 agenti feriti. E mentre Salvini viene a Firenze a mangiare sushi e a ricevere una bottiglia di vino, i fiorentini si stanno chiedendo che fine abbia fatto il Ministro dell’Interno” conclude Toccafondi.