“La Lega sulla questione della Scuola Normale al sud ha dimostrato di avere due facce e a rimetterci saranno i ragazzi del Sud”

Così Gabriele Toccafondi, deputato fiorentino, commenta la vicenda dell’apertura di una sede della Scuola Normale a Napoli.

“La Lega di governo – spiega Toccafondi – trova i soldi con un emendamento alla manovra finanziaria: 50 milioni di euro per tre anni per l’implementazione di una «Normale del Sud», un’università d’eccellenza con sede a Napoli e da sviluppare in collaborazione con l’ateneo Federico II. Ma la Lega di Pisa è contraria, anzi contrarissima. Risultato? Caos e scontri col Direttore della Normale che arriva persino a dimettersi”.

Il deputato Toccafondi rincara quindi la dose.

“Una bella prova di capacità di governo! Ma adesso la Lega deve dire dove finiranno quei 50 milioni. Se l’idea di portare al Sud una esperienza di eccellenza proseguirà e cosa pensa di quanto sta avvenendo alla Normale di Pisa, dopo che il progetto coltivato a lungo dal direttore, che aveva annunciato intenzione di sviluppare già dal 2017 durante il discorso inaugurale per l’anno accademico, adesso sembra bloccato per il volere della Lega ma di quella pisana. Perché forse dalle parti della Lega non se ne sono ancora resi conto ma adesso che stanno al governo devono dare risposte e gli slogan elettorali non bastano più”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE Manifesto falso sul pronto soccorso, la Regione si tutela

Leggi anche:  Marco Sapia capogruppo del Partito Democratico in Consiglio