Per il secondo anno consecutivo arrivano a Signa i fondi del Ministero dell’istruzione del piano infanzia per la fascia 0-6. Sono stati assegnati circa 80.000 euro al Comune di Signa e i fondi serviranno per interventi relativi all’abbattimento delle spese educative delle famiglie con bambini inseriti negli asili nido e nelle scuole parificate.

Oggi, martedì 22 gennaio verrà approvata l’apposita delibera di Giunta, presentata dall’assessore alla pubblica istruzione Giampiero Fossi, che ripartisce la somma in un sistema di agevolazioni che toccano tutti i settori della prima infanzia.

Un intervento per l’abbattimento delle spese educative

Le linee di indirizzo per il 2019 prevedono infatti alcuni interventi la riduzione del 50% della tariffa nido comunale (relativamente alla sola quota fissa) applicata ai frequentanti l’anno educativo 2018/2019 a partire dal mese di gennaio 2019 e fino al mese di luglio 2019, per uno stanziamento complessivo di 41.714 euro, e la riduzione del 50% della tariffa nido comunale (relativamente alla sola quota fissa) da applicarsi ai frequentanti l’anno educativo 2019/2020 dal mese di settembre al mese di novembre 2019 per una spesa “presunta” di 15.000  euro. Il contributo dedicato al nido comunale si aggiunge alle agevolazioni tariffarie già riconosciute alle famiglie sulla base dell’Isee.

Gli altri interventi riguardano l’integrazione delle ore di sostegno per bambini frequentanti il nido comunale (con certificazione L.104) e che beneficiano di un numero di ore di sostegno giornaliere ridotto rispetto al modulo orario di frequenza 2500 euro: il contributo di 50  euro rivolto ai frequentanti il nido privato accreditato presente sul territorio comunale da applicarsi ai frequentanti anno educativo 2018/2019 a partire dal mese di gennaio fino al mese di luglio 2019 per un totale di 5250 euro, il contributo di 50 euro rivolto ai frequentanti il nido privato accreditato presente sul territorio comunale da applicarsi ai frequentanti anno educativo 2019/2020 dal mese di settembre al mese di novembre 2019 per una spesa presunta di 2250 euro; il contributo di 40 euro rivolto ai frequentanti della scuola dell’infanzia paritaria presente sul territorio comunale per l’anno scolastico 2018/2019 – mesi da gennaio a giugno – pari a 10.320 euro.

Leggi anche:  Ripristinato il campo da calcio, la soddisfazione di Forza Italia

Gli interventi di riduzione tariffaria per il nido comunale e i contributi riconosciuti ai bambini che frequentano il nido privato e la scuola infanzia paritaria presente sul territorio si rivolgono esclusivamente a famiglie residenti nel comune di Signa.

Le risorse saranno utilizzate inoltre per la realizzazione di laboratori da tenersi presso il nido comunale per circa 3500 euro.

Con questo intervento il Comune di Signa intervenendo in piena sinergia con la Regione Toscana e con gli indirizzi dello Stato, continua la sua azione di sostegno alle famiglie offrendo servizi di assoluta qualità ponendo la massima attenzione al contenimento delle tariffe che anche nel prossimo bilancio resteranno bloccate sui livelli di alcuni anni fa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Iscrizioni a scuola: aperte da oggi, 7 gennaio, a fine mese COSA FARE