Tornano le Province. E’ questa la notizia a sorpresa contenuta nel Milleproroghe. La storia delle Province è lunga e travagliata, ma a quanto pare adesso siamo davanti a una nuova svolta. Nel corso degli anni e con susseguirsi dei vari Governi, il tema dell’eliminazione delle Province è stato più volte messo in agenda.  Nell’aprile del 2014 era stata approvata una riforma delle Province, che sono così diventate enti di area vasta di secondo livello, senza cioè l’elezione diretta da parte dei cittadini ma con quella da parte di sindaci e consiglieri comunali. A quanto pare però adesso siamo davanti a un ulteriore rivoluzione che dovrebbe portare al ritorno delle Province con elezione diretta. A commentare la notizia è il Comitato provinciale area pratese (Cpap).

 

“Una secca ed inaspettata notizia riportata dalla stampa recita così: ‘Una guerra persa quella alle Province, Enti da molte parti ritenuti inutili, pletorici, dispendiosi. Ma, dopo tanto strepito, rieccole vive e vegete: ridimensionate dalla legge Del Rio, ora potrebbero anche tornare all’elezione diretta. Un emendamento di Fratelli d’Italia inserito nel Milleproroghe con il parere positivo del Governo, impegna Palazzo Chigi a valutare norme che riportano all’elezione diretta dei presidenti e dei consigli provinciali’.

Il nostro Comitato è contento e ribadisce la propria posizione favorevole al ritorno delle Province  così come erano e come sono previste dalla nostra Costituzione”.

Nonostante l’accoglienza positiva della notizia il Cpap ha voluto comunque sottolineare alcune criticità.

“Una cosa ,comunque la si pensi, è  sicuramente certa – spiegano – così come sono ora le Province non hanno nessun senso e soprattutto non hanno possibilità di erogare i molti servizi rimasti loro in capo vedi scuole superiori e strade”.