Sinistra italiana, FareCittà e Sì Parco no aeroporto hanno portato il loro sostegno ai lavoratori della Bagnolo.

Dalla parte dei lavoratori della Bagnolo

Ieri, 3 aprile, i consiglieri del Gruppo Consiliare SI-FareCittà, insieme ad una delegazione di Sinistra Italiana di Campi Bisenzio, FareCittà e Si Parco No Aeroporto hanno partecipato al presidio della Cgil per la vertenza contro la Bagnolo Srls.

“Il proprietario della Bagnolo Srls, azienda di Calenzano che si occupa di pronto moda e stireria, la scorsa settimana ha allontanato dal posto di lavoro i dipendenti dicendo loro di non avere i soldi per pagare lo stipendio (già per il secondo mese consecutivo) –  dice Sara Fiaschi, segretaria e tesoriere di FareCittà – I lavoratori, tutti stranieri di cinque nazionalità diverse (Afghanistan, Bangladesh, Costa d’Avorio, Senegal, Pakistan), raccontano che lavoravano (anche per conto di noti marchi della moda) più ore del dovuto (e non retribuite) secondo il loro contratto (un part time). La Cgil ha provveduto a formare un presidio permanente (notte e giorno) davanti ai cancelli dell’azienda”

“Inoltre – spiega Simona Pizzirusso, consigliera comunale del gruppo SI-FareCittà – molti lavoratori in questi giorni hanno attuato lo sciopero della fame. La maggior parte di loro, durante la nostra visita al presidio, ci hanno detto che adesso sono oltretutto senza una casa (impossibilitati a pagare l’affitto a causa della non riscossione dello stipendio).”

Sindacati e lavoratori hanno inoltre informato che al problema della mancata corresponsione degli stipendi, si sommano quelli che derivano dal mancato rispetto degli orari di lavoro e dalle precarie condizioni di sicurezza.

“La situazione è veramente molto critica e siamo vicino ai lavoratori che lottano con coraggio per la tutela dei loro diritti e della loro dignità – dice Andrea Morreale, esponente del coordinamento di Sinistra Italiana Campi Bisenzio – Si sono registrati anche momenti di tensione nel corso del presidio organizzato dai lavoratori, dopo che nei giorni scorsi una richiesta di confronto avanzata dai sindacati non aveva ricevuto risposta dalla proprietà.”

Oggi l’incontro tra Cgil e proprietà

Stamattina, 4 aprile, Sara e Simona sono tornate al presidio per portare l’ultimo saluto ai lavoratori della Bagnolo Srls, in quanto oggi la Cgil avrà un incontro con i proprietari della ditta e il presidio verrà sciolto.

“Spero che l’incontro di oggi porti solo notizie positive, anche se i colloqui avvenuti in precedenza non fanno pensare bene – dice Daniele Matteini, Consigliere Comunale del gruppo SI-FareCittà. – Il pensiero adesso è trovare un posto per questi lavoratori che hanno perso anche la casa. Noi chiediamo di riproporre con forza il tema della trasparenza della filiera e della legalità nei settori produttivi e chiederemo alle istituzioni di continuare questa lotta e di non dimenticarsi troppo in fretta di questi lavoratori e di queste realtà che purtroppo sono in crescita”.

LEGGI ANCHE: “Volti del gusto”: ecco le immagini del contest fotografico