Le donne stanno facendo la fortuna della Fiorentina. Perché, come si dice, spesso sono loro che in casa portano i calzoni. E anche perché, di solito, i loro mariti sono in calzoncini. Stiamo parlando delle consorti dei calciatori, che sono risultate decisive nelle scelta dei loro mariti-pedatori circa la loro nuova destinazione. Wahiba Ribéry ha scelto Firenze ed ha portato in città un entusiasmo che da queste parti non si vedeva da una vita. Lo stesso si può dire per Melissa Satta, moglie di Boateng, che ha “indirizzato” l’ex Milan verso l’Arno. Sono i due grandi acquisti che fanno sognare la Viola, che stasera, calcio d’inizio alle 20.45, avrà un esordio casalingo non certo facile, visto che al Franchi arriva il quotatissimo Napoli, la squadra di Ancelotti che ha dichiarato apertamente di puntare al titolo.

Ma i gigliati di Rocco Commisso, patron della Fiorentina dal 6 giugno scorso, sognano un inizio scoppiettante, anche se probabilmente Frank Ribery non sarà della partita perché indietro nella preparazione e, almeno dall’inizio, si accomoderà in panchina.

Leggi anche:  Letizia Borghesi trionfa al “Trofeo Città di Bolzano CX”

Ma a proposito di Commisso e di donne, la moglie del proprietario della Fiorentina, Caterina, è la vera artefice di questo sogno viola. Quando il marito le parlato dell’idea di lanciarsi nel mondo del calcio, lei gliel’ha buttata lì: «Ma perché non la Fiorentina? E’ tanto bella la città di Firenze…». I tifosi viola ringraziano.