Il nodo della viabilità a Signa è senza dubbio uno dei temi caldi di questa campagna elettorale che volge ormai a termine. Un tema che è stato affrontato durante l’iniziativa di ieri, giovedì 23 maggio, organizzata da Sinistra per Signa, lista a sostegno della candidata sindaco Valentina Quattrone.

Una situazione insostenibile

“Ieri sera – spiegano infatti – è stato affrontato il tema viabilità, quello che per noi è più urgente e prioritario è quello di procedere subito alla realizzazione del tratto che va da via Arte della Paglia a via Ponte Nuovo attraverso un sottopasso ferroviario per collegarsi all’attuale ponte in modo da dare una soluzione e dignità a via Roma ed a tutta Signa soffocata dal traffico. Questa situazione non è più sostenibile, il tratto più urgente e risolutivo è stato tralasciato e lasciato per ultimo quando invece avrebbe dovuto essere il primo ad essere finanziato e realizzato”.

L’impegno è quello di trovare le risorse finanziarie coinvolgendo sia tutti i livelli istituzionali che i privati interessati all’operazione.

Quello che per noi è fondamentale rimane dare una risposta ai cittadini di via Roma e della Costa, ai bambini che frequentano la scuola ed agli esercizi commerciali li presenti, soffocati dal traffico e dallo smog. Realizzando questo tratto di circonvallazione è possibile dare una risposta reale dopo tanti anni di attesa”.

L’impegno di Sinistra per Signa

Ecco quindi le proposte di Sinistra per Signa lanciate ieri sera.

“Tra le misure urgenti rimane comunque quella di impegnare delle risorse per uno studio sul sistema della viabilità in collaborazione con Lastra al fine di creare una ztl.

Con i cittadini presenti alla serata ci siamo presi l’impegno, se necessario, ad avere l’attenzione e sollecitare gli enti superiori a stanziare i soldi, di arrivare a bloccare il ponte.

Infine due parole merita il discorso del problema della viabilità in generale e della necessità di un nuovo attraversamento. Al di là della soluzione bretellina che rimane la migliore soluzione per dare una risposta al traffico di passaggio proveniente da tutta la piana, ma che è subordinata all’esito del ricorso al Tar, noi crediamo che questo problema riguardi non solo noi, Signa e Lastra a Signa, ma tutta la Piana. E’ per questo che abbiamo e vogliamo ricercare il dialogo con tutti i Comuni della Piana per trovare una soluzione condivisa e migliore dell’ipotesi che attualmente è stata portata in consiglio comunale e che rischia per Signa di essere più un aggravio del problema, che una soluzione.

L’ipotesi dell’attuale amministrazione si sviluppa sul tracciato già realizzato di via Arte della Paglia per innalzarsi all’altezza dell’ingresso dei Renai fino a raggiungere quota 15 mt per passare le due ferrovie. Tale ipotesi oltre ad avere un grosso impatto paesaggistico ed ambientale rischia di penalizzare tutte le attività del parco oltre ad attrarre sul territorio il transito dei mezzi pesanti adesso non possibile. Sinistra per Signa ha presentato nell’ambito della serata una proposta alternativa di ampio respiro per la Piana, proposta che in parte ha già condiviso con altri Comuni e soggetti politici e che potrebbe rappresentare quella soluzione che oggi manca dopo la cancellazione della bretellina operata dall’attuale amministrazione a favore dell’aeroporto”.

La serata si è conclusa con la presentazione dei candidati ed un invito alla cena di stasera presso il circolo Sorms di San Mauro.