Open day di successo alla scuola di San Polo. L’iniziativa è stata organizzata dall’Istituto comprensivo di Greve per offrire alle famiglie l’opportunità di conoscere gli ambienti, i docenti, gli strumenti e i materiali didattici relativi alla prima scuola pubblica montessoriana di San Polo in Chianti. Le iscrizioni si chiudono il 31 gennaio.

Il dirigente scolastico Fiorenzo Li Volti, soddisfatto di quest’esperienza, ha raccontato anche la formazione di docenti Montessori che si sta svolgendo a Firemze, grazie proprio l’esperienza sanpolese.

“Dal 1 dicembre 2018 abbiamo intrapreso un percorso negli spazi dell’Istituto Pestalozzi di Firenze per la formazione di docenti Montessori – ha raccontato il dirigente Li Volti – Gli insegnanti specializzati che potranno lavorare nella nostra scuola, gli iscritti e frequentanti sono una cinquantina e provengono dal territorio chiantigiano, dalla Toscana e da varie parti d’Italia. E’ importante che la scuola pubblica Montessori possa contare sulle competenze di docenti motivati”.

Il complesso di strumenti didattici ed educativi offre un’alternativa al metodo tradizionale e ha messo radici nella primaria di San Polo in Chianti che si afferma in Toscana come l’unica realtà che ha adottato il metodo Montessori inserendolo nel contesto di una scuola pubblica. “Sono numerose le famiglie, provenienti dal Chianti, dal Valdarno e da varie parti della Toscana – ha fatto sapere l’assessore alla Pubblica Istruzione,  Maria Grazia Esposito – che hanno mostrato un interesse concreto ad iscrivere i loro figli alla terza classe della scuola. I bambini che al momento frequentano la prima e la seconda classe, seguiti nei loro percorsi di crescita e formazione da docenti qualificati, sono una quarantina ed altri venti al massimo potranno costituire una nuova esperienza formativa, la terza classe”. All’open day è intervenuta Giovanna Bittoni dell’Opera nazionale Montessori. Le iscrizioni sono aperte fino al 31 gennaio. Info: www.comprensivogreve.gov.it.

Leggi anche:  Margherita Carloni: la dirigente della “Scuola del Noi”