A San Casciano nasce la prima residenza sanitaria psichiatrica. Si troverà a Bargino, frazione di San Casciano e si chiamerà  la Casa di Martino. Ospiterà  la prima residenza sanitaria psichiatrica per adulti. Una realtà realizzata dal Consorzio Astir sostenuta dalla Azienda Sanitaria locale. Sarà gestita in convenzione dalle cooperative La Tenda di Elia e Chicco di Senape.

Nella strutura potranno accedere tutti i cittadini dell’area fiorentina sud est

«Si tratta di un servizio importante e necessario – ha dichiaratp l’assessore alle Politiche sociali, Elisabetta Masti – E’ frutto di un impegno assunto con l’Azienda sanitaria locale che andrà a sostegno delle fasce deboli della popolazione e di coloro che si trovano in una situazione di fragilità. La residenza, a cui potranno accedere non soltanto i cittadini del Chianti ma di tutta l’area fiorentina sud est, offre una risposta residenziale e si propone come centro di socializzazione dove svolgere attività e interventi riabilitativi incisivi».

L’obiettivo è quello del recupero di un’autonomia abitativa e sociale tale da permettere un supporto minore da parte dei servizi, che può prevedere il ritorno nel contesto familiare di origine o l’intraprendere esperienze di vita in appartamenti supportati, con il sostegno delle famiglie.

Leggi anche:  Volontariato, partenza col botto per la Festa a San Casciano

«Per il consorzio Astir è una scelta di concreta attenzione al territorio e alla comunità locale – ha sottolineato la presidente Loretta Giuntoli – Il progetto è rivolto a utenti nella fascia di età tra i 18 e 50 anni, il primo obiettivo del progetto è quello di potenziare la loro autonomia».

Ecco come sarà la residenza

La residenza è dotata di ampi spazi verdi che la circondano su tutti e quattro i lati. Le aree esterne consentono di svolgere attività di orticultura, giardinaggio e installazione di eventuali impianti sportivi destinati al benessere fisico e al divertimento degli utenti. La residenza psichiatrica sarà inaugurata giovedì 4 ottobre alle ore 11 in via Cassia per Siena alla presenza di Stefania Saccardi, assessore alle Politiche Sociali e Sanità della Regione Toscana, Paolo Morello Marchese, direttore generale dell’Azienda USL Toscana Centro, Massimiliano Pescini, sindaco del Comune di San Casciano, Walter Ciardo, direttore Salute Mentale Adulti Azienda USL Toscana Centro Loretta Giuntoli, presidente del Consorzio Astir.